Cosa sono i combustibili fossili e come si sono formati

Oggi utilizziamo una grande varietà di fonti energetiche per il nostro quotidiano. Tuttavia, uno dei più utilizzati sono quelli che compongono i combustibili fossili. Queste energie sono limitate e sia la loro estrazione che i loro usi sono molto inquinanti, quindi dovresti essere ben informato su queste fonti di energia.

In particolare, i combustibili fossili sono petrolio, gas naturale e carbone e sono stati formati da resti fossili di verdure e animali. Sebbene questa sia la risposta più breve, ti diciamo tutto su cosa sono i combustibili fossili e come si sono formati .

Cosa sono i combustibili fossili e gli esempi

Come abbiamo sottolineato all'inizio, le fonti di energia che provengono dai combustibili fossili sono quelle costituite da resti fossili decomposti di verdure e animali . Il processo di formazione di combustibili fossili dura a lungo, è un processo molto lento, perché non riguarda solo la decomposizione stessa, ma anche la fossilizzazione e vari cambiamenti geochimici.

Pertanto, queste fonti di energia vengono estratte dalla terra e dai fondali acquatici, come si trovano in vari strati sotterranei. A seconda della profondità e delle condizioni dell'area specifica, possiamo trovare un tipo o un altro di combustibili fossili. Si ritiene che l' origine dei combustibili fossili sia stata circa 300 milioni di anni fa, quando gran parte del pianeta era coperto da foreste lussureggianti, in particolare felci e paludi. Le piante sono una grande riserva di diversa energia chimica e, a quel tempo, le quantità di gas come ossigeno e anidride carbonica erano diverse da quelle attuali, il che rendeva i fossili di quelle piante particolarmente ricchi di determinati gas e Sostanze chimiche che hanno favorito il processo che ha portato a queste attuali fonti di energia.

In particolare, qualsiasi tipo di pianta o animale rimane si decompone, fossile e subisce vari cambiamenti, a seconda delle pressioni e delle temperature dell'area. Quando ci sono resti nel suolo, questi sono coperti da strati di sedimenti, quindi le pressioni e le temperature producono cambiamenti biochimici e geologici in quest'area. Quindi, quello che era stato un pezzo di felce, ad esempio, sembra formare carbone grazie a questi cambiamenti che si verificano nel corso di milioni di anni.

Sebbene, attualmente, tutti i combustibili fossili nel mondo siano considerati riserve, non possiamo usarli tutti, perché come vedremo di seguito, saranno finiti in un tempo relativamente breve.

Nello specifico, queste fonti di energia fossile provengono da petrolio, gas naturale e carbone e alcuni esempi di combustibili fossili sono:

  • benzine
  • carbone
  • torba
  • lignite
  • antracite
  • petrolchimico
  • gas

I combustibili fossili sono energie non rinnovabili?

Le energie non rinnovabili sono quelle che possiamo considerare finite, cioè hanno un limite perché ciò che viene speso non si rigenera. Come abbiamo detto, queste fonti di energia fossile sono formate dai resti di esseri viventi, animali e piante, che si decompongono e subiscono vari cambiamenti chimici, quindi potremmo pensare che sia una fonte di cui ci sarà sempre perché tutti gli organismi vivo finisce per morire. Tuttavia, la verità è che in quello che conosciamo come l'arco temporale dell'umanità, cioè dal punto di vista umano, i combustibili fossili sono energie non rinnovabili .

La ragione è che poiché si tratta di un processo che richiede migliaia o addirittura milioni di anni per produrre, non ci vuole lo stesso per formare petrolio che per formare gas naturale, in realtà le riserve che abbiamo attualmente sono limitate. Di fatto, al ritmo elevato con cui estraiamo queste fonti energetiche , non diamo loro il tempo di rigenerarsi o rinnovarsi, poiché si tratta di un processo molto lento e, pertanto, diciamo che non sono rinnovabili sebbene migliaia o milioni di anni potrebbero essere più, Forse l'umanità non conosce più questa parte.

Cos'è il petrolio e le sue caratteristiche

Il petrolio è uno dei combustibili fossili che ospitano più controversie, dal momento che è usato per molti aspetti oggi, dai carburanti alla produzione di materie plastiche, ma è uno dei più dannosi per l'ambiente.

Il petrolio è un liquido oleoso composto principalmente da carbonio e idrogeno. Sebbene fosse dalla Seconda Rivoluzione Industriale che iniziò ad essere usato di più, antiche civiltà come gli Egizi e i Romani lo usavano già. Possiamo trovarlo a diverse profondità, in particolare da 600 a 5.000 metri di profondità.

È molto apprezzato perché oltre a poterlo utilizzare da solo come combustibile, è possibile ottenere vari derivati ​​che hanno più applicazioni. È utilizzato sia per benzina di diversi tipi, sia per illuminazione, produzione di materie plastiche, asfalto per strade, abbigliamento, ecc.

Inoltre, vi è il gas di petrolio liquefatto, che è la miscela ottenuta da butano e propano ottenuti dalla raffinazione del petrolio, nonché dall'estrazione di gas naturale. È usato per veicoli, fabbriche e riscaldamento.

Cos'è il carbone e i suoi tipi

Un altro dei cosiddetti combustibili fossili è il carbone, che è un minerale di cui esistono vari tipi, sebbene tutti provengano da detriti vegetali di milioni di anni fa. Con il processo menzionato nella prima sezione, con strati di sedimenti nella parte superiore, variazioni di pressione, temperatura e altri cambiamenti chimici, si è formato carbone che può essere di diversi tipi a seconda che sia più o meno compatto. Questa caratteristica cambia in base all'area e alla profondità alla quale è stata formata.

L'abbiamo usato come combustibile per fabbriche, trasporti, riscaldamento, ecc., Infatti, era il combustibile usato per i motori a vapore. Nella sua estrazione e nel suo uso, quando viene bruciato, c'è un grande inquinamento, soprattutto da CO2.

I tipi di carbone sono quattro:

  • torba
  • lignite
  • carbone
  • antracite

Cos'è il gas naturale?

L'ultimo combustibile fossile di cui abbiamo discusso è il gas naturale . La sua composizione è principalmente metano, uno dei gas che producono l'effetto serra, carbonio e idrogeno. È prodotto dal processo sopra menzionato ed è rilasciato dall'olio, quindi è normale trovarlo vicino a questo altro combustibile.

Viene estratto attraverso perforazioni e tubi e immagazzinato in contenitori fino a quando non viene trasportato con i gasdotti . Inoltre è utilizzato principalmente per i processi di riscaldamento, trasporto e industriali. Questo gas è inodore e, poiché è tossico e può essere molto pericoloso, quando viene estratto, aggiunge odore in modo che possa essere facilmente rilevato.

Usi di combustibili fossili

Sono le fonti di energia più utilizzate dall'inizio della prima rivoluzione industriale, nella seconda metà del XVIII secolo. Alcuni esempi degli usi principali dei combustibili fossili nella nostra vita quotidiana sono i seguenti:

  • Benzina, diesel, diesel, diesel e altri carburanti per il trasporto.
  • Riscaldamento.
  • Cucine.
  • Illuminazione.
  • Operazione di fabbrica.

Principali vantaggi e svantaggi dei combustibili fossili

Ci sono, come in tutto, vantaggi e svantaggi dei combustibili fossili . Ad esempio, tra i vantaggi che abbiamo di essere una delle principali fonti di energia oggi, per secoli, e soprattutto per i trasporti e le fabbriche, tra gli svantaggi troviamo invece fattori chiari come l'energia non rinnovabile e Producono un grande inquinamento in tutto l'ambiente. In sintesi, questi sono i principali vantaggi e svantaggi delle fonti energetiche fossili:

vantaggio

  • Esistono modi semplici per estrarli quando si verificano in un terreno aperto.
  • In diversi paesi la sua estrazione è molto semplice.
  • Sono facili da accumulare e trasportare.
  • In confronto ad altre energie, queste sono economiche.
  • Producono molta energia.

svantaggi

  • I combustibili fossili si rigenerano molto lentamente
  • La sua distribuzione sul pianeta non è omogenea.
  • La decomposizione di questi prodotti è molto lenta.
  • Il loro utilizzo aumenta l'inquinamento, in quanto sono le principali fonti di gas tossici e a effetto serra, nonché i rifiuti tossici stessi. C'è così tanto inquinamento del suolo, come l'inquinamento dell'acqua e dell'aria.
  • Sebbene in linea di principio siano economici rispetto ad altri, questo cambia davvero a seconda della loro disponibilità in quanto non rinnovabili, quando sono scarsi, il prezzo aumenta sempre notevolmente. Pertanto, l'esaurimento delle riserve a breve e medio termine produce un aumento dei prezzi.
  • Essendo una risorsa limitata, è stata ed è una fonte di conflitti tra diversi paesi.

L'impatto ambientale dei combustibili fossili

L' impatto ambientale dell'uso di combustibili fossili è davvero negativo. Senza andare oltre, l'uso di queste fonti di energia è stato reso colpevole di varie catastrofi. In questo altro articolo vi raccontiamo 7 disastri naturali causati dall'uomo, di cui molti provengono da combustibili fossili come il petrolio, i suoi derivati ​​e il gas naturale.

Sia estraendo e raffinando e quindi utilizzando questi carburanti, l'ambiente sembra molto danneggiato. Dalle fuoriuscite di petrolio nell'acqua totalmente contaminata, che termina con molti esseri viventi, alle esplosioni e agli incendi di gas naturale nella loro stessa origine che, ancora oggi, continuano a bruciare ed espellere CO2, il che contribuisce a peggiorare l'effetto serra e i cambiamenti climatici.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Cosa sono i combustibili fossili e come sono stati formati, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di energie non rinnovabili.

Raccomandato

Malattie da piccione
2019
floreStore
2019
Coltivazione e cura del caprifoglio
2019