Effetti collaterali del cortisone nei cani

Vedi i file dei cani

Possiamo sempre più osservare come le malattie umane legate al nostro stile di vita siano anche diagnosticate in modo massiccio nei nostri animali da compagnia, nella maggior parte dei casi influenzate negativamente dalle nostre abitudini.

Uno dei problemi umani più importanti legati ai farmaci è la polimedicazione, cioè la prescrizione e l'assunzione di massa di farmaci, alcuni dei quali molto aggressivi per l'organismo, e questo, sfortunatamente, può accadere anche ai nostri amici a quattro zampe.

È essenziale che il proprietario conosca le ripercussioni di alcuni farmaci al fine di studiare con il veterinario quali altre possibili opzioni si possono applicare. Per aiutarti ad acquisire queste conoscenze, in questo articolo di Animal Expert parliamo degli effetti collaterali del cortisone nei cani .

Che cos'è il cortisone?

Il cortisone è il nome popolare che viene generalmente utilizzato per designare farmaci antinfiammatori steroidei, che sono farmaci basati sulla struttura degli ormoni steroidei prodotti internamente nel corpo del cane, noti anche come corticosteroidi naturali.

Questi farmaci sono anche noti come corticosteroidi semisintetici, in essi la potenza è aumentata rispetto agli ormoni naturali e anche, se somministrato esternamente, il comportamento di questi farmaci non è dovuto a una risposta naturale e fisiologica dell'organismo.

Esistono alcuni farmaci per l'uomo che sono tossici per i cani, tuttavia alcuni tipi di cortisone sono usati per entrambe le specie. Il gruppo di antinfiammatori steroidei comprende, tra gli altri, i seguenti ingredienti attivi: prednisolone, prednisone, desametasone e metilprednisolone.

Come funziona il cortisone nei cani?

Come per tutti i farmaci, il cortisone interagisce con un recettore cellulare specifico per esso, una volta avvenuta questa unione, la fisiologia del corpo viene alterata e nel caso del cortisone si verificano i seguenti effetti farmacologici:

  • È coinvolto nel metabolismo dei carboidrati, riducendo l'uso di glucosio da parte dei tessuti, il che implica che il cane potrebbe avere livelli di zucchero nel sangue aumentati.
  • Aumenta l'assorbimento del sodio, che è direttamente collegato a un aumento della ritenzione di liquidi.
  • Inibisce i fenomeni associati al processo infiammatorio (come la dilatazione dei vasi sanguigni e la proliferazione cellulare), essendo il più potente antinfiammatorio.
  • Diminuisce la risposta immunitaria e infiammatoria.
  • Riduce il muco gastrico dello stomaco, che svolge una funzione protettiva, aumentando la secrezione di acido cloridrico.
  • Riduce l'assorbimento del calcio.

In quali casi il cortisone può essere prescritto a un cane?

Il cortisone è generalmente prescritto come trattamento farmacologico per le seguenti condizioni:

  • Malattie caratterizzate da infiammazione e dolori articolari
  • Malattie epatiche o renali
  • Malattie autoimmuni
  • Reazioni allergiche

Quali sono gli effetti collaterali del cortisone nei cani?

Prima di prescrivere qualsiasi farmaco, il veterinario deve analizzare il coefficiente tra beneficio e rischio e un buon professionista dovrebbe raccomandare il cortisone solo quando i benefici superano i rischi.

Tuttavia, come proprietario di un animale domestico dovresti anche sapere quali sono gli effetti collaterali del cortisone nei cani che possono derivare dall'uso continuato:

  • Edema generalizzato e accumulo di liquido nell'addome
  • Malattie infettive dovute alla ridotta competenza del sistema immunitario
  • Aumento del rischio di infarto del miocardio
  • Debolezza muscolare
  • diabete
  • Aumento della pressione sanguigna
  • Aumento della tensione nel bulbo oculare e aumento del rischio di sviluppare cataratta
  • Ulcera gastrica e difficoltà nel processo di digestione

Tutti questi effetti collaterali sono derivati ​​precisamente dal meccanismo d'azione e dagli effetti farmacologici del cortisone. Un altro fatto che è importante sapere è che il trattamento con cortisone non deve mai essere interrotto bruscamente in quanto potrebbe causare gravi disturbi ormonali.

Quali alternative esistono al cortisone?

Dobbiamo distinguere due tipi di trattamento che possono essere eseguiti con farmaci antinfiammatori o corticosteroidi steroidei, ed è che un caso è che un unguento al cortisone viene applicato localmente per alcuni giorni per trattare l'infiammazione dermatologica e un altro caso molto diverso è che il cortisone è Somministrare per via orale come trattamento immunomodulatore a lungo termine.

Se il cortisone viene assunto per via orale e il trattamento proposto è di lunga durata, è importante utilizzare qualsiasi opzione che possa essere un'alternativa, sebbene ciò non sia possibile in tutti i casi.

Esistono molte alternative al cortisone che sono molto meno aggressive per l'organismo, tuttavia questo dipenderà da ciascun cane e dalla patologia che dovrebbe essere trattata.

Se al tuo cane è stato raccomandato un trattamento cronico con cortisone e non vuoi assumerti determinati rischi, la cosa migliore che puoi fare è andare da un veterinario olistico, un professionista che, oltre a gestire la medicina veterinaria, ha una conoscenza completa di altre terapie alternative che Sarà sempre considerata la prima linea di trattamento.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili agli effetti collaterali del cortisone nei cani, ti consigliamo di visitare la nostra sezione Altri problemi di salute.

Raccomandato

Perché il mio cane muove la zampa quando lo graffio?
2019
Gli alberi più lunghi nella penisola iberica
2019
Il mio gatto è molto possessivo nei miei confronti, cosa devo fare?
2019