Differenza tra biotico e abiotico

All'interno di qualsiasi ecosistema, vengono combinati una serie di fattori che interagiscono per mantenere l'equilibrio in quell'ecosistema e globalmente, cioè tra ecosistemi. Tra questi, differenziamo fattori biotici come quegli organismi che sono vivi, da fattori abiotici o elementi non viventi dell'ecosistema.

In questo articolo, spieghiamo qual è la differenza tra biotico e abiotico, le loro definizioni e il modo in cui interagiscono tra loro.

Definizione di biotici, esempi e fattori

I fattori biotici di un ecosistema sono tutti quegli esseri che ne fanno parte e che hanno vita. Per essere considerati organismi viventi devono essere formati da almeno una cellula e svolgere funzioni vitali, come qualsiasi organismo vivente: nutrizione (incluso il respiro), interazione (compresi tutti i processi relazionali) e riproduzione. In questo modo, qualsiasi fattore biotico ha la capacità di nutrirsi, interagire con l'ambiente circostante e avere una prole che garantisce la continuità della specie.

Pertanto, classifichiamo i fattori biotici nella produzione, nel consumo e nella decomposizione degli organismi. Al loro interno, li dividiamo nei cinque regni biologici :

  • Il regno degli Animalia , formato da tutti gli animali.
  • Il regno di Plantae , formato da tutti gli organismi vegetali.
  • Il regno dei funghi , che è formato da funghi.
  • Il regno di Monera , che è composto da microrganismi come batteri o virus.
  • Il regno protista , che è formato da quelle cellule eucariotiche, ma che non sono classificate nei regni di funghi, animalia o plantae.

Definizione di abiotico, esempi e fattori

Sono quei fattori che non sono esseri viventi, non hanno una propria vita o sono inerti. Non svolgono le funzioni vitali di alcun organismo vivente, tuttavia sono molto importanti, poiché formano lo spazio fisico in cui vivono i fattori biotici o gli organismi viventi, cioè che non potrebbero esistere fattori biotici senza questi fattori inerti o senza vita .

Questi fattori possono essere suddivisi in fattori naturali e artificiali . Quelli naturali sono quelli che fanno parte del nostro pianeta in modo naturale come aria, luce, suolo, acqua o rocce e fattori artificiali sono quelli che sono il prodotto dell'attività umana come il marmo o una bottiglia plastica. Inoltre, alcuni fattori biotici possono diventare fattori abiotici, come l'esempio di un organismo vivente che muore e diventa una materia che arricchisce il suolo.

Altri fattori abiotici più complessi dei precedenti sono il clima, la temperatura, l'umidità, il pH o la presenza di stagioni diverse e sono più complessi, poiché dipendono dall'interazione di altri fattori multipli. Questi fattori influenzano anche l'ecosistema e gli esseri che vivono in esso.

I fattori abiotici e biotici stanno influenzando i fattori

I fattori abiotici influenzano tutti i fattori viventi di un ecosistema, essendo in grado di diventare fattori limitanti per la crescita di una specie, limitando così (direttamente o indirettamente) la sua sopravvivenza e riproduzione. Pertanto, stanno determinando i fattori riguardanti il ​​tipo e il numero di organismi in grado di abitare quel particolare ecosistema. I fattori abiotici influenzano il corpo stesso, gli altri esseri viventi, le loro relazioni e i rifiuti che generano.

Un semplice esempio di interazione tra fattori biotici e abiotici è quello delle piante con fattori come acqua, luce solare o anidride carbonica disponibile. Le piante usano l'acqua per sopravvivere e la luce solare e l'anidride carbonica per creare il proprio cibo attraverso la fotosintesi.

Un altro esempio, alcuni ecosistemi subiscono inverni con temperature molto basse e molta neve. Alcuni animali, come la volpe artica, si adattano a questi fattori abiotici grazie allo sviluppo di uno spesso strato di capelli bianchi durante i periodi più freddi.

Anche i fattori biotici influenzano i fattori . Ad esempio, organismi in decomposizione come batteri o funghi scompongono resti di organismi inerti. Questo è un meccanismo che riesce a restituire i componenti di questi organismi sulla terra, che a sua volta ritorna successivamente agli esseri viventi, chiudendo così il ciclo.

In sintesi, tutti gli ecosistemi del pianeta sono formati da fattori sia biotici che abiotici e questi non sono fattori statici, ma interagiscono tra loro per dare origine alle condizioni di tale ecosistema. Ad esempio, nell'immagine qui sotto possiamo vedere fattori abiotici come l'acqua di mare, la sabbia della spiaggia e l'aria stessa, che consentono a fattori biotici come palme e gabbiani di vivere in un ambiente. adatto a loro.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Differenza tra biotico e abiotico, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Altro ambiente.

Raccomandato

Perché l'idrogeno non funziona come carburante per veicoli?
2019
Delfini in pericolo di estinzione
2019
Frasi sull'ambiente per i bambini
2019