Cosa mangia il colibrì?

Il colibrì è un uccello che può essere molto curioso, sia per le sue piccole dimensioni e il suo piumaggio colorato che per la velocità con cui sbatte le ali, il che lo rende uno dei più veloci del regno animale. Per questo motivo, molte persone sono interessate al loro ciclo di vita, al loro rituale di accoppiamento o alla loro dieta.

Hai notato che sono quasi sempre vicini ai fiori? Hai idea di come e con cosa si nutrano i colibrì? Sai cosa fare se incontri uno di questi uccelli feriti? In milanospettacoli.com spieghiamo cosa mangia un colibrì e ti diamo alcuni consigli per aiutare i campioni feriti.

Curiosità del colibrì

Il colibrì appartiene al genere Trochiliadae, che contiene più di 300 specie che sono distribuite in tutte le Americhe. Consulta il nostro articolo su "Tipi di colibrì" per saperne di più.

Si distingue per la velocità con cui sono in grado di muovere le ali, nonostante le dimensioni ridotte dei loro corpi, che di solito non superano i 20 cm. Per questo motivo, è comune sentire un piccolo ronzio quando sono vicini, prodotti dal battito rapido delle loro ali. Allo stesso modo, il suo rituale di accoppiamento è uno dei più curiosi del regno animale, dal momento che le corti maschili le femmine eseguivano innumerevoli piroette e figure in aria, mostrando la loro velocità e colori. Quindi, le femmine decidono con quale maschio vogliono accoppiarsi e vanno nel loro territorio per questo. Sì, ogni maschio ha il suo territorio e non si riproduce al di fuori di esso!

Ora sai di cosa si nutre il colibrì e il ruolo importante che svolge negli ecosistemi? Il colibrì è onnivoro? Allora te lo diciamo!

Cosa mangiano i colibrì?

Il colibrì non è onnivoro, è nettarivoro, questo significa che si nutre del nettare dei fiori . Il nettare è costituito da grandi quantità di zuccheri naturali, come fruttosio e saccarosio, acqua e minerali. Grazie a questo cibo, il colibrì riceve tutti i nutrienti necessari per vivere.

Il metabolismo di questo uccello è molto rapido, il che lo costringe a ingerire quantità che, nei casi ideali in cui il cibo è facile da trovare, può triplicare il suo peso. In generale, viene alimentato tra le 7 e le 8 volte all'ora, anche se consuma rapidamente ciò che sta per mangiare, motivo per cui 25-30 secondi per assunzione sono generalmente sufficienti.

Questa dieta di nettare può essere integrata occasionalmente con l' assunzione di polline, linfa di alcuni alberi e insetti come acari, zanzare, moscerini della frutta e ragni, soprattutto quando il colibrì inciampa su di loro durante il volo o quando li trova in i fiori Tuttavia, non costituiscono la base della loro dieta e, pertanto, non sono considerati animali onnivori.

Di quali fiori si nutre il colibrì?

Ora che sai cosa mangia il colibrì, ti interesserà sapere come il nettare prende il sopravvento. È stato dimostrato che questi uccelli prediligono i fiori d'arancio, rosso e rosa . Si nutrono principalmente di fiori tubolari e pendenti, quindi non possono accontentarsi di loro per mangiare.

E se quello che ti chiedi è come si nutre il colibrì, dovresti sapere che il meccanismo che il colibrì usa per estrarre il nettare è la sua lingua lunga . Porta il suo becco sottile alla corona di fiori e lì sporge la lingua, sottile e con diverse scanalature. Si muove tra 12 e 13 volte al secondo per estrarre il nettare. Una volta fatto ciò, il nettare viene depositato in una specie di borsa che il colibrì ha in gola prima di passare nell'intestino.

Cosa mangia il colibrì bambino?

I pulcini di colibrì rompono il guscio dopo 28 o 21 giorni di incubazione. Alla nascita sono ciechi, misurano solo 2 centimetri e la madre ha il compito di prendersi cura di loro e dar loro da mangiare. Per fare questo, devi lasciare il nido circa 100 volte al giorno.

Cosa mangia un colibrì bambino? Fondamentalmente, lo stesso degli uccelli adulti. La madre raccoglie il nettare e lo porta sulle cime dei suoi pulcini. Offre anche insetti precedentemente rigurgitati .

I pulcini continuano con questa alimentazione fino a quando non raggiungono il mese di nascita, momento in cui saranno in grado di lasciare il nido per trovare cibo per se stessi.

Come nutrire un colibrì bambino a casa?

Se hai trovato un nido di colibrì abbandonato o un colibrì bambino smarrito, la cosa migliore che puoi fare è andare da un veterinario specializzato in uccelli o in un centro di recupero della fauna selvatica per prendersi cura del loro allevamento fino a quando non vengono reintegrati in natura.

Ora, se per qualsiasi motivo non è possibile chiedere aiuto, puoi provare a sollevarlo a casa, anche se prevediamo che i piccoli colibrì richiedono molta attenzione e non è sempre possibile portarli avanti senza i loro genitori. Detto questo, ecco la ricetta per il nettare fatto in casa che devi preparare per nutrire il colibrì a casa:

  • 1 pentolino
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato
  • 4 cucchiai di acqua

Fai bollire l'acqua con lo zucchero nella pentola per 3-4 minuti o fino a quando lo zucchero non si è completamente sciolto. Quindi lascialo caldo. Una volta che la preparazione è calda, usa un contagocce o una siringa per introdurre gradualmente il nettare nel becco del colibrì. Se è molto, molto piccolo, dovresti essere ancora più attento e assicurarti di introdurre correttamente il cibo in modo da poterlo ingoiare bene e non affogare. Insistiamo sul fatto di andare molto attentamente e lentamente, poiché sono animali molto fragili. Per questo motivo, è anche essenziale che tutti gli utensili che usi siano molto puliti.

Dovrai dare da mangiare al colibrì ogni 15-20 minuti, come farebbe sua madre. E se noti che il cibo si rovescia o bolle intorno al becco, fermati.

L'alimentazione è la chiave per la sopravvivenza del pulcino, ma non è l'unico fattore che deve essere preso in considerazione, poiché deve ricevere calore e, man mano che cresce, impara a volare per poter entrare di nuovo nella natura. Per tutti questi motivi raccomandiamo di cercare aiuto professionale ogni volta che è possibile.

Impollinazione del colibrì

I colibrì sono molto importanti per le foreste tropicali, perché con il loro metodo di alimentazione contribuiscono all'impollinazione dei fiori . Che cos'è l'impollinazione? È il processo mediante il quale un animale, in questo caso il colibrì, sposta il polline da un fiore all'altro consentendo l'unione tra gameti maschili e femminili e, quindi, la riproduzione delle piante.

Sebbene i colibrì non prestino molta attenzione al polline, molte volte aderisce alle sue ali o al becco quando si avvicinano ai fiori e quindi lo trasferiscono ad altre piante.

Sapere dove vive il colibrì e di cosa si nutre è importante per capire il ruolo rilevante che svolge sul pianeta. Pertanto, proteggerli e mantenerli liberi è una responsabilità che dobbiamo rispettare.

Come nutrire un colibrì ferito a casa?

Hai trovato un colibrì con un'ala rotta e non sai cosa fare? Oltre a curare correttamente la ferita, dovresti preoccuparti della tua dieta durante il recupero, perché per essere forte devi mangiare molte volte al giorno. Inoltre, non dimenticare di andare da un veterinario specializzato in uccelli o in un centro di recupero della fauna selvatica se non hai le conoscenze per assistere l'animale.

È improbabile che a casa tu abbia i fiori necessari per l'alimentazione e, incapace di volare, il colibrì non sarà in grado di nutrirsi di loro, quindi sarà il tuo lavoro preparare un pasto per lui. Qui spieghiamo cosa fare come pronto soccorso per evitare possibili malnutrizione.

Per la ricetta avrai bisogno degli stessi ingredienti usati per l'elaborazione del nettare spiegato sopra:

  • 1 pentolino
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato
  • 4 cucchiai di acqua

Aggiungi l'acqua e lo zucchero nella pentola e mescola bene. Quindi, cuocere a fuoco lento fino a quando l'acqua raggiunge il punto di ebollizione e lo zucchero si è completamente sciolto, non dovrebbero rimanere granuli.

Lascia raffreddare molto bene ed entra in una mangiatoia per uccelli . È pronto! Usa le mangiatoie per i grandi uccelli, poiché sono più attraenti per il colibrì. Se l'uccello non è in grado di avvicinarsi all'alimentatore, utilizzare una siringa molto piccola per dargli da mangiare direttamente sul becco. Dovresti dargli da mangiare ogni 30 minuti e fermarti quando vedi la fuoriuscita o la bolla della miscela intorno al suo picco.

Questi sono modi semplici per dargli da mangiare prima di andare da un veterinario specializzato, in questi casi è il migliore per l'uccello.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Cosa mangia il colibrì?, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Diete bilanciate.

Raccomandato

Cosa sono le riserve d'acqua naturali e artificiali?
2019
Cosa fare se il mio cane ha la pelle irritata?
2019
Malattie più comuni nel Doberman
2019