Felic Calicivirus - Sintomi e trattamento

Vedi file Cats

In Animal Expert vogliamo il meglio per il tuo animale domestico, ecco perché cerchiamo di coprire tutte le malattie, i disturbi e i comportamenti che possono essere presentati al tuo amico peloso.

In questa occasione, parleremo di calicivirus felino, sintomi e trattamento, poiché questa malattia è estremamente comune tra i felini e può diventare pericolosa per il tuo gatto se non viene rilevata in tempo.

Ricorda sempre di non auto-medicare il tuo animale domestico, vai dal veterinario per eventuali sintomi o comportamenti insoliti e dai al tuo piccolo amico tutto l'amore, la cura e il cibo di cui ha bisogno per essere un animale forte, sano e sano. felice.

Che cos'è il calicivirus felino?

È una malattia altamente infettiva che colpisce di solito grandi colonie di felini, a causa della facilità con cui viene trasmesso il virus. Tuttavia, può apparire anche tra i gatti fatti in casa.

Calicivirus (FCV) è un tipo di influenza felina . Si manifesta come una malattia respiratoria acuta che colpisce le vie superiori del felino, causando sinusite e rinite. Il virus appartiene alla famiglia dei Caliciviridae, del genere Vesivirus.

Anche quando sembrano essere stati curati, i felini che sono stati colpiti possono diventare portatori sani, in ciò risiede l'alto livello di contagio di questa malattia.

Perché il calicivirus felino è rischioso?

Il calicivirus felino è un virus il cui ceppo infettivo si trasforma facilmente, ovvero lo stesso ceppo si sta adattando e cambiando in base all'ambiente in cui si trova e alle esigenze che presenta, rispetto al quale il virus sviluppa piccole variazioni .

Queste variazioni hanno portato all'esistenza di un numero enorme di ceppi di questa malattia, il che rende difficile la sua esatta identificazione e prevenzione.

Inoltre, anche i gatti vaccinati contro il virus possono ottenerlo, proprio a causa di questa mutabilità. Ovviamente, vaccinarli riduce notevolmente le probabilità, quindi è obbligatorio farlo.

Il suo aspetto è molto frequente nelle colonie selvagge di gatti o nei rifugi, perché si diffonde molto facilmente. Tuttavia, se il tuo gatto domestico ha accesso all'esterno, c'è anche la possibilità di contagio, essendo in grado di infettare altri felini in casa, se presenti.

Inoltre, in alcune occasioni il tuo felino può contrarre questo virus in modo cronico o addirittura diventare un portatore, il che significa che non presenterà alcun sintomo o disagio, ma può trasmettere la malattia ad altri gatti.

Come si diffonde?

La principale via di infezione è attraverso il contatto diretto con felini infetti o portatori, poiché viene trasportato nella saliva e nelle feci, sebbene in proporzioni minori.

Il mezzo più comune di infezione viene prodotto attraverso gli oggetti o gli spazi che un gatto infetto usa o frequenta e che coinvolgono il contatto con fluidi animali, come mangiatoie, giocattoli e letti sanitari, poiché il virus può sopravvivere in queste aree anche un periodo di 28 giorni.

I giovani gatti, animali di strada, vecchi e gatti immunosoppressi hanno maggiori probabilità di contrarre il virus. Tuttavia, qualsiasi gatto può essere infettato dal virus, quindi è importante essere aggiornati sulle vaccinazioni e le cure necessarie per prevenire l'infezione.

È importante notare che questo virus non si diffonde nell'uomo o nei cani.

Sintomi di calcivirus felino

Il calivicirus felino è una malattia respiratoria, poiché il virus penetra nell'animale attraverso la bocca o il naso, rimanendo nel tessuto linfoide corrispondente all'orofaringe, colpendo i polmoni. I suoi sintomi sono:

  • raffreddori
  • starnuti
  • mocos
  • congiuntivite
  • Ulcere al palato
  • Ulcere sulla mucosa orale
  • Ulcere al naso
  • depressione

La malattia può essere aggravata causando polmonite e artrite, anche se solo in rari casi. Alcuni ceppi producono febbre e zoppia.

I sintomi di solito compaiono da 2 a 10 giorni dopo la contrazione. Il dolore delle ulcere della bocca fa smettere di mangiare il gatto. La congiuntivite, inoltre, può portare ulcere corneali, a causa degli sforzi dell'animale di graffiare.

Il ciclo del virus dura un massimo di circa quattro settimane e la maggior parte dei gatti guarisce, sebbene vi siano casi cronici e portatori sani. Circa l'80% dei felini smette di diffondere il virus entro 75 giorni dalla guarigione, ma l'altro 20% diventa portatore sano per anni o addirittura per il resto della vita.

Negli ultimi anni è stato scoperto un ceppo più virulento e pericoloso di questo virus, chiamato FCV-VS, calicivirus sistemico felino, i cui sintomi si aggiungono a quelli già menzionati:

  • Ittero (pelle gialla)
  • Gonfiore del viso e delle estremità
  • Ulcere su cuscinetti di gambe, naso, bocca e orecchie
  • Perdita di capelli
  • gengivite
  • stomatite

Se non trattato in tempo e correttamente, il virus può causare la morte .

Qual è la diagnosi?

Principalmente, i sintomi aiutano a sapere rapidamente se si sta affrontando un caso di calicivirus felino, specialmente quando compaiono ulcere nella bocca dell'animale . Tuttavia, vengono eseguiti test di laboratorio con colture con tessuti della mucosa orofaringea.

Trattamento del calcivirus felino

Una volta confermata la presenza del virus e identificato il ceppo, viene prescritto il trattamento. Non esiste un farmaco in sé che annichilisce il virus, ma vengono prescritti rimedi che supportano l'animale durante il ciclo che dura la malattia, permettendoti di alleviare i sintomi e impedire che peggiorino.

Gli antibiotici sono prescritti per possibili infezioni, farmaci che aiutano il gatto a respirare meglio e antidolorifici per controllare il dolore . Inoltre, vengono somministrati antivirali per controllare gli effetti dell'infezione.

L'idratazione è estremamente importante, quindi in linea di principio verrà prescritto un trattamento di fluidoterapia secondo i criteri del medico.

Se il gatto rifiuta di mangiare a causa del dolore, si consiglia di offrire pasti morbidi e profumati. In caso contrario, è necessario ricorrere all'alimentazione assistita in forma liquida, mediante una siringa, facendo sempre attenzione a non ferire l'animale o causarlo stress inutili.

Prima della secrezione mucosa e delle lacrime, è necessario assistere il felino con una pulizia costante eseguita con un indumento di cotone bagnato, per evitare disagi al gatto e prevenire possibili complicazioni dovute ai batteri.

Il gatto dovrebbe essere tenuto in un ambiente confortevole, caldo e privo di correnti d'aria, per contribuire al suo rapido recupero. Inoltre, è essenziale che l'animale sia tenuto isolato dagli altri gatti domestici ed evitare incursioni all'estero.

Consultare il proprio veterinario per la possibilità di test per escludere la leucemia felina e l'immunodeficienza, poiché i gatti che soffrono di tali infezioni probabilmente svilupperanno altre malattie più facilmente.

prevenzione

Negli animali domestici, si raccomanda di seguire il programma di vaccinazione per i gatti dal momento in cui il veterinario lo indica e ripetere i rinforzi ogni anno. Sebbene ciò non impedirà al cento per cento di contrarre il virus, sarà più protetto rispetto ad altri animali.

Se hai salvato un gatto randagio, dovrebbe rimanere isolato dagli altri animali fino a quando non puoi eseguire i test di laboratorio necessari per escludere questa e altre malattie.

Se è un rifugio, anche la vaccinazione è fondamentale. I gatti la cui infezione da calicivirus felino è stata confermata devono essere separati dagli altri per evitare un'epidemia. Ognuno dovrebbe avere il proprio contenitore per alimenti e la propria sandbox. Periodicamente è necessario disinfettare gli oggetti che si utilizzano con prodotti che eliminano il virus e non sono dannosi per il gatto.

I responsabili del rifugio dovrebbero prendersi cura degli ultimi animali malati, dopo essersi presi cura di tutti gli altri, lavarsi la faccia e le braccia e cambiarsi i vestiti dopo aver maneggiato coloro che portano il virus.

L'area in cui saranno isolati gli animali con calicivirus dovrebbe avere un'adeguata ventilazione, bassa umidità e una temperatura fresca. Gli spazi verranno puliti frequentemente.

La cosa più importante per la prevenzione di questa malattia, oltre a mantenere un regime di vaccinazione, è mantenere un'igiene rigorosa che ne prevenga la diffusione.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Felic Calicivirus - Sintomi e trattamento, ti consigliamo di andare alla nostra sezione Malattie virali.

Raccomandato

Dieta BARF per cani - Ingredienti, quantità e 5 ricette
2019
Cura e alimentazione di un cane malnutrito
2019
Quanta acqua dovrebbe bere un gatto al giorno?
2019