Cura di un boa constrictor

Il boa constrictor è una specie di serpente che può raggiungere dimensioni e peso considerevoli. Appartiene alla famiglia Boidae e si trova in America Centrale, Sud America e Caraibi, sebbene la sua sopravvivenza sia minacciata, principalmente dalla deforestazione del suo habitat e dal commercio illegale.

In questo articolo di milanospettacoli.com spiegheremo insieme a te quali sono le cure di un boa constrictor, così come altri dettagli e i dubbi più frequenti. Continua a leggere e scopri cosa dovresti considerare prima di portare un boa constrictor a casa tua:

Dettagli precedenti da considerare

Per prendersi correttamente cura di un boa constrictor, sarà importante prendere in considerazione in precedenza le sottospecie specifiche a cui appartiene, in questo modo, sapremo qual è la dimensione massima che può raggiungere, il tasso di crescita che normalmente sperimenta e altri dettagli su la sua natura che dovremmo conoscere.

In generale, sappiamo che i boa vanno dalla misura di circa 30 centimetri (al momento della nascita) a una dimensione molto più grande, tra uno e quattro metri di lunghezza in età adulta. Tuttavia, ci sono prove di una copia che ha raggiunto i 5, 50 metri, allo zoo di San Diego, in California.

I boa constrictor sono animali solitari e crepuscolari, cioè serpenti che svolgono le loro attività durante la notte. Sono anche semi-arboricoli, poiché trascorrono gran parte della giornata a riposare tra i rami degli alberi, un luogo che usano anche per tendere un'imboscata alla loro preda. Allo stesso modo, anche il boa constrictor apprezza muoversi nel terreno o nell'acqua.

Infine, dobbiamo sottolineare che questi animali sono particolarmente longevi, essendo in grado di raggiungere 20 o 40 anni di vita in cattività.

Il terrario del boa constrictor

Per scegliere un buon terrario, dobbiamo cercarne uno più alto che largo, in modo da poter aggiungere un ramo e un riparo che consenta al nostro serpente di arrampicarsi e nascondersi come farebbe in natura. Se non trovi un terrario adatto puoi anche usare un acquario.

Le dimensioni del terrario varieranno in base all'età del boa constrictor:

  • Giovane : quando il boa constrictor è ancora giovane possiamo usare praticamente qualsiasi tipo di terrario o acquario. Si adatterà per vivere senza problemi in uno di 60 x 50 x 30 cm, ma possiamo sempre ottenerne uno più grande, quindi non dovremo sostituirlo quando cresce.
  • Giovane : durante questa fase (fino a quando raggiungono 1 o 2 metri di lunghezza) possiamo posizionare il boa in un terrario di circa 150 x 90 x 70 cm.
  • Adulti : i boa degli adulti dovrebbero avere un terrario di almeno 300 x 100 x 70 cm. Ricorda che, maggiore è la dimensione, maggiore è la qualità della vita.

Acclimatazione del terrario

Affinché il boa si senta a suo agio nel suo nuovo terrario, dobbiamo acclimatarlo in base alle sue esigenze, principalmente parleremo di temperatura e umidità, due fattori essenziali per la sua sopravvivenza. Si consiglia vivamente di utilizzare un dispositivo termo-igrometro, che ci permetterà di conoscere in qualsiasi momento il livello di questi due fattori.

La temperatura del terrario dovrebbe essere tra 24 ° C e 26 ° C ed è estremamente importante che non scenda al di sotto di 22 ° C. Per raggiungere questa temperatura possiamo usare un punto di calore, ma ci sono anche tutti i tipi di dispositivi come piastre termiche, pannelli o lampade in ceramica. Troverai tutto questo in negozi specializzati o in rete. Consultare il professionista ogni volta che è possibile utilizzando i diversi strumenti poiché, ad esempio, il punto di calore può causare ustioni e deve essere isolato con l'uso di una rete.

L' umidità del terrario è un fattore molto importante e dovrebbe aggirarsi intorno al 50% e al 60%, tuttavia, nei periodi di muta sarà necessario che l'umidità salga al 70% o al 75%, come nel Se hai un bambino, il livello di umidità dovrebbe essere più alto. L'uso di substrati di qualità ci aiuterà a mantenere l'umidità corretta.

Ricorda che è molto importante che il tuo serpente rientri in questi parametri. Temperature inadeguate possono causare problemi di salute come rigurgito e persino la morte.

Elementi di terrario

Una volta acclimatato il terrario, possiamo aggiungere i diversi elementi del terrario del boa constrictor. Parliamo del substrato, del nascondiglio e di altri accessori che arricchiranno la tua giornata.

Inizieremo a cercare il substrato che coprirà la base del terrario o della vasca per i pesci. Sebbene possiamo trovare diversi tipi sul mercato, la più consigliata è la canapa. Altre opzioni sono fibra di cocco, pioppo e persino giornali. Non useremo mai il cedro perché è molto dannoso.

Seguendo la cura del boa constrictor, sarà essenziale procurarci un nido, un riparo o un nascondiglio in modo che tu possa rifugiarti durante il giorno. È sempre consigliabile utilizzarne due: uno nella zona calda e uno nella zona fredda. Possiamo usare un grosso ramo che ha un buco, una grotta artificiale e persino una scatola di cartone. Il boa adulto può facilmente rompere alcune strutture, quindi dobbiamo sistemare correttamente il rifugio.

Sarà anche interessante aggiungere uno o due rami alti e spessi in modo che il boa possa arrampicarsi e riposare quando vuoi. Come accennato in precedenza, questi sono serpenti semi-arboricoli, quindi è uno degli elementi che non possono mancare nel tuo terrario. Allo stesso modo, l'installazione di un piccolo stagno d'acqua sarà molto utile per il nostro serpente, che verrà sommerso regolarmente.

pulizia

È molto importante seguire una routine di pulizia del terrario del boa constrictor, soprattutto quando offriamo animali vivi come cibo, altrimenti il ​​terrario può iniziare ad accumulare funghi e parassiti.

Rimuovere le aree sporche ogni volta che il serpente urina o defeca e cambia completamente il substrato una volta al mese. Inoltre, pulisci completamente il terrario e asciuga bene l'area. Puoi usare il cloro diluito con acqua, seguendo la proporzione del 10% di cloro e del 90% di acqua. Per pulire il vetro è possibile utilizzare un detergente a base di alcol.

Alimentazione del boa constrictor

Il nostro serpente deve avere sempre a disposizione acqua fresca e abbondante . Inoltre, se hai un contenitore abbastanza grande per fare il bagno, molto meglio. Naturalmente, usa l' acqua in bottiglia, poiché sarà priva di calce e batteri.

L' alimentazione del boa constrictor in cattività si basa su piccoli roditori o lagomorfi . Possiamo usare topi, cavie, ratti o conigli. Generalmente, un roditore alla settimana è sufficiente, ma ricorda, dovresti cercare la dimensione appropriata della preda in relazione alla dimensione del serpente. Ad esempio, un bambino serpente dovrebbe ricevere roditori neonati, mentre un adulto riceverà esemplari adulti. Il momento ideale per offrirlo è al crepuscolo.

È importante notare che non dovremmo lasciare la preda con il serpente senza supervisione poiché se non avesse fame, probabilmente potrebbe essere attaccato dal roditore. Se questa opzione non è di tuo gradimento, puoi sempre offrire animali congelati e riscaldati a microonde.

Inizialmente il serpente non dovrebbe rigurgitare il cibo, ma se lo facesse potrebbe essere perché la preda era troppo grande o è stata manipolata. Una volta che abbiamo mangiato, dobbiamo lasciarlo riposare e non disturbarlo.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cura di un boa constrictor, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Assistenza di base.

suggerimenti
  • Se vedi il tuo boa malato, vai dal veterinario il prima possibile.
  • Fai attenzione quando lo maneggi e aiutati sempre da un'altra persona.
  • Non lasciare il boa constrictor alla portata di bambini piccoli o animali domestici.

Raccomandato

Omeopatia per cani nervosi
2019
Cos'è l'ecologia urbana?
2019
Mandarin Diamond Feeding
2019