Cosa sono i rifiuti organici e inorganici: esempi

Hai mai pensato a tutta la spazzatura che generiamo al giorno? Hai mai immaginato la quantità di immondizia che viene generata in tutto il mondo e dove finisce? Indubbiamente, è un problema che sta diventando sempre più consapevole poiché lo spazio sulla Terra è limitato. Tuttavia, per poter prendere parte alla questione e aiutare il pianeta, prima di tutto, dobbiamo sapere che ci sono due grandi gruppi di immondizia con caratteristiche diverse che influenzeranno il loro trattamento. In questo articolo ti raccontiamo dei rifiuti organici e inorganici ed esempi di questi.

Che cos'è la spazzatura

Quando parliamo di "immondizia" intendiamo qualsiasi rifiuto, cioè qualsiasi materiale indesiderato o insieme di essi, di solito allo stato solido, sebbene possano essere trovati anche negli stati liquidi e gassosi, che hanno la loro origine in diverse attività umane o animali che producono rifiuti destinati allo smaltimento. Questa immondizia viene normalmente depositata in luoghi specifici per la raccolta, come i contenitori, dopo di che andrà in discarica.

Ora, il termine "immondizia" è molto ampio, perché come abbiamo appena detto, lo chiamiamo qualsiasi materiale di scarto. La composizione di questo rifiuto dipende dalla qualità della vita e dall'attività economica dell'area in cui viene generato. Ma non tutto è così grave come sembra finora, poiché molti componenti dei rifiuti generati sono redditizi e hanno un valore per i processi di riciclaggio . Ad esempio, qui spieghiamo il processo di riciclaggio di una bottiglia di plastica.

Scavando nei tipi di spazzatura di cui stavamo parlando, questi possono essere classificati in base alla loro composizione e origine. Secondo la sua composizione, la spazzatura è sostanzialmente classificata come spazzatura organica e inorganica, di cui parleremo in seguito, nelle sezioni seguenti.

Se ci riferiamo all'origine della spazzatura, i rifiuti possono essere considerati come:

  • Rifiuti domestici: tutti quelli prodotti nelle case dalle attività che si svolgono in essi. Include anche rifiuti elettronici ed elettrodomestici, abbigliamento, mobili ...
  • Rifiuti commerciali: generati dalle attività svolte nei diversi negozi.
  • Rifiuti industriali: da attività industriali come produzione, lavorazione, consumo, pulizia o manutenzione.
  • Rifiuti ospedalieri: che sono generalmente considerati rifiuti pericolosi.
  • Rifiuti spaziali o spazzatura spaziale: costituiti da oggetti e pezzi di materiali artificiali di origine umana senza utilità che si trovano nell'orbita terrestre. In questo altro articolo parliamo di più sull'inquinamento spaziale.
  • Rifiuti edili: rifiuti edili e che include anche i rifiuti di demolizione.

Cosa sono i rifiuti organici e gli esempi

Quando parliamo di rifiuti organici, parliamo di quei residui di origine biologica, cioè che hanno la loro origine negli esseri viventi, o quelli derivanti da tutta la lavorazione dei prodotti alimentari. Sebbene possano essere più spiacevoli per i nostri sensi, a causa della loro decomposizione, è vero che sono molto meno problematici per l'ambiente perché sono rifiuti biodegradabili e possono decomporsi senza troppe difficoltà. È per questo motivo che di solito vengono utilizzati per produrre fertilizzanti o compost usati nel giardinaggio.

Esistono vari tipi ed esempi di rifiuti organici e alcuni di essi sono:

  • I resti di cibo come gusci d'uovo o frutta, semi, olio, ossa, cibi avariati, verdure ...
  • Carta e cartone, tovaglioli, asciugamani di carta.
  • Resti di giardinaggio della potatura di piante, come foglie o rami.
  • Rifiuti corporei da animali come capelli, unghie, piume, escrementi ...
  • Cotone e vestiti fatti con questo, garza.
  • Capi realizzati con pelli.
  • Resti di animali morti.

Cosa sono i rifiuti inorganici e gli esempi

Al contrario, i rifiuti inorganici si riferiscono a quei rifiuti la cui origine non è biologica . Sono questi rifiuti che possono essere molto dannosi per l'ambiente perché sono realizzati con elementi sintetici che sono molto più difficili da degradare. Per questo motivo, rimangono nell'ambiente invariati per molto più tempo con i conseguenti problemi di inquinamento che possono generare.

Va notato che in molti casi i rifiuti inorganici possono essere riutilizzati o riciclati. Tuttavia, l'altra parte dei rifiuti inorganici non è riciclabile, quindi l'unico modo per trattarli in modo che non danneggi l'ambiente è confinarli in contenitori adatti. I maggiori responsabili di questo tipo di immondizia sono le grandi industrie, sebbene anche le famiglie la generino, ma in quantità molto più piccole.

Se ci sono stati molti casi di rifiuti organici, i rifiuti inorganici ci sono anche numerosi esempi. Alcuni degli esempi più chiari di immondizia inorganica sono i seguenti:

  • Oggetti in vetro, come bottiglie, cristalli ...
  • Contenitori e oggetti in plastica.
  • Lattine di alluminio, come lattine di sodio o in scatola.
  • Materiali in PVC
  • Batterie.
  • Rifiuti sanitari o ospedalieri, come garza di cotone, siringhe di plastica. Come accennato in precedenza, a causa del pericolo di questi composti, indipendentemente dal fatto che siano composti da materiali organici o meno, sono considerati rifiuti inorganici.
  • Tessuti.
  • Batterie.
  • Elettrodomestici.
  • Mobili.
  • Pneumatici.
  • Sacchetti di polietilene
  • Aerosol.
  • Le radiografie.
  • Compact disc

In questo altro articolo offriamo ulteriori informazioni sulla spazzatura inorganica con esempi per bambini.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Cosa sono i rifiuti organici e inorganici: esempi, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di riciclaggio e gestione dei rifiuti.

Raccomandato

Mi Casa - Canina y Felina Residence
2019
Animali che cambiano colore
2019
Idee originali per recintare il giardino
2019