Emergenza ambientale: cos'è, perché esiste e un esempio di un piano

L'inquinamento ambientale è uno dei grandi problemi della nostra società. A volte il livello di inquinamento è così alto che può essere un rischio per gli abitanti. Per questo motivo, i governi devono adottare una serie di misure per affrontare queste minacce ambientali.

In questo articolo esamineremo la contingenza ambientale: cos'è, perché esiste e alcuni esempi di piani che hanno avuto luogo.

Qual è la contingenza ambientale?

Un piano di emergenza ambientale è un insieme di misure che i governi o le autorità di un'area devono adottare per proteggere gli abitanti della zona in un momento in cui l'inquinamento può costituire un grave rischio per la salute . Queste misure possono includere raccomandazioni come stare al chiuso o la sospensione di alcuni servizi, privati ​​o pubblici. Un piano di emergenza ambientale è costituito da più fasi, a seconda della gravità della situazione, e le misure variano tra le fasi.

Tutte le fasi di un piano di emergenza ambientale durano un'intera giornata e continueranno nel caso in cui l'inquinamento non venga ridotto. La fase termina solo quando il Metropolitan Air Quality Index (IMECA) di ozono o particelle di dimensioni inferiori a dieci micrometri (PM10) è inferiore a 150 punti dopo un giorno di attivazione della fase.

In effetti, nell'ambito di questi piani di emergenza, esiste una fase immediatamente precedente chiamata pre-contingenza quando la qualità dell'aria è già molto scarsa. In questa fase precedente sono già state prese alcune misure, come la sospensione di attività all'aperto, il divieto di bruciare solidi e liquidi all'aria aperta e restrizioni all'uso del veicolo.

Nella fase I la situazione sta già iniziando a essere seria e la qualità dell'aria è definita "estremamente negativa". In questa fase, oltre alle misure precedenti, ne vengono aggiunte altre come la riduzione delle attività industriali, la riduzione del servizio presso le stazioni di servizio o l'avvio del monitoraggio degli effetti sulla popolazione .

Nella fase II, la qualità dell'aria è già definita come "estremamente negativa", cosa che si verifica quando l'IMECA (Metropolitan Air Quality Index) di ozono e particelle di dimensioni inferiori a dieci micrometri (PM10) è maggiore di 245 punti . Durante questa fase, tutte le attività nelle scuole, negli uffici, nelle strutture culturali o ricreative sono sospese.

Perché esiste la contingenza ambientale

Nelle città, i livelli di inquinanti atmosferici sono monitorati per proteggere la salute dei cittadini. Pertanto, quando gas come ozono, biossido di azoto, anidride solforosa o monossido di carbonio raggiungono un PM10 superiore a 100 punti, la qualità dell'aria è considerata negativa e se inferiore a 51 punti è considerata buona. Non appena questo punteggio è molto alto, possono causare danni alle persone che lo respirano, come irritazioni respiratorie, danni bronchiali o avvelenamento.

I rischi associati ad alte concentrazioni di questi inquinanti ambientali, e anche a quelli moderati, sono irritazioni delle vie respiratorie, danni bronchiali, disagio nelle persone con problemi cardiovascolari o respiratori o rischio di attacchi di asma nelle persone malate. Per questi motivi, ci sono questa serie di misure raggruppate nell'ambito del piano di emergenza ambientale.

Puoi espandere queste informazioni sui danni causati dall'inquinamento con questo altro post su Inquinamento dell'aria e problemi di salute.

Esempio di piano di emergenza ambientale

Un piano di emergenza ambientale comprende misure come le seguenti, anche se variano a seconda della fase:

  • Limitare le attività all'aperto. Ciò limita le attività vigorose, come l'esercizio fisico, che aumentano la quantità di contaminanti che vengono inalati.
  • Limitazione delle attività culturali, civiche, sportive e ricreative nelle scuole.
  • Limitare l'uso di veicoli in città.
  • Sospendere i servizi di benzina.

Di recente, Città del Messico ha attivato un piano di emergenza ambientale a causa delle elevate concentrazioni di ozono e particelle che hanno superato i 150 punti nella qualità dell'aria, probabilmente a causa degli incendi dei giorni precedenti. L'inquinamento ha colpito anche le città vicine, come Puebla o Pachuca, che hanno attivato per la prima volta piani di emergenza ambientale nella loro storia.

Un altro paese che ha attraversato piani di emergenza ambientale nel 2014 (e continua ad adottare misure) è stata la Cina, che ha decretato la chiusura delle scuole, la riduzione dell'orario di lavoro o la chiusura di fabbriche o fonderie. In questo caso, il problema dell'inquinamento nel paese è dovuto alla forte domanda di carbone.

In Spagna ci sono due città particolarmente punite dall'inquinamento ambientale, come Barcellona o Madrid, in cui è possibile osservare una sorta di "berretto" di particelle provenienti da alcune zone alte della città e in determinati giorni. Sebbene non siano stati attivati ​​piani di emergenza ambientale, sono stati adottati e sono state prese misure per ridurre questa contaminazione, come nel caso del centro di Madrid, che ha un traffico limitato nel centro di Madrid.

In questo altro articolo ti diciamo di più sui principali problemi ambientali in Spagna.

Se vuoi leggere altri articoli simili alla contingenza ambientale: cos'è, perché esiste e un esempio di un piano, ti consigliamo di inserire la nostra categoria Inquinamento.

Raccomandato

Cura dei gatti per i cuccioli
2019
Cosa fare prima di un attacco di epilessia nei cani?
2019
Toelettatura per cani Cora
2019