Cosa sono gli esseri viventi unicellulari e pluricellulari: esempi

La grande diversità degli esseri viventi che abitano il pianeta da tempo immemorabile è enorme. Esistono organismi più grandi o più piccoli, con alcune abitudini o altri, alcuni più primitivi, altri più evoluti ... Di tutti questi esseri viventi possiamo formare due grandi gruppi in cui classificarli: esseri viventi unicellulari e multicellulari. In ci avvicineremo a questi concetti e se vuoi saperne di più non perdere questo articolo in cui ti diciamo quali sono gli esseri viventi unicellulari e multicellulari e ti diamo alcuni esempi .

Cosa sono gli esseri viventi unicellulari e le loro caratteristiche

Gli esseri viventi unicellulari, come ci fa pensare il loro nome, sono quelli che sono formati solo da una singola cellula in cui vengono prodotte tutte le funzioni vitali necessarie per la vita. Per questo motivo, sono spesso considerati organismi microscopici, ma ci sono alcuni esseri unicellulari che possono raggiungere grandi dimensioni fino a 20 centimetri come gli xenofiofori, un tipo di foraminiferi, comunemente chiamati "sabbia viva", della vita marina principalmente con un guscio formato da uno o Diverse telecamere

La maggior parte degli esseri unicellulari sono cellule procariotiche, cioè cellule che non hanno un nucleo, il loro materiale genetico non è avvolto e "racchiuso" da una membrana, ma è disperso dal citoplasma, come i batteri. Tuttavia, ci sono altri organismi unicellulari come i protozoi che hanno un nucleo. Questi tipi di cellule sono chiamate cellule eucariotiche, che hanno un'organizzazione strutturale più complessa e raggiungono dimensioni maggiori rispetto alle cellule procariotiche.

Gli esseri viventi unicellulari possono riprodursi sia sessualmente (attraverso la coniugazione) che asessualmente a seconda dell'organismo a cui ci riferiamo. Esistono diverse strategie di riproduzione asessuata, come ad esempio:

  • Bipartizione o fissione binaria. Il nucleo e il citoplasma della cellula si dividono dando origine a due cellule figlie identiche.
  • Il germoglio dei lieviti. Il nucleo si divide e si separa dalla cellula staminale con una porzione del citoplasma generato dalla cellula figlia.
  • Sporulazione. Il nucleo si divide più volte e ognuno di essi genererà una spora che verrà rilasciata quando la membrana delle cellule staminali si rompe.

Questi esseri sono considerati gli esseri più primitivi perché il loro sistema è più semplice del loro, di cui parleremo più avanti. Inoltre, attualmente contrariamente a ciò che possono sembrare, rappresentano la maggior parte degli esseri viventi che abitano il nostro pianeta e vivono in luoghi molto remoti dove altre forme di vita non possono svilupparsi.

Esempi di esseri viventi monocellulari

Gli organismi unicellulari hanno rappresentanti di alcuni regni di esseri viventi come:

  • Il regno di Monera, formato da batteri unicellulari.
  • Alcuni organismi del regno protista.
  • I lieviti del regno dei funghi.

Alcuni esempi più concreti di organismi unicellulari, all'interno della grande varietà esistente, sono:

  • Lieviti come Saccharomyces cerevisae, il lievito usato nella birra.
  • Escherichia coli, batteri.
  • Toxoplasma gondii, protozoo responsabile della toxoplasmosi.
  • Trypanosoma cruzi, protozoo che causa la malattia di Chagas.
  • Trichomonas vaginalis.
  • Candida albicans, fungo responsabile della candidosi.
  • Mycobacterium tuberulosis, batteri responsabili della tubercolosi.
  • Neisseria gonorreae, batteri che causano la gonorrea.
  • Mycoplasma pneumoniae, batteri responsabili della polmonite.
  • Clostridium botulinum, batteri che causano il botulismo.
  • Pneumococchi (batteri).
  • Stafilococchi (batteri).
  • Dinoflagellati (protista).
  • Alcune alghe unicellulari come le diatomee.
  • Paramecios (protista).

Potresti essere interessato a questo altro articolo sui batteri, buoni alleati dell'ecologia.

Cosa sono gli esseri viventi multicellulari e le loro caratteristiche

Gli esseri viventi multicellulari, come suggerisce il nome e in contrapposizione agli esseri viventi unicellulari, sono quelli che sono formati da due o più cellule . Hanno quindi una complessità maggiore rispetto agli organismi unicellulari in termini di funzioni che sviluppano.

Questi organismi pluricellulari sono nati da un primitivo organismo unicellulare. Sebbene il processo attraverso il quale si è verificato questo salto verso la multicellularità sia una delle grandi incognite e ci siano diverse ipotesi al riguardo, la verità è che si sa che è successo più volte contemporaneamente in diversi gruppi evolutivi di vari organismi come animali, piante Terrestri, alghe e funghi.

Di per sé, tutti gli attuali organismi pluricellulari provengono da una singola cellula, cioè iniziano la loro vita essendo monocellulari, ad esempio lo zigote che è la cellula risultante dall'unione di gameti sessuali maschili e femminili nella fecondazione. Questa cellula si divide e si moltiplica, dando origine a un organismo pluricellulare le cui cellule subiranno processi di differenziazione e lavoreranno in modo non indipendente e congiunto, formando tessuti, organi e sistemi che costituiranno il corpo dell'individuo. In alcuni gruppi di specie più semplici, come le spugne, i tessuti veri non si formano e le loro cellule funzionano in modo più indipendente.

Le cellule degli organismi pluricellulari si riproducono in modo asessuato attraverso due processi: la mitosi, le cellule figlie identiche alla cellula staminale e con lo stesso numero di cromosomi hanno origine; e la meiosi, tipica delle cellule riproduttive il cui scopo è originare gameti, cellule sessuali, con metà della dotazione genetica.

Anche la riproduzione di organismi pluricellulari è molto varia e può essere la riproduzione sessuale o la riproduzione asessuata .

Esempi di esseri viventi multicellulari

Esiste una grande diversità di organismi pluricellulari, anche se dobbiamo ricordare che gli esseri viventi unicellulari superano di gran lunga questa diversità pluricellulare. Tuttavia, se vogliamo fare alcuni esempi, troviamo una vasta gamma di funghi, animali e piante:

  • Tutti gli animali appartenenti al regno animale come mammiferi, uccelli, rettili, anfibi, pesci e tutti gli organismi invertebrati come spugne, anellidi, artropodi ...
  • All'interno delle piante e delle alghe possiamo trovare alghe verdi, alghe rosse, alghe brune e tutta la varietà di piante terrestri come muschi, piante epatiche, angiosperme o ginnosperme, tra molti altri gruppi.
  • Tutti i funghi, tranne i lieviti unicellulari.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Cosa sono gli esseri viventi unicellulari e pluricellulari: esempi, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di biodiversità.

Raccomandato

Mare Peruviano: caratteristiche e animali
2019
Perché il mio gatto sbava molto?
2019
Coltivazione e cura dell'acqua pachira
2019