Coronavirus canino: sintomi e trattamento

Vedi i file dei cani

Quando prendiamo l'importante decisione di accogliere un cane nella nostra casa, stiamo accettando la responsabilità di coprire tutti i loro bisogni, fisici, psicologici e sociali, qualcosa che indubbiamente faremo volentieri, perché il legame emotivo che si crea tra un animale domestico e il suo Il proprietario è molto speciale e forte.

I cani richiedono controlli sanitari periodici, oltre a seguire il programma di vaccinazione raccomandato, tuttavia, anche se queste strutture di base sono soddisfatte, è molto probabile che il nostro cane si ammali, quindi è molto importante essere consapevoli di tutti i segni che ci avvertono di una possibile patologia.

Questa volta parliamo dei sintomi e del trattamento del coronavirus canino, una malattia infettiva che, sebbene progredisca favorevolmente, richiede anche cure veterinarie il prima possibile.

Che cos'è il coronavirus canino?

Il coronavirus canino è un agente patogeno di natura virale che provoca una malattia infettiva nei cani indipendentemente dall'età, dalla razza o da altri fattori, sebbene sia vero che i cuccioli sono più sensibili a questa infezione.

È una malattia acuta. Per comprendere meglio questo concetto possiamo confrontarlo con il raffreddore di cui soffrono di solito gli esseri umani, poiché, come il coronavirus, è una malattia virale, senza una cura, che deve solo essere passata e che si auto-limita, cioè con un decorso acuto e Nessuna possibilità di cronificazione .

I sintomi della malattia iniziano a manifestarsi dopo il periodo di incubazione, che di solito dura tra le 24 e le 36 ore. È una malattia tanto contagiosa quanto prevalente, sebbene se trattata in tempo non presenta solitamente complicazioni o sequele successive.

Sintomi del coronavirus canino

Se il nostro cane ha contratto questa malattia, possiamo osservare in lui i seguenti sintomi del coronavirus canino :

  • Perdita di appetito
  • Temperatura superiore a 40 ° C
  • tremori
  • torpore
  • vomita
  • disidratazione
  • Dolore addominale
  • Diarrea improvvisa e fetida, con sangue e muco

Il nostro animale domestico può essere infetto e non manifestare tutti i sintomi esposti qui, quindi è fondamentale andare dal veterinario anche se osserviamo solo uno dei tanti segni, poiché il successo del trattamento con coronavirus dipende in gran parte dalla velocità La malattia viene rilevata.

Come si diffonde il coronavirus canino?

Il coronavirus canino viene escreto attraverso le feci, quindi la via di infezione attraverso la quale questa carica virale passa da un cane all'altro è attraverso il contatto fecale-orale, essendo un importante gruppo di rischio tutti quei cani che presentano un disturbo comportamentale chiamato coprofagia, che comporta l'ingestione di feci.

Una volta che il coronavirus canino è entrato nel corpo e il periodo di incubazione è stato completato, attacca i microvilli dell'intestino (cellule essenziali per l'assorbimento dei nutrienti) e provoca la perdita della loro funzionalità, che provoca improvvisamente diarrea e infiammazione dell'apparato digerente.

Trattamento del coronavirus canino

Come accennato in precedenza, il trattamento del coronavirus canino è palliativo, poiché non esiste alcuna cura se non quella di attendere che la malattia termini il suo corso naturale, quindi il trattamento si concentra fondamentalmente sull'alleviamento dei sintomi e sulla prevenzione di possibili complicanze.

I seguenti metodi di trattamento sintomatico possono essere utilizzati, in modo unico o combinato, a seconda di ciascun caso specifico:

  • Fluidi: in caso di grave disidratazione vengono utilizzati per ricostituire i fluidi corporei dell'animale.
  • Stimolanti dell'appetito: consentono al cane di continuare a nutrirsi evitando così uno stato di fame.
  • Antivirali: agiscono diminuendo la carica virale.
  • Antibiotici: destinati a controllare le infezioni secondarie che potrebbero essere state causate dal virus.
  • Procinetico: i procinetici sono quei farmaci destinati a migliorare i processi del tratto digestivo, possiamo includere in questo gruppo i protettori della mucosa gastrica, antidiarroici e antiemetici, finalizzati alla prevenzione del vomito.

Ovviamente, il veterinario è l'unica persona addestrata a raccomandare un trattamento farmacologico al nostro animale domestico e questo dovrebbe essere usato seguendo le istruzioni specifiche fornite nella clinica.

Prevenzione del coronavirus canino

La prevenzione del coronavirus canino richiede solo due azioni semplici ma completamente necessarie per mantenere lo stato di salute del nostro animale domestico:

  • Continuare con il programma di vaccinazione stabilito
  • Mantenere condizioni igieniche sufficienti negli accessori del nostro cane, come giocattoli o coperte

Dobbiamo anche ricordare che cibo adeguato e sufficiente esercizio fisico aiuteranno a mantenere il sistema immunitario del nostro cane in uno stato ottimale.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Coronavirus canino: sintomi e trattamento, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Malattie infettive.

Raccomandato

Perché il mio gatto perde così tanti peli? - Cause e soluzioni
2019
Come prendersi cura di un cane in inverno?
2019
Le 10 migliori imbracature per cani 2019
2019