Differenze tra leoni marini, foche e trichechi

Sia un leone marino, un sigillo o un tricheco sono mammiferi carnivori appartenenti alla superfamiglia pinniped, quindi hanno molte caratteristiche comuni, ma anche altri che li differenziano. All'interno di questa superfamiglia, i tre sono divisi in tre famiglie: gli otáridos (leoni marini), i fócidos (foche) e gli odobénidos (trichechi). Come a volte possono sembrare molto simili a causa del loro aspetto, in base alla loro età o sesso, in questo articolo, parleremo delle differenze tra leoni marini, foche e trichechi . Prendi nota e impara a differenziarli tutti facilmente.

Caratteristiche dei leoni marini o dei leoni marini

Come abbiamo detto all'inizio, il leone marino è un mammifero pinniped. Il leone marino ha un corpo molto adatto a conservare il calore, poiché vive sommerso a temperature molto basse. Questa caratteristica è dovuta a uno spesso strato di grasso sotto la pelle e serve a immagazzinare energia, ma anche a nuotare. Inoltre, hanno la coda più divisa rispetto ai loro parenti, quindi la usano meglio sulla terra per muoversi rispetto a loro, e hanno orecchie piccole, come si vede nella foto, mentre gli altri due animali non hanno.

Il leone marino è in grado di immergersi a 200 metri di profondità e rimanere fino a 40 minuti senza respirare, poiché sono mammiferi e hanno bisogno di respirare aria e non sott'acqua, e possono raggiungere fino a 40 km / h nuotando, anche se a terra Sono molto più lenti e trascorrono ore sdraiati al sole.

Sono animali che vivono in colonie, ma possono combattere l'un l'altro, perché sono animali molto territoriali e per problemi di accoppiamento. Le femmine partoriscono dopo 11 mesi di gestazione. Il suo territorio di distribuzione è molto vario, ma sempre molto vicino alle coste, potendo essere trovato in Nuova Zelanda, Canada e Giappone, tra le altre aree. Anche se ci sono anche specie che vivono in acque meno fredde, quindi hanno una percentuale di grassi inferiore rispetto ai loro parenti e abitano le acque costiere del Messico, San Francisco e le Isole Galapagos, tra gli altri luoghi.

La sua dieta è carnivora, si nutre di calamari, pinguini, pesci, foche o uccelli e i suoi principali predatori sono orche e grandi squali.

Caratteristiche di tenuta

I sigilli sono mammiferi marini chiamati pinnipedi della famiglia Phocid, molto adattati alla vita acquatica, sebbene possano anche vivere brevi periodi sulla terra. Sono animali che mancano di un padiglione uditivo o orecchie e con gli arti posteriori rivolti indietro, che servono a nuotare. Sono proprio queste estremità che le differenziano dai leoni marini.

Il corpo del sigillo è molto allungato e con arti anteriori corti e appiattiti che usano come pinne. Un'altra differenza con i leoni marini è che la loro pelliccia è più corta (e talvolta assente), ma di solito è più densa quando sono adulti. Poiché i lupi o i leoni marini hanno uno strato di grasso sotto la pelle, che nel caso del sigillo è così spesso che può costituire fino a un quarto del suo peso.

Anche l'area di distribuzione dei sigilli è estesa, sebbene di solito preferiscano le zone più fredde a quelle calde. Le foche nelle zone fredde si nutrono di più (per mantenere il grasso corporeo) rispetto a quelle che vivono nelle zone più calde. Di solito vivono in zone vicine alla costa e le foche nei climi caldi sono le più minacciate.

Le foche sono animali carnivori che si nutrono di molti tipi di pesci, ma anche calamari, crostacei o polpi. Sono animali con una buona vista e che rilevano bene le loro prede, che catturano con i loro grandi denti. I suoi più grandi predatori sono le balene e gli squali, sebbene la sua più grande minaccia sia l'essere umano. Ti consigliamo di leggere questo altro articolo sui sigilli in via di estinzione.

Caratteristiche del tricheco

I trichechi sono mammiferi marini pinniped della famiglia degli odobenidi. Sia le femmine che i maschi hanno zanne grandi e lunghe (più lunghe nei maschi), che usano per difendersi, combattere nel caldo del calore e muoversi in aree boscose e ghiacciate. La loro pelle è di solito marrone chiaro o marrone, ma nelle acque più fredde acquisiscono un colore bianco e in acque calde, un colore rosa. I trichechi più lunghi perdono progressivamente colore, fino a diventare più bianchi. I trichechi hanno anche uno strato di grasso sotto la pelle. Inoltre, i trichechi hanno fino a 700 baffi (o vibrisas) attorno al muso.

I trichechi sono animali carnivori, che si nutrono di gamberi, granchi, molluschi, crostacei, gasteropodi, cetrioli di mare, vongole e altri animali morbidi. Inoltre, possono nutrirsi di corpi di foca. Dal momento che non hanno un buon senso della vista, usano le loro vibrazioni per rilevare la loro preda. I suoi più grandi predatori sono gli orsi polari e le orche, sebbene l'uomo sia una delle sue maggiori minacce.

Si riproducono sott'acqua e la loro gestazione dura tra 15 e 16 mesi. Dopo l'elefante di mare, sono i più grandi pinnipedi.

Principali differenze tra leoni marini, foche e trichechi

Come vediamo, queste tre famiglie hanno caratteristiche comuni e altre che le differenziano. Queste sono le principali differenze tra leoni marini, foche e trichechi :

  • Per quanto riguarda le dimensioni, i trichechi sono di gran lunga i più grandi dei tre, mentre i più piccoli sono i sigilli.
  • I leoni marini sono i più sociali dei tre.
  • Inoltre, i trichechi hanno grandi zanne che non hanno né foche né leoni marini.
  • I leoni marini hanno più pelo sui loro corpi, orecchie piccole e vivono sulla terra per stagioni.
  • I sigilli non hanno orecchie, hanno come piccoli buchi in vista che sono l'ingresso alle loro orecchie, ma hanno gli arti posteriori che li rendono molto adattati all'ambiente acquatico.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Differenze tra leoni marini, foche e trichechi, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di animali selvatici.

Raccomandato

La cura per il diabete di tipo 1 nei cani
2019
Perché il mio cane ha gli occhi rossi?
2019
Ipoglicemia nei cani - Cause, sintomi e trattamento
2019