Differenze tra conigli e lepri

Esistono molte differenze tra conigli e lepri, tuttavia la classificazione tassonomica è fondamentale per determinare in che modo queste due leporidi differiscono dalla morfologia atletica, dalle orecchie lunghe e dagli arti posteriori forti. Allo stesso modo, approfondiremo anche le caratteristiche e il comportamento di entrambi gli animali, come la morfologia, l'habitat o la riproduzione tra gli altri.

Non sai come distinguere conigli e lepri? In questo articolo di milanospettacoli.com ti invitiamo a conoscere le differenze tra conigli e lepri, continua a leggere, alcune delle curiosità che abbiamo citato ti sorprenderanno.

La famiglia di conigli e lepri

La prima delle differenze tra conigli e lepri si trova quando si analizza la tassonomia di entrambi gli animali. Come ti abbiamo detto, i conigli e le lepri appartengono alla famiglia dei leporidi ( Leporidae ) che ha più di cinquanta specie di animali raggruppate in undici generi.

Le lepri sono le 32 specie che appartengono al genere Lepus :

  • Lepus alleni
  • Lepus americanus
  • Lepus arcticus
  • Lepus othus
  • Lepus timidus
  • Lepus californicus
  • Lepus callotis
  • Lepus capensis
  • Lepus flavigularis
  • Lepus insularis
  • Lepus saxatilis
  • Lepus tibetanus
  • Lepus tolai
  • Lepus castroviejoi
  • Lepus comus
  • Lepus coreanus
  • Lepus corsicanus
  • Lepus europaeus
  • Lepus mandschuricus
  • Lepus oiostolus
  • Lepus starcki
  • Lepus townsendii
  • Lepus fagani
  • Lepus microtis
  • Lepus hainanus
  • Lepus nigricollis
  • Lepus peguensis
  • Lepus sinensis
  • Lepus yarkandensis
  • Lepus brachyurus
  • Lepus habessinicus

I conigli, invece, sono tutti quegli animali che appartengono alla famiglia dei leporidi, ad eccezione delle specie appartenenti al genere Lepus . Pertanto, consideriamo i conigli di tutte quelle specie che appartengono ai restanti 10 generi della famiglia Leporidae : Brachylagus, Bunolagus, Caprolagus, Nesolagus, Oryctolagus, Pentalagus, Poelagus, Pronolagus, Romerolagus e Sylvilagus .

Differenze tra conigli e lepri - Habitat

Le lepri europee ( Lepus europaeus ) sono distribuite in Gran Bretagna, Europa occidentale, Medio Oriente e Asia centrale. Tuttavia, gli esseri umani li hanno anche introdotti artificialmente in altri continenti. Questi animali creano nidi di erba appiattiti e preferiscono campi aperti e praterie per vivere.

Al contrario, i conigli europei ( Oryctolagus cuniculus ) sono presenti nella penisola iberica, piccole aree della Francia e del Nord Africa. Sono presenti anche in altri continenti a causa dell'intervento umano. Questi animali scavano per formare complesse tane, principalmente in foreste e campi con arbusti. Preferiscono vivere vicino al livello del mare, in aree di terreno soffice e sabbioso.

A differenza delle lepri, i conigli hanno imparato a convivere con gli umani. Fuggono dai campi di coltivazione, dove vengono distrutte le loro tane. Questi fatti hanno inconsciamente e inavvertitamente favorito la colonizzazione di conigli in nuove aree.

Differenze tra conigli e lepri - Morfologia

La morfologia è un altro aspetto importante da considerare quando si parla delle differenze tra conigli e lepri.

Le lepri europee hanno 48 cromosomi. Sono leggermente più grandi dei conigli, poiché hanno una lunghezza media di 68 cm . Mostrano un mantello marrone giallastro o marrone grigiastro . La parte interna del mantello è bianco grigiastro. La coda è nera nella parte superiore e bianca grigiastra nella parte inferiore. Le loro orecchie misurano circa 98 mm e presentano macchie nere. Una caratteristica degna di nota è il suo cranio articolato .

Non c'è dimorfismo sessuale che differenzia le femmine dai maschi a occhio nudo, inoltre, in inverno cambiano la loro pelliccia, diventando bianco grigiastro . Sono animali atletici, che possono raggiungere i 64 km / ora e fare salti fino a 3 metri di altezza.

I conigli europei hanno 44 cromosomi. Sono più piccoli delle lepri e hanno orecchie più corte. Misurano circa 44 cm di lunghezza e possono pesare tra 1, 5 e 2, 5 kg. Tuttavia, le dimensioni e il peso possono variare notevolmente a seconda della razza quando parliamo di razze di conigli domestici.

Il mantello dei conigli selvatici può combinare toni grigiastri, neri, marroni o rossi, combinati con una pelliccia interna grigio chiaro e una coda bianca. Le orecchie sono corte, così come le loro gambe, e mostrano gli arti molto meno potenti delle lepri.

Il coniglio europeo ( Oryctolagus cuniculus ) è l' antenato di tutti i conigli domestici che conosciamo oggi, che superano le 80 razze riconosciute dalle varie federazioni mondiali.

Differenze tra conigli e lepri - Comportamento

Le lepri europee sono sole, crepuscolari e notturne . Durante il giorno possiamo osservarli solo durante la stagione degli amori. Questi animali sono attivi tutto l'anno, principalmente di notte, ma durante le ore di sole cercano aree depresse di terra per fare il "letto" e riposare.

Sono in preda a vari animali predatori, come volpi, lupi, coyote, gatti selvatici, falchi e gufi. Grazie ai loro eccellenti sensi della vista, dell'olfatto e dell'udito, le lepri rilevano rapidamente qualsiasi minaccia. Quindi raggiungono una grande velocità e sono in grado di schivare i predatori con bruschi cambi di direzione.

Comunicano attraverso grugniti, chiamate gutturali e digrignamento dei denti, che viene interpretato come un segnale di allarme. Le lepri di solito fanno anche una chiamata acuta quando sono ferite o intrappolate.

D'altro canto, i conigli europei sono animali gregari, crepuscolari e notturni . Rimangono in tane molto elaborate, specialmente grandi e complesse. Le tane ospitano da 6 a 10 individui di entrambi i sessi. I maschi sono particolarmente territoriali durante la stagione riproduttiva.

I conigli sono molto più silenziosi delle lepri. Tuttavia, sono in grado di emettere grida forti quando sono spaventati o feriti. Comunicano anche con segni, odori e colpendo le gambe a terra, un sistema che aiuta i membri della colonia a notare un pericolo imminente.

Differenze tra conigli e lepri - Cibo

L'alimentazione di lepri e conigli è molto simile, perché in entrambi i casi si parla di animali erbivori. Inoltre, entrambi eseguono la coprofagia, cioè il consumo delle proprie feci, che consente loro di assorbire tutti i nutrienti necessari dal cibo.

Le lepri si nutrono principalmente di erba e colture, anche se in inverno ingeriscono anche rami, germogli e corteccia di arbusti, piccoli alberi e alberi da frutto. Da parte loro, i conigli ingeriscono erba, foglie, germogli, radici e corteccia d'albero.

Differenze tra conigli e lepri - Riproduzione

Una delle differenze più notevoli tra conigli e lepri può essere vista dopo la nascita della prole. Mentre le lepri sono precoci (i cuccioli nascono completamente sviluppati, pronti a rialzarsi e ad esercitare le funzioni di individui adulti) i conigli sono altrui (i cuccioli nascono ciechi, sordi e senza peli, completamente a seconda dei loro genitori) . Allo stesso modo, ci sono più differenze:

Le lepri si riproducono in inverno, in particolare nei mesi di gennaio e febbraio, nonché in piena estate. La sua gestazione dura in media 56 giorni e la dimensione della cucciolata può variare notevolmente, essendo tra 1 e 8 individui . Lo svezzamento si verifica quando i lebrati raggiungono il mese di vita e la loro maturità sessuale raggiunge circa 8 o 12 mesi di età.

I conigli possono riprodursi tutto l'anno, anche se di solito lo fanno durante i primi due trimestri. La gestazione è più breve, con una media di 30 giorni e la dimensione della cucciolata è più stabile, tra 5 e 6 individui . I conigli sono noti per la loro grande capacità riproduttiva, in quanto possono avere diverse cucciolate all'anno. I gazebo vengono svezzati a un mese di vita e raggiungono la maturità sessuale a 8 mesi di vita. A differenza delle lepri, la mortalità dei conigli selvatici è di circa il 90% durante il primo anno di età.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Differenze tra conigli e lepri, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

bibliografia
  • Wilson, DE e Reeder, DM (a cura di). (2005). Specie mammarie del mondo: un riferimento tassonomico e geografico (Vol. 1). JHU Premere
  • White, JA (1991). Leporinae nordamericane (Mammalia: Lagomorpha) dal tardo Miocene (Clarendonian) all'ultimo Pliocene (Blancan). Journal of Vertebrate Paleontology, 11 (1), 67-89.
  • White, JA (1988). Le Archaeolaginae (Mammalia, Lagomorpha) del Nord America, esclusi Archaeolagus e Panolax. Journal of Vertebrate Paleontology, 7 (4), 425-450.
  • Bansfield, A. 1974. Mammals of Canada . Toronto: Pressa dell'Università di Toronto.
  • Bonino, N., A. Montenegro. 1997. Riproduzione della lepre europea in Pantagonia, Argentina. Acta Theriologica, 42 (1): 47-54.
  • Broekhuizen, S., F. Maaskamp. 1980. Comportamento di do e leve della lepre europea (Lepus europaeus) durante l'allattamento. J. Zool. Lond ., 191: 487-501.
  • Caillol, M., M. Meunier, M. Mondain-Monval, P. Simon. 1988. Variazioni stagionali delle dimensioni del testicolo, livelli basali di testosterone e LH e risposta ipofisaria all'ormone luteinizzante che rilascia ormone nella lepre marrone, Lepus europaeus. Can. J. Zool ., 67: 1626-1630.
  • Dragg, A. 1974. Mammiferi dell'Ontario . Waterloo, Ontario: Otter Press.
  • Hall, E., K. Kelson. 1959. Mammiferi del Nord America . New York: The Ronald Press Co ..
  • Hamilton, W., J. Whitaker. 1943. Mammiferi degli Stati Uniti orientali . 2a ed. Ithica, NY: Cornell University Press.
  • Lincoln, G. 1974. Riproduzione e marcia della follia nella lepre marrone, Lepus europaeus. J. Zool. Lond ., 174: 1-14.
  • Peterson, R. 1966. I mammiferi del Canada orientale . Oxford University Press.
  • Poli, A., M. Nigro, D. Gallazi, G. Sironi, A. Lavazza. 1991. Epatosi acuta nella lepre marrone europea (Lepus europaeus) in Italia. Journal of Wildlife Diseases, 27 (4): 621-629.
  • Banks, R. 1989. "Conigli: modelli <

Raccomandato

Perché i corvi squawk
2019
Perché i gatti gettano le cose sul pavimento?
2019
Animali che respirano attraverso le branchie
2019