Differenze tra piante sempreverdi e piante decidue

Arriva l'autunno e gli alberi iniziano a cambiare colore, passando dall'essere verde all'essere giallo o marrone e persino rosso. Arriva l'inverno e tutte le sue foglie si spogliano e scompaiono i suoi colori intensi. Ma aspetta un momento, ci sono alberi verdi nonostante il freddo fuori, come può essere? Bene, se ti sei mai posto questa domanda, la risposta è che quello che vedi sono gli adattamenti delle piante alle condizioni ambientali. In base a ciò, le piante decidue e sempreverdi possono essere differenziate. Parliamo delle differenze tra piante sempreverdi e decidue per capire meglio perché vediamo questi contrasti di colore durante l'anno.

Cosa sono le foglie decidue?

Le piante decidue o decidue sono quelle le cui foglie cadono quando arriva la stagione sfavorevole (di solito inverno). Il tempo sfavorevole è generalmente quello in cui ci sono meno nutrienti disponibili e meno ore di luce.

Le foglie sono gli organi fotosintetici per eccellenza delle piante, cioè sono responsabili della fornitura di materia organica alla pianta attraverso la fotosintesi. Durante l'inverno ci sono meno ore di luce e le piante non riescono a produrre abbastanza cibo, quindi la produzione di fotosintesi è inferiore e alla fine la foglia si perde.

Il colore verde delle foglie è dovuto alla presenza di clorofilla nelle cellule vegetali. Normalmente le foglie prima di cadere diventano gialle, il che significa che la pianta ha smesso di produrre clorofilla. Grazie alla clorofilla, le piante possono fare la fotosintesi, quindi se non c'è clorofilla, non c'è fotosintesi.

Inoltre, le piante hanno sostanze che regolano i processi interni, ormoni vegetali o fitoormoni. L'acido abissico (ABA) è un fitoormone che è coinvolto nei processi di caduta delle foglie. La pianta rileva che le condizioni dell'ambiente sono sfavorevoli e inizia a sintetizzare ABA che viene trasportato alle foglie, quando le foglie contengono una grande quantità di ABA, la foglia infine cade.

La caduta delle foglie è un adattamento all'ambiente in cui vivono. Normalmente le foreste atlantiche sono decidue.

Cosa sono le piante sempreverdi?

I sempreverdi sono quelli le cui foglie non si staccano durante il tempo sfavorevole. Questi alberi cambiano anche le foglie per tutta la vita, ma non lo fanno con la stessa frequenza di quelle decidue e inoltre il cambiamento delle foglie non deve avvenire nel tempo sfavorevole. I sempreverdi sono quelli che durano almeno due anni nella pianta.

Ricordando quanto sopra, se la caduta delle foglie è un adattamento all'ambiente, lo è anche il mantenimento delle foglie nel tempo sfavorevole. Cambiando tutto il fogliame, ogni anno è un compito che richiede un grande dispendio energetico per la pianta e, a seconda delle condizioni in cui vivi, puoi farlo o no. I sempreverdi preferiscono tenere le foglie in inverno o durante la stagione sfavorevole perché devono nutrirsi in ogni momento. Tuttavia, le piante decidue dovrebbero fare un grande sforzo energetico per mantenere vive le loro foglie in condizioni sfavorevoli, quindi preferiscono liberarsene ed entrare in uno stato di dormienza, e quando arriva la stagione favorevole e le condizioni ambientali sono migliori Possono ricrescere il loro fogliame.

Le piante sempreverdi devono sopportare le cattive condizioni ambientali della stagione sfavorevole. Per fare questo, hanno sviluppato una serie di adattamenti . Alcune foglie come quelle delle querce sono piccole e hanno peli per evitare il congelamento negli inverni freddi e la perdita di acqua nelle estati calde. I pini, ad esempio, hanno trasformato le loro foglie in aghi appuntiti a forma di ago che sono anche duri a causa della presenza di cere che li proteggono dal freddo.

Le piante normalmente sempreverdi si trovano in zone con climi costanti, sia fredde che calde. Ad esempio, piante tropicali o piante di alta montagna, entrambe hanno foglie sempreverdi. Tuttavia, le piante decidue si trovano in climi in cui vi sono periodi più favorevoli e meno favorevoli.

Cosa sono le piante marcescenti e semi-decidue

Infine, vale la pena notare l'esistenza di altri due tipi di foglie . Potremmo dire che è uno stato intermedio tra i due precedenti: sono le piante di foglie marcescenti e semi-decidue :

  • Le piante di foglie marcescenti sono quelle che rinnovano il fogliame ogni anno, ma non lo fanno nei periodi sfavorevoli. È un adattamento ai climi con gelate tardive. Le foglie di queste piante perdono la loro funzionalità nei periodi sfavorevoli, tuttavia le mantengono per tutto l'inverno fino al nuovo momento favorevole. Questo li aiuta a proteggere i nuovi germogli che formeranno le foglie, sia dalle gelate tardive che dagli erbivori, poiché non hanno un buon sapore. Una volta che le condizioni ambientali sono arrivate, le nuove foglie spingono quelle precedenti e cadono.
  • Le piante semi-decidue sono quelle che rallentano la crescita delle loro foglie quando le condizioni diventano sfavorevoli. Possono generare fogli più piccoli, cambiarne il colore o eliminarli definitivamente. Quando le condizioni migliorano, la crescita riprende e diventa di nuovo verde.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Differenze tra piante sempreverdi e piante decidue, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di piante da esterno.

Raccomandato

Nomi di gatti famosi
2019
I migliori addestratori di cani a casa a Barcellona
2019
Suggerimenti per l'adozione di un coniglio
2019