Cura della pianta di lavanda in vaso

La lavanda è un tipo di arbusto che viene rapidamente riconosciuto dal suo caratteristico colore viola e viola, nonché dal suo odore caratteristico. In realtà, è un tipo di pianta composta da più di sessanta specie diverse e, sebbene il colore viola sia il più comune e diffuso di tutti, si possono trovare anche varietà con toni bianchi, blu e rosa.

Sin dai tempi antichi questa pianta perenne della famiglia delle lamiaceae è stata utilizzata per il trattamento di diverse malattie come ansia, emicrania, insonnia, malattie della pelle come l'acne, il trattamento del dolore nei denti e la nausea, tra gli altri molti. È una pianta abbastanza resistente con la capacità di crescere facilmente in quasi tutti i luoghi in cui è piantata. Se vuoi conoscere la cura della pianta di lavanda in vaso continua a leggere e te lo diremo.

Caratteristiche generali della pianta di lavanda

In linea di massima, le caratteristiche principali della lavanda saranno quelle di una boscaglia del clima mediterraneo. Ciò significa che ha le seguenti caratteristiche:

  • Dovrai ricevere il sole diretto per almeno sei ore al giorno.
  • Per quanto riguarda il tipo di terreno di cui avrai bisogno, si tratta di un substrato sostanzialmente alcalino (il che implica che il terreno ha un pH elevato).
  • Allo stesso modo, la lavanda è una pianta che non tollera bene i terreni eccessivamente umidi, il che significa che avrà bisogno di un buon drenaggio in modo che il terreno non si depositi.

In effetti, nel caso in cui l'acqua si accumuli in eccesso e per lungo tempo, c'è il rischio che le radici si ammalino o addirittura marciscano. Pertanto, quando lo si innaffia, è meglio attendere fino a quando il terreno è asciutto e assicurarsi che abbia un buon drenaggio che impedisce di trattenere l'acqua in eccesso.

Di quale tipo di vaso ha bisogno la lavanda

La lavanda è una pianta che può crescere perfettamente in vaso e, in effetti, è una pratica molto comune che ti consente di godere di questa pianta aromatica senza dover avere un giardino o una terra coltivata. Tuttavia, sarà importante che il piatto in questione sia grande . Questo perché, poiché è abituato a crescere nel suolo, avrà bisogno di spazio sufficiente per espandere le radici . In questo senso, una pentola di circa 30 o 40 centimetri di diametro dovrebbe essere sufficiente. Nel caso in cui il vaso sia più piccolo, in generale, la pianta non si svilupperà correttamente o, almeno, non nel modo colorato e colorato a cui siamo abituati.

D'altra parte, il tipo di vaso più consigliato per piantare la lavanda è la ceramica o la terracotta senza pittura o smaltatura . Questo perché, essendo poroso, consente all'acqua in eccesso di evaporare più facilmente, il che gioverà alla sua crescita e alla salute delle radici. Allo stesso modo, un altro aspetto fondamentale sarà che ha un drenaggio adeguato, per il quale è essenziale che la pentola abbia dei buchi sul fondo. Inoltre, se si desidera migliorare ulteriormente il drenaggio, è meglio posizionare una piccola ghiaia sul fondo prima di posizionare il substrato e la pianta stessa.

Come prendersi cura della pianta di lavanda in vaso

Come già specificato, è una pianta che non tollera bene l'umidità in eccesso. Pertanto, oltre ad avere il corrispondente drenaggio, è importante distanziare l'irrigazione in modo che il terreno possa asciugarsi l'uno con l'altro. Non è essenziale che il substrato si asciughi completamente, ma si evita l'umidità continua del substrato. Pertanto, la cosa giusta sarà annaffiarla una volta ogni due settimane durante i mesi freddi e una volta alla settimana nei mesi più caldi.

Per quanto riguarda i fertilizzanti, è una pianta che non ne ha eccessivamente bisogno e, inoltre, può reagire negativamente a fertilizzanti inadeguati. In questo modo, è meglio evitare di pagarlo se non è necessario e che, quando è fatto, ci assicuriamo che sia un fertilizzante a bassa concentrazione di azoto, poiché altererebbe il terreno. In effetti, per quanto curioso possa sembrare, un'eccessiva fertilizzazione favorirà la crescita delle foglie a scapito dei fiori, il che farà perdere alla nostra pianta aroma e colorito.

Al momento della potatura dovrebbe essere fatto in modo limitato e mantenendo la forma corretta della boccola. I mesi più adatti per questo sono all'inizio della primavera e in un altro. D'altra parte, è importante che, quando necessario, i fiori appassiti della pianta vengano eliminati, poiché la loro presenza può influenzare la crescita della pianta e impedire che il rinnovamento floreale venga eseguito correttamente.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Cura della pianta di lavanda in vaso, ti consigliamo di inserire la nostra categoria Coltivazione e cura delle piante.

Raccomandato

Il mio coniglio perde molti capelli - Cause e soluzioni
2019
Principali fonti di emissione di CO2
2019
Trucchi per risparmiare acqua a casa
2019