Differenza tra biosfera, ecosistema ed ecosistema

I termini biosfera, ecosfera ed ecosistema si riferiscono a concetti molto simili relativi all'ambiente. Sono spesso confusi, ma la verità è che ci sono grandi differenze tra i tre. In realtà, sono strettamente correlati, ma se vogliamo imparare e conoscere bene di cosa stiamo parlando quando ci riferiamo a questi termini in ecologia o questioni ambientali, è necessario consultare le definizioni reciproche e imparare a cosa si riferiscono in queste aree.

Per conoscere la differenza tra biosfera, ecosistema ed ecosistema, leggi l'articolo seguente di.

Cos'è la biosfera: definizione e caratteristiche

Il termine biosfera fu coniato dal geologo inglese Eduard Suess (1831-1914) e dal fisico Vladimir l. Vernadsky (1863-1945). Si riferisce a uno dei quattro strati del pianeta (biosfera, idrosfera, litosfera e atmosfera).

In questo strato, la biosfera, è dove la vita vive e si sviluppa (dal bios greco = vita e sphaira = sfera). È uno strato molto variabile, poiché copre le altezze raggiunte da alcuni uccelli e le grandi profondità marine della Terra. Tuttavia, questi esempi sono estremi e lo strato della Terra che è abitato è in qualche modo più stretto, poiché il livello di ossigeno e la temperatura negli strati più alti dell'atmosfera sono bassi e nelle profondità marine maggiori lo è anche.

Tranne che nella biosfera, finora, nessuna vita è stata trovata in nessun'altra regione dell'Universo. Vita nella biosfera del sole, direttamente o indirettamente. La sua energia viene catturata sotto forma di luce da piante, protisti o alcuni batteri, attraverso il fenomeno della fotosintesi. Attraverso questa energia, gli organismi fotosintetici riescono a trasformare la CO2 in composti organici come gli zuccheri e espellere l'O2. Da questo processo di fotosintesi dipendiamo da altri organismi che non la eseguono e che abbiamo bisogno di O2, oltre alla necessità della luce solare per altre funzioni.

Alla fine degli anni '70, furono trovati ecosistemi relativamente indipendenti dal Sole. Queste erano le aree profonde dell'oceano dove l'acqua usciva a temperature estreme (circa 400 ° C) che veniva riscaldata dal magma sotto la crosta terrestre. Attorno a queste fonti idrotermali si sviluppano batteri chemiosintetici che trasformano i composti dello zolfo, che vengono quindi utilizzati come cibo da un gran numero di specie animali, come i piccoli crostacei.

Ecosfera: definizione e caratteristiche

L' ecosistema globale del pianeta è chiamato ecosistema e comprende gli esseri viventi che formano la biosfera, le relazioni tra loro e l'ambiente circostante. Potrebbe anche essere chiamato un ecosistema planetario.

Ma studiare questo enorme ecosistema è troppo complicato, quindi è diviso in un ecosistema più piccolo che è molto più facile da studiare. Tuttavia, sebbene dividiamo e classifichiamo gli ecosistemi per lo studio, la natura è un insieme, in cui esiste una relazione tra tutti gli ecosistemi che compongono la Terra.

All'interno dell'ecosfera, tutti gli esseri viventi interagiscono costantemente tra loro, sia direttamente che indirettamente, in cui ogni gruppo di organismi svolge un ruolo. Ad esempio, le piante sono responsabili del rilascio di ossigeno nell'atmosfera che verrà utilizzata da altri animali (inclusi gli esseri umani).

Ecosistema: cos'è e le sue caratteristiche

L'ecosistema comprende tutte le specie che abitano in una determinata area e le sue interazioni e con il suo ambiente inerte (o fattori abiotici) attraverso processi come predazione, parassitismo, competizione o simbiosi. Inoltre, gli organismi viventi stabiliscono un ciclo all'interno del loro ecosistema, in modo che quando muoiono e si disintegrano, ritornano sotto forma di energia e sostanze nutritive. Tutte le specie all'interno di un ecosistema dipendono dal flusso di materia ed energia che è stabilito nell'ecosistema.

Gli esseri viventi di un ecosistema dipendono l'uno dall'altro e possiamo dividerli in produttori (organismi autotrofi che producono il proprio cibo) e consumatori (organismi eterotrofi che consumano materia organica da altri organismi). Tra i consumatori vi sono gli organismi primari (alimenti per piante), secondari (alimenti per animali erbivori) e terziari (alimenti per altri animali carnivori) e in decomposizione (alimenti per materie organiche morte).

Tuttavia, il concetto di ecosistema non è rimasto stabile, ma è cambiato da quando fu coniato negli anni '30 dal botanico inglese Roy Clapham (1904-1990) e Sir Arthur Tansley (1871-1955) e fu applicato, in un principio, a unità di diverse scale spaziali, da un pezzo di tronco degradato, una regione, una pozzanghera o l'intera biosfera, a condizione che esistessero vita, relazioni tra loro e l'ambiente fisico.

Successivamente, è stato dato un approccio più geografico e trasformato in formazioni o diversi tipi di vegetazione come un boschetto, una prateria o una pineta. Tuttavia, i confini tra alcuni tipi di vegetazione o formazioni non sono chiari, quindi il concetto di ecotoni viene utilizzato per definire questi limiti.

Differenza principale tra biosfera, ecosistema ed ecosistema

Dopo aver saputo meglio qual è ciascuno di questi termini, è molto più facile vedere qual è la differenza tra biosfera, ecosistema ed ecosistema . Possiamo riassumere che la biosfera è la parte del nostro pianeta in cui c'è vita, l'ecosistema è l'ecosistema dell'intero pianeta e un ecosistema è un luogo in cui convivono diverse specie animali e vegetali interagendo tra loro e con il suo ambiente inerte.

Pertanto, la bisofera è il luogo in cui si trova l'ecosfera e questo è formato da un gran numero di ecosistemi che interagiscono tra loro.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Differenza tra biosfera, ecosistema ed ecosistema, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di curiosità naturali.

Raccomandato

Dermatite atopica nei cani - Sintomi e trattamento
2019
Le salamandre sono velenose?
2019
Fotografie di animali che vivono a Chernobyl
2019