Displasia dell'anca nei cani - Sintomi e trattamento

Vedi i file dei cani

La displasia dell'anca, chiamata anche displasia coxofemorale, è una malattia ossea che colpisce molti cani in tutto il mondo. È ereditario e non si sviluppa fino a 5-6 mesi se non si trova nella fase adulta. È una malattia degenerativa che può diventare così dolorosa per il cane che in uno stato avanzato la rende addirittura inabile.

Colpisce le razze di cani grandi o giganti, soprattutto se non hanno ricevuto dosi adeguate di calcio e minerali di cui hanno bisogno per una rapida crescita. Cattiva alimentazione, esercizio fisico estremo, sovrappeso e alterazioni ormonali possono favorire lo sviluppo di questa malattia. Tuttavia, può verificarsi anche a causa di cause genetiche e casuali.

Se sospetti che il tuo animale possa soffrire di questa malattia, continua a leggere questo articolo di milanospettacoli.com sulla displasia dell'anca nei cani insieme ai sintomi e al trattamento indicati per la malattia.

Cos'è la displasia dell'anca nei cani?

Il nome di displasia ha un'origine greca e il suo significato è quello di difficoltà nella formazione, motivo per cui la displasia dell'anca nei cani consiste in una malformazione dell'articolazione coxofemorale . L'articolazione dell'anca o coxofemorale è l'articolazione che unisce il femore (osso della coscia) con l'osso pelvico. La testa del femore ha la forma di una palla e si muove in una cavità concava dell'osso pelvico, chiamata acetabolo.

Durante la crescita dell'animale l'anca non adotta una forma armoniosa e adeguata, al contrario si sposta leggermente o eccessivamente ai lati, impedendo un movimento corretto che peggiora nel tempo. Come conseguenza di questa malformazione, il cane soffre di dolore e persino di zoppia, causandogli difficoltà nello sviluppare le sue attività di routine come sedersi o salire le scale.

Sebbene ci siano molti cani che possono trasportare nei loro geni questa malattia in molti casi non si sviluppa.

Razze predisposte alla displasia dell'anca

La displasia dell'anca può interessare tutti i tipi di cani, sebbene sia più comune svilupparsi in razze grandi o giganti . Dobbiamo cercare di prevenirlo informandoci bene delle esigenze del nostro animale domestico in ogni fase della sua vita.

Alcune razze di cani inclini alla displasia dell'anca sono:

  • Pastore tedesco
  • Pastore belga Malinois
  • Pastore belga di Tervueren
  • Mastino dei Pirenei
  • Mastino spagnolo
  • Mastino Napoletano
  • San Bernardo
  • Bovaro del Bernese
  • Segugio Italiano
  • Whippet
  • Golden Retriever
  • Rottweiler
  • Siberian Husky
  • Tier tierrier
  • Bulldog inglese
  • Bulldog francese
  • Bulldog americano

Cause e fattori di rischio di displasia dell'anca

La displasia coxofemorale è una malattia complessa perché è causata da molteplici fattori, sia genetici che ambientali. Sebbene sia ereditato, non è congenito, poiché non si verifica dalla nascita ma il cane lo sviluppa man mano che cresce.

I fattori che influenzano l'aspetto della displasia dell'anca nei cani sono:

  • Predisposizione genetica : sebbene i geni coinvolti nella displasia non siano ancora stati identificati, ci sono prove evidenti che si tratti di una malattia poligenica. Cioè, è causato da due o più geni diversi.
  • Crescita rapida e / o obesità : un'alimentazione scorretta può favorire lo sviluppo della malattia. Dare al cucciolo un sacco di cibo ipercalorico può portare a una rapida crescita che lo predispone a soffrire di displasia dell'anca. L'obesità nei cani può anche favorire lo sviluppo della malattia, sia nei cani adulti che nei cuccioli.
  • Esercizi inappropriati : i cani in crescita devono giocare ed esercitarsi per liberare le loro energie, sviluppare il loro coordinamento e socializzare. Tuttavia, gli esercizi che incidono sulle articolazioni possono causare danni, soprattutto nella fase di crescita. Pertanto, i salti sono sconsigliati nei cani che non hanno ancora completato il loro sviluppo. Succede lo stesso anche nei cani anziani che devono esercitarsi senza risentirsi le ossa. Un eccesso di attività può supporre la comparsa di questa malattia.

Mentre una rapida crescita, l'obesità e esercizi inappropriati possono favorire lo sviluppo della malattia, il fattore critico è genetico .

Per questo motivo, la malattia è più comune in alcune razze di cani tra cui si trovano solitamente razze grandi e giganti, come San Bernardo, Mastino Napoletano, Pastore tedesco, Labrador, Golden Retriever e Rottweiler.

Tuttavia, alcune razze di medie e piccole dimensioni sono anche molto inclini a questa malattia. Tra queste razze ci sono il bulldog inglese (una delle razze che hanno maggiori probabilità di sviluppare displasia coxofemorale), il carlino e lo spaniel. Al contrario, nei levrieri la malattia è quasi inesistente.

In ogni caso, bisogna tenere presente che, essendo una malattia ereditaria ma influenzata dall'ambiente, l'incidenza di essa può variare notevolmente. Naturalmente, la displasia dell'anca si verifica anche nei cani ibridi.

Sintomi di displasia dell'anca nei cani

I sintomi della displasia dell'anca tendono ad essere meno evidenti quando la malattia inizia a svilupparsi e diventa più intensa ed evidente quando il cane invecchia e i suoi fianchi si deteriorano. I sintomi sono:

  • quiescenza
  • Mi rifiuto di giocare
  • Mi rifiuto di salire le scale
  • Mi rifiuto di correre e saltare
  • zoppaggine
  • Difficoltà a muovere le zampe posteriori
  • Movimenti di "salto del coniglio"
  • infradito
  • Rigidità dell'anca
  • Rigidità alle zampe posteriori
  • Dolore all'anca
  • Dolore pelvico
  • atrofia
  • Clic udibili
  • Difficoltà ad alzarsi
  • aumento dei muscoli delle spalle
  • Curvo indietro

Questi sintomi possono essere costanti o intermittenti . Inoltre, di solito peggiorano dopo che il cane gioca o fa esercizio fisico. Se rilevi uno di questi sintomi, ti consigliamo di andare dal veterinario per gli esami ecografici e certificare se il cane ha davvero questa malattia.

Soffrire di displasia dell'anca non significa la fine delle routine quotidiane del tuo cane. È vero che devi seguire alcune linee guida e suggerimenti che possono cambiarti la vita, ma la verità è che, con i medicinali che il tuo veterinario raccomanda o con l'omeopatia, il tuo cane può migliorare la sua qualità di vita e continuare a godere molto del tempo con te.

Diagnosi di displasia dell'anca nei cani

Se il tuo cane presenta alcuni dei sintomi descritti, potrebbe avere displasia dell'anca e dovresti portarlo dal veterinario per fare la diagnosi corrispondente. Durante la diagnosi, il veterinario palperà e manipolerà i fianchi e il bacino, oltre a richiedere una radiografia di quella zona . Inoltre, puoi richiedere esami del sangue e delle urine. Il risultato di tale diagnosi indicherà se la condizione è la displasia dell'anca o un'altra malattia .

Tieni presente che il dolore e la difficoltà di movimento dipendono più dall'infiammazione e dal danno dell'articolazione che dal grado di displasia stessa. Pertanto, alcuni cani che presentano lieve displasia nell'analisi radiografica possono soffrire molto di dolore, mentre altri che hanno displasia grave possono essere meno dolenti.

Trattamento della displasia dell'anca nei cani

Sebbene la displasia dell'anca non abbia cura, ci sono trattamenti che aiutano ad alleviare il dolore e migliorare la qualità della vita del cane malato. Questi trattamenti possono essere medici (non chirurgici) o chirurgici. Per decidere quale trattamento seguire, devono essere considerati l'età del cane, le sue dimensioni, la salute generale e il grado di danno all'anca. Naturalmente, anche le preferenze del veterinario e il costo dei trattamenti entrano in gioco nel processo decisionale.

Trattamento medico per displasia dell'anca nei cani

Il trattamento medico è generalmente consigliato per i cani con displasia lieve e per coloro che per diversi motivi non possono essere operati . Di solito richiede la somministrazione di farmaci antinfiammatori e analgesici, la somministrazione di condroprotettori (farmaci che proteggono la cartilagine), la limitazione dell'esercizio, il controllo del peso e una dieta rigorosa.

Può anche essere integrato con fisioterapia, idroterapia e massaggi per alleviare i dolori articolari e rafforzare i muscoli.

Trattamento chirurgico della displasia dell'anca nei cani

Il trattamento medico ha lo svantaggio che deve essere seguito per tutta la vita del cane e che non elimina la displasia, ma semplicemente ne ritarda o ne interrompe lo sviluppo . Tuttavia, in molti casi questo non è molto complicato ed è sufficiente per il cane godere di una buona qualità della vita.

Il trattamento chirurgico è raccomandato quando il trattamento medico non dà risultati o quando il danno articolare è molto grave . Uno dei vantaggi del trattamento chirurgico è che una volta terminata l'assistenza post-operatoria, non è necessario mantenere un trattamento rigoroso per il resto della vita del cane. Tuttavia, si dovrebbe anche tenere conto del fatto che l'intervento chirurgico presenta i propri rischi e che alcuni cani possono presentare dolore dopo di esso.

Il trattamento curativo per eccellenza è la tripla osteotomia pelvica che consiste nel rimodellamento chirurgico delle ossa, fornendo così un'unione artificiale attraverso una piastra che mantiene correttamente le ossa in posizione senza consentire al femore di muoversi.

Ci sono altri casi in cui questo tipo di lavoro non può essere svolto, parliamo di casi incurabili. Per loro abbiamo trattamenti palliativi come l'artroplastica a causa dell'eccesso della testa del femore, che consiste nel rimuovere la testa del femore, permettendo così la formazione artificiale di una nuova articolazione.

Evita il dolore ma riduce la gamma dei movimenti e può generare anomalie quando cammina, anche se dà al cane una qualità di vita decente. Inoltre, esiste anche la possibilità di sostituire l'articolazione dell'anca con una protesi artificiale.

Displasia dell'anca nei cani e loro prognosi

Se la displasia dell'anca non viene trattata, il cane soffre di una vita di dolore e disabilità . Per i cani che raggiungono livelli molto avanzati di displasia dell'anca, la vita diventa un'agonia molto lunga.

Tuttavia, la prognosi medica per i cani che ricevono un trattamento in tempo è di solito molto buona. Questi cani possono vivere una vita molto felice e sana, anche se con alcune restrizioni sulla dieta e sull'esercizio fisico.

Prevenzione della displasia dell'anca

Poiché la displasia dell'anca è una malattia causata dall'interazione dei geni e dell'ambiente, l'unico vero modo per prevenirla e sradicarla è impedire la riproduzione dei cani displastici . Questo è il motivo per cui i pedigree dei cani di alcune razze indicano se il cane è libero dalla malattia o dal grado di displasia che ha.

Ad esempio, l'International Cynological Federation (FCI) utilizza la seguente classificazione basata sulle lettere, dalla A alla E:

  • A (Normale) Senza displasia dell'anca.
  • B (Transizione) Ci sono piccole indicazioni sulla radiografia, ma non sono sufficienti per confermare la displasia.
  • C (lieve) displasia dell'anca lieve.
  • D (Medio) La radiografia mostra la displasia dell'anca media.
  • E (grave) Il cane ha una displasia grave.

I cani che hanno displasia con gradi C, D ed E non dovrebbero essere usati nei terreni di riproduzione, poiché è molto probabile che trasmettano geni portatori di malattie.

D'altra parte, dobbiamo sempre stare attenti all'esercizio fisico e all'obesità del nostro animale domestico. Questi due fattori sono chiaramente influenti nell'aspetto della displasia dell'anca.

Cura di un cane con displasia dell'anca

Anche se il tuo cane soffre di displasia dell'anca, puoi migliorare considerevolmente la sua qualità di vita se ti prendi cura di lui come merita. In questo modo, e seguendo alcune linee guida, il tuo cane può continuare a svolgere le sue attività di routine, sì, con più calma di prima.

  1. Una delle proposte che funzionano meglio è nuotare sia in spiaggia che in piscina. In questo modo il cane sviluppa i muscoli che circondano le articolazioni senza logorarli. Un paio di volte a settimana sarà sufficiente.
  2. Non smettere di portare a spasso il tuo cane perché soffre di displasia. Riduce il tempo di camminata ma aumenta i tempi di eliminazione, è molto importante che tra tutte le camminate insieme si aggiungano almeno 60 minuti di esercizio.
  3. Se il tuo cane è obeso, è molto importante risolverlo il prima possibile. Ricorda che il cane sostiene il peso sull'anca e questo problema potrebbe aggravare la displasia. Cerca nel mercato alimenti leggeri ed evita spuntini ricchi di grassi. Scopri su milanospettacoli.com come far dimagrire il tuo cane.
  4. Portalo dal veterinario per controlli periodici per verificare che le tue condizioni di salute non peggiorino. Seguire i consigli forniti dallo specialista.
  5. Se senti molto dolore, puoi provare ad alleviare i sintomi attraverso massaggi o borse di acqua calda in inverno.
  6. Ci sono sedie a rotelle ergonomiche per cani affetti da displasia. Se il tuo sta seguendo un trattamento conservativo, potresti beneficiare di questo sistema.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili alla displasia dell'anca nei cani - Sintomi e trattamento, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Malattie ereditarie.

Raccomandato

Alimentazione del cane lupo cecoslovacco
2019
Vivaio fatto con bottiglie di bambù e plastica
2019
Ricard Jardins
2019