Cos'è un cimitero nucleare?

L'energia è il risultato dell'interazione e dello scambio tra le forze della natura: gravitazionale, elettromagnetica, nucleare e nucleare debole. Esistono diversi tipi di energia a seconda della forma o del mezzo utilizzato per la sua manifestazione, come l'energia termica, meccanica, elettrica o leggera, essendo, oggi, una delle nostre risorse di base più preziose.

Senza energia non potremmo usare la stragrande maggioranza dei dispositivi o strumenti che utilizziamo nella nostra vita quotidiana, in modo che il nostro stile di vita ne risentirebbe gravemente. Per questo motivo, l'uso dell'energia nucleare è essenziale per essere in grado di coprire la domanda e la spesa elettrica della nostra attuale società. Spieghiamo in cosa consiste questo tipo di energia, quali rifiuti produce e cos'è un cimitero nucleare per trattare questi rifiuti.

Cos'è l'energia nucleare?

L'energia nucleare è quella che viene generata dalla disintegrazione degli atomi di un materiale specifico, l' uranio . Questa disintegrazione è ottenuta dal bombardamento di neutroni che causano la decomposizione del nucleo dell'atomo di uranio e viene rilasciata una grande quantità di energia, che produce il calore con cui viene bollita l'acqua contenuta nei reattori, generando il vapore con cui le turbine si muovono all'interno e, quindi, producono elettricità.

In questo altro articolo spieghiamo quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell'energia nucleare.

Quali rifiuti sono generati dall'energia nucleare

L' attività di una centrale nucleare genera diversi tipi di scorie nucleari, da quei materiali contaminati dal semplice utilizzo nell'impianto ai resti di combustibile. Generalmente emettono radiazioni che possono essere dannose per la salute umana e l'ambiente, quindi è necessario che siano classificate e trattate in base al loro livello di radiazione:

  • Scorie nucleari a bassa e media attività (indumenti, strumenti e materiali utilizzati per la manutenzione dell'impianto). Alcuni sono diluiti ed eliminati nell'ambiente naturale, poiché la sua concentrazione radioattiva è piccola come quella di una televisione e la legge lo consente. Altri sono sottoposti a trattamenti per separare gli elementi radioattivi. I rifiuti risultanti vengono introdotti in fusti di acciaio e solidificati con catrame, resine o cemento, conservati in superficie o a profondità ridotta fino al termine del periodo radioattivo, che sono considerati magazzini temporanei.
  • Scorie nucleari ad alta attività (generate principalmente da combustibile esaurito). Il combustibile viene estratto dal reattore e immagazzinato temporaneamente in uno stagno all'interno dell'impianto costruito con acciaio inossidabile e pareti di cemento, per evitare perdite. Parte di questo combustibile può essere riutilizzato in impianti speciali, sebbene la pratica più comune sia quella di introdurre i rifiuti in contenitori metallici molto durevoli e resistenti alla corrosione, che vengono immagazzinati in discariche definitive, note anche come "cimiteri nucleari".

Cosa sono i cimiteri nucleari

In questa sezione ci concentriamo sulla domanda principale su cosa sia un cimitero nucleare, che ci ha portato ad affrontare il problema dell'energia nucleare. I cimiteri nucleari non sono altro che il deposito finale a cui si fermeranno le scorie nucleari radioattive .

Si tratta di un deposito geologico profondo che presenta una serie di caratteristiche determinate quali: stabilità, spessore, capacità di ritenzione e assenza di percorsi preferiti. In sostanza, questa soluzione consiste nel creare un sistema multibarrera tra i rifiuti e la biosfera, in modo che i resti radioattivi rimangano confinati e isolati.

Uno dei fattori più importanti quando si utilizza questo tipo di stoccaggio è la formazione geologica da utilizzare, da cui varia anche la profondità, i tipi più appropriati di rocce sono le argille e le rocce metamorfiche o vulcaniche dure magmatiche, come da esempio granito, basalto o tufo. Quindi, per la posizione su rocce dure, la solita profondità è compresa tra 500 e 1.000 metri, prestando attenzione che le formazioni non sono molto fratturate e non presentano crepe.

A differenza dello stoccaggio temporaneo, in questo caso, non vi è alcuna intenzione di recuperare i rifiuti, allo stesso modo in cui, sebbene vi siano azioni di sorveglianza della struttura e dell'ambiente naturale vicino ad essa, non vi sono controlli a lungo termine sull'installazione . In altre parole, la struttura di deposito geologico in profondità è chiusa e sigillata, consentendo in tal modo che il deposito di materiale residuo sia permanente e riceva quindi il soprannome di "cimitero nucleare".

Lontano dall'incertezza e dalla sfiducia che questo tipo di struttura può causare a noi, la verità è che, al momento, è la soluzione più sicura poiché fornisce la protezione dell'essere umano e dell'ambiente dalle radiazioni e allo stesso tempo viene fatto un uso delle formazioni geologiche. Oltre ad essere la soluzione più sicura contro possibili furti o sabotaggi. Tuttavia, sono ancora allo studio possibili soluzioni migliori.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Cos'è un cimitero nucleare, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di energie non rinnovabili.

Raccomandato

Come ottenere il pedigree di un cane in Spagna
2019
Cosa viene riciclato nel contenitore giallo
2019
Ipotiroidismo canino e aggressività - sintomi e trattamento
2019