Cosa sono gli insetti impollinatori e la loro importanza

Sebbene a volte possa sembrare che gli insetti abbiano poca importanza in quanto animali di taglia molto piccola, alcuni di essi svolgono funzioni fondamentali nell'equilibrio degli ecosistemi. In effetti, alcuni dei più importanti sono i cosiddetti insetti impollinatori, di cui le api sono senza dubbio le più conosciute di tutte, anche se non sono le uniche. Questi insetti si distinguono sopra gli altri per la loro importanza nel far sì che il polline raggiunga altri fiori, il che consente la fecondazione nei sistemi riproduttivi delle piante e, in questo modo, il frutto viene finalmente prodotto.

Se vuoi sapere quali sono gli insetti impollinatori e la loro importanza per l'ambiente, continua a leggere e te lo spiegheremo.

Come si riproducono le piante

Le piante possono riprodursi in diversi modi. Tuttavia, il più comune e il più comune, almeno in molte specie vegetali, è la riproduzione sessuale. Questo viene realizzato con l'unione di gameti maschili e femminili, cioè simile alla riproduzione effettuata da altri esseri viventi sul pianeta.

Nel caso delle piante, questa riproduzione sessuale avviene nei fiori, che sono gli organi sessuali delle piante. Ti consigliamo anche di leggere questo altro articolo su Perché i fiori sono importanti in natura.

Per ottenere la riproduzione delle piante, è necessario che il polline (gamete maschio) delle piante, presente negli stami, raggiunga il pistillo del fiore, dove si trovano i gameti femminili. In questo luogo, si verificherà la fecondazione e inizierà la procedura con cui il fiore diventerà frutto. I frutti delle piante sono caratterizzati dall'avere i semi, che saranno già gli elementi principali per lo sviluppo di una nuova pianta.

Come è il processo di impollinazione

Tieni presente che, a seconda del tipo di pianta, puoi trovare piante con fiori maschili o femminili, nonché piante da fiore che hanno entrambi i gameti. Tuttavia, affinché il polline raggiunga il pistillo, ci sono due modi principali per raggiungerlo.

Da un lato, possiamo scoprire che il polline, trascinato dal vento, si ferma sulla testa del pistillo e, infine, entra all'interno e può avvenire la fecondazione. Tuttavia, il modo più comune per raggiungere questo obiettivo è attraverso gli insetti impollinatori, come le api . Questi insetti vanno ai fiori per nutrirsi del nettare, una sostanza che i fiori secernono per attirare questi insetti per nutrirsi di esso. Incontra qui le piante e i fiori che attirano le api.

Questo nettare non è separato per caso, ma quando gli insetti impollinatori arrivano al fiore per nutrirsi, entrano anche in contatto con il polline presente negli stami. In effetti, una parte molto importante finisce appollaiata sul corpo di questi insetti. In questo modo, quando gli insetti impollinatori cambiano fiori, trascinando il polline con loro, il che gli consente di arrivare senza troppe complicazioni al pistillo di altri fiori, favorendo il processo di impollinazione delle piante, motivo per cui questi insetti ricevono questo nome.

Quali sono gli insetti impollinatori

Senza dubbio l'insetto impollinatore per eccellenza è l'ape. Questo è un insetto erbivoro, poiché si nutre del nettare secreto dai fiori delle piante. Inoltre, hanno un corpo peloso, che aiuta il polline a depositarsi su di loro e può essere trasportato da un fiore all'altro con maggiore facilità. Qui ti diciamo di più sul perché le api sono così importanti per l'equilibrio ecologico. Tuttavia, sebbene le api siano gli insetti impollinatori più importanti, non sono le uniche a svolgere questo importante compito.

Un altro degli insetti che a volte soddisfa i compiti di impollinazione sono le vespe . Sebbene questo insetto a forma di ape sia un insetto carnivoro, a volte arriva ai fiori a prendere il loro nettare, poiché è una sostanza molto energetica. Quando ciò accade, a volte finisce di impollinare i fiori nello stesso modo in cui fa l'ape. Allo stesso modo, altri insetti che fungono anche da impollinatori in modo simile alla vespa sono le formiche, che possono trasportare il polline da un fiore all'altro in cerca del proprio cibo.

Tuttavia, sia nel caso delle vespe che delle formiche, l'impollinazione che svolgono è molto possibile. Tuttavia, oltre alle api, ci sono altri insetti che possono essere considerati insetti che impollinano completamente nutrendosi del nettare dei fiori e spostandosi costantemente da un fiore all'altro. Un buon esempio si trova nelle mosche dei fiori, molto simili alla mosca comune ma che depone le uova sui fiori invece della carne morta. Un altro esempio sono le farfalle, come la famosa farfalla colibrì. Questi insetti, come le api e il fiore volano, si nutrono del nettare dei fiori, quindi viaggiano continuamente da un fiore all'altro portando con sé il polline di questi fiori.

Infine, un altro degli insetti che agisce come impollinatore sono alcuni tipi di coleotteri, specialmente nelle regioni calde o tropicali. In questi casi, è un'impollinazione che viene eseguita in modo simile a quello che possono eseguire vespe e formiche, poiché sono insetti che non sono preparati a nutrirsi esclusivamente del nettare. Tuttavia, quando arrivano ai fiori, possono anche effettuare l'impollinazione di alcuni esemplari.

Quindi, in sintesi, gli insetti impollinatori più importanti, sia perché trasportano il polline quando si mangia il nettare sia quando si passa attraverso il fiore, sono:

  • api
  • vespe
  • formiche
  • Mosche di fiori
  • farfalle
  • coleotteri

Se vuoi leggere altri articoli simili a Quali sono gli insetti impollinatori e la loro importanza, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Curiosità degli animali.

Raccomandato

Sintomi e trattamento della mastite bovina
2019
Tessuti realizzati con bottiglie di plastica
2019
Insegna a un giovane canarino a cantare
2019