Epatite infettiva canina - Sintomi e trattamento

Vedi i file dei cani

L'epatite infettiva canina è una malattia virale molto contagiosa. Fortunatamente, non è comune perché esiste un vaccino che ne impedisce lo sviluppo. Pertanto, l'estensione del calendario delle vaccinazioni ha permesso oggi di ridurre il numero di casi.

Ma, nel caso in cui non conosciamo lo stato immunitario del cane, in questo articolo di milanospettacoli.com descriveremo i sintomi che questa patologia produce, nel caso in cui sospettiamo che il nostro partner possa soffrirne. Esamineremo anche il trattamento di scelta che il veterinario può prescrivere.

Cos'è l'epatite infettiva canina?

Questa malattia virale interesserà quasi esclusivamente i cani non vaccinati. Inoltre, la maggior parte dei pazienti sono cuccioli che hanno meno di un anno di vita. L'epatite infettiva canina è causata da un virus chiamato adenovirus canino di tipo 1 .

Quando il virus entra in contatto con il cane si riproduce nei suoi tessuti e viene escreto in tutte le sue secrezioni corporee. Pertanto, attraverso l'urina, le feci o la saliva dei cani malati, è il modo in cui l'epatite infettiva può essere diffusa ad altri cani.

È una malattia che colpisce il fegato, come suggerisce il nome, ma anche i reni e i vasi sanguigni. Il quadro clinico che il cane mostra può essere il risultato di un'infezione lieve, ma di solito si evolve rapidamente in un'infezione molto più grave. Le conseguenze possono essere fatali.

Sintomi di epatite infettiva canina

La sintomatologia dell'epatite infettiva canina dipenderà dalla gravità con cui il virus attacca il cane. Quando è un decorso lieve, è possibile che gli unici sintomi siano una diminuzione dell'appetito e un'apatia o una riduzione dell'attività normale. Se l'infezione è acuta, distingueremo i segni clinici come i seguenti:

  • Febbre alta
  • anoressia
  • Diarrea sanguinolenta
  • Vomito di sangue
  • Fotofobia (intolleranza alla luce)
  • lacrimazione
  • Infiammazione delle tonsille

È anche possibile osservare l' addome ristretto a causa del dolore causato dall'infiammazione del fegato, emorragie spontanee che osserveremo nelle gengive o nella pelle delle aree senza capelli e ittero, cioè ingiallimento della pelle e delle mucose.

Inoltre, nei cani che guariscono, potrebbe esserci quello che viene chiamato occhio blu o cheratite interstiziale, che è una specie di nuvola sopra la cornea. Colpisce uno o entrambi gli occhi e di solito scompare spontaneamente entro pochi giorni.

C'è un quadro clinico che è considerato mortalmente caratterizzato da sintomi improvvisi che includono diarrea sanguinolenta, collasso e morte entro poche ore. Se il cane è molto giovane, può morire improvvisamente, senza dargli il tempo di presentare alcun sintomo. Ricorda l'importanza della vaccinazione, specialmente nei cuccioli, per evitare questa e altre gravi malattie.

Immagine: Veterinaria Chiapa Del Sur

Trattamento dell'epatite infettiva canina

Se i sintomi presentati dal nostro cane sono compatibili con l'epatite infettiva canina, il veterinario può confermare la diagnosi eseguendo test di laboratorio per isolare il virus, cioè per rilevarlo in campioni prelevati dal cane. In generale, sarà necessario entrare in clinica per ricevere un trattamento intensivo.

Questo sarà sostanzialmente di supporto, poiché non esiste un farmaco specifico in grado di eliminare il virus. Pertanto, il trattamento mira a mantenere il cane il più buono possibile, in attesa che il suo sistema immunitario sia in grado di sconfiggere il virus. Gli antibiotici sono usati per prevenire infezioni batteriche secondarie e farmaci per trattare i sintomi attuali. Il cane è a riposo e la sua alimentazione è monitorata.

Sfortunatamente, molti muoiono anche quando ricevono buone cure. Ancora una volta insistiamo sull'importanza della prevenzione.

Prevenzione dell'epatite infettiva canina

Oltre a, naturalmente, vaccinare e rivaccinare il nostro cane seguendo le linee guida raccomandate dal veterinario, dobbiamo evitare che il cane malato sia isolato dagli altri per evitare il contagio. Dobbiamo sapere che un cane che riesce a riprendersi da un'epatite infettiva rimarrà infettivo per altri fino a 6-9 mesi, poiché il virus viene ancora escreto nelle urine e rimane nell'ambiente. Si consiglia inoltre di cambiare i vestiti dopo aver maneggiato il cane malato e disinfettare l'ambiente in modo adeguato.

La prevenzione di questa malattia dovrebbe mirare a proteggere i cani, poiché questo virus non può colpire le persone . Non ha nulla a che fare con l'epatite che possono soffrire. La protezione contro questa infezione è di solito inclusa nel vaccino tetravalente, la cui prima dose viene somministrata ai cuccioli all'età di circa otto settimane.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Epatite infettiva canina - Sintomi e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione di Malattie infettive.

bibliografia
  • Carlson e Giffin. 2002. Pratico manuale veterinario canino. Madrid. Editoriale el Drac.

Raccomandato

Perché il lupo iberico è in pericolo di estinzione
2019
Il ratto canguro come animale domestico
2019
Cura del parrocchetto australiano
2019