Conosci il nostro ambiente per imparare a proteggerlo

Conoscere il nostro ambiente sta imparando a proteggerlo. Come sia questa conoscenza, più qualitativamente che quantitativamente (come e non quanto) dipenderà dalla nostra maggiore o minore capacità di comprenderne le caratteristiche e le esigenze . In questo caso, la migliore pratica è una buona teoria sebbene, in generale, sarà di scarsa utilità se non siamo in contatto diretto con la Natura.

Idealmente, quel contatto diretto ci permetterà di avere un'esperienza completa, applicare ciò che sappiamo, in modo pratico e senza perdere rigore. Tuttavia, non puoi sempre agire. O piuttosto il contrario, astenersi dal farlo, perché in entrambi i modi è possibile aiutare il pianeta.

Sì, possiamo farlo, applicare la teoria e allo stesso tempo avere un contatto diretto, se siamo curiosi con i libri (quasi tutto è nei libri e sulla rete ...) e anche con ciò che ci circonda, concentrandoci sui nostri immediati dintorni. Fare ciò significa scommettere, simbolicamente, per salvare la Terra. Ed è che essere interessati a ciò che abbiamo al culmine dei nostri sensi per rispettarlo e, ancora meglio, proteggerlo, è la base del cambiamento, un modo per contribuire con il tuo granello di sabbia a mantenere viva la speranza di un mondo migliore .

Avvicinati all'ambiente circostante

Conoscere non è solo sapere . Sebbene la conoscenza ci aiuti a conoscere l'ecosistema che ci circonda - che si tratti dello stesso balcone, del giardino, del parco vicino alla casa o delle aree verdi naturali più vicine, prendiamo il caso - sensibilizzare e rispettare qualcosa di più necessario Quale conoscenza. Molto di più, davvero.

Sapere come proteggere significa capire che oltre a familiarizzare con la flora e la fauna, con minacce che mettono in pericolo specie o ecosistemi, c'è etica e un atteggiamento eco-compatibile che si traduce in responsabilità ambientale. È, in realtà, una questione di attitudine e sensibilità, ciò che non fornisce conoscenza teorica o approccio utilitaristico, una connessione con l'ambiente che converte la conoscenza in cura e protezione.

Il rispetto per la vita è qualcosa che viene visto come naturale, desiderato e realizzato da una semplice questione di giustizia. Lontano da utilitarismi, interessi economici, conforto ed egoismo, prendersi cura del pianeta attraverso il più immediato diventa fine a se stesso. Perché farlo Lo dobbiamo al pianeta, alla nostra casa, semplicemente.

Rispetto, sentiti parte di un tutto

In effetti, l'ambiente più immediato è una scuola di apprendimento per essere persone migliori, più rispettose degli altri esseri viventi, del mondo animale e vegetale che vive vicino a noi. Tra le molte altre possibilità, possiamo optare per le piante locali in via di estinzione invece delle piante esportate, che richiedono molta irrigazione e non costituiscono un rifugio per la biodiversità dell'area.

Aiutare i ricci selvaggi, i grandi camminatori notturni, ad entrare nel nostro giardino rimuovendo gli ostacoli è un'altra possibilità. O, naturalmente, aiuta a controllare le colonie feline attraverso la sterilizzazione e l'alimentazione per convertire un potenziale rischio per la salute pubblica in una ricchezza ambientale.

Quando si tratta di andare in campagna è obbligatorio praticare un trekking rispettoso, osservare da lontano gli uccelli e gli altri animali, senza disturbarli, non avviare le piante in generale, soprattutto se sono in pericolo di estinzione e, infine, rispettare la biodiversità . Allo stesso modo, questi suggerimenti sono applicabili se andiamo in campeggio gratis.

Oltre a rispettarlo, sarà facile promuoverlo attraverso il giardinaggio o un mini giardino urbano. Fare le cose nel modo giusto richiede più di un semplice utilizzo di prodotti biologici e la distribuzione di pesticidi e fertilizzanti chimici. Solo quando la biodiversità è ben nota si può fare l'agricoltura biologica, sia per renderla nostra alleata, perché l'ambiente raggiungerà un equilibrio che agirà da solo quando si tratta di prevenire i parassiti e ottenere un buon raccolto.

Solidarietà ed empatia

Nella vita di tutti i giorni troviamo situazioni che mettono alla prova il nostro spirito critico. Conoscere è essenziale per poter esprimere un'opinione, quali sono i dubbi, soprattutto quando sappiamo anche come connetterci empaticamente ed essere solidali con animali maltrattati e ambienti sfruttati.

Ancora una volta, possiamo citare molti esempi. L'esempio tipico della rana che finisce aperta in un canale sul tavolo del laboratorio scolastico affinché i bambini imparino l'anatomia è perfetto. Conoscerla nel suo ambiente sarebbe molto più rassicurante, ovviamente, e non solo per conoscere gli anfibi, ma anche per conoscere la loro importanza per l'ecosistema. Non usarlo in laboratorio è quindi un segno ben compreso di intelligenza.

Casi incredibili

Anche il caso di Jane Goodall è paradigmatico. La famosa primatologa che, con il suo esempio, ora colpisce le coscienze per sensibilizzare sull'importanza di rispettare la fauna selvatica, era una grande conoscitrice di primati. La sua successiva esperienza con loro finì per trasformare la sua vita. Consegnato a loro, è una chiara dimostrazione che conoscerli attraverso la scienza e vivere insieme è la formula perfetta per essere coinvolti.

Anche Rachel Louise Carson, precursore dell'ambientalismo, è fonte d'ispirazione in questo senso. Conoscere la sua biografia è capire quanto sia importante il binomio della conoscenza e dell'empatia. Era affascinata da tutto ciò che riguardava l'oceano e, sebbene vivesse in una zona interna, finì per stabilirsi sulla costa del Maine, vicino al suo amato mare, una mossa che portò a un enorme successo dei suoi libri in tutto il mondo.

Sono casi famosi che dimostrano l'importanza di essere coinvolti nell'ambiente conoscendolo a pieno ritmo. La natura è solo quando non è domata. È essenziale conoscerlo così com'è, senza condimenti di alcun tipo. Lontano dagli zoo, dai giardini che lo mettono in vita, lo pervertono e lo maltrattano. A questo punto, le associazioni di conservazione sono un buon punto d'appoggio per imparare e aiutare mostrando empatia.

Sostenerli è avvicinarsi a un mondo sconosciuto, diversi ecosistemi di grande ricchezza che vengono sfruttati dall'essere umano. La vicinanza, l'accesso alle informazioni che i media di solito non sottolineano, e che spesso anche il silenzio, è un passo fondamentale per sostenere le cause, ad esempio contro la caccia alle foche o le fattorie di visoni, la produzione di patè, la deforestazione, la spazzatura di plastica che inquina l'oceano, l'uso di animali nel circo .... E, naturalmente, anche per combattere l'abuso e la morte degli animali nell'industria della carne.

conclusioni

Essere coinvolti è fare la differenza. Ma per essere coinvolto devi connetterti con quell'ingiustizia. La vicinanza, proveniente dalle informazioni, di quella comprensione empatica che non ha bisogno di parole o di quell'adesione che provoca un'immagine eloquente, sensibilizza e coscienza. La necessità di agire sarà il prossimo grande passo. Ci sono mille modi per aiutare e iniziare è un punto di non ritorno. Il nostro comportamento cambia, la nostra mente, siamo connessi con l'esterno. Solo la conoscenza, la conoscenza e il sentimento ci rendono spiriti critici, anime libere e senza questi legami è facile amare gli altri, indipendentemente dalla loro specie ...

Se vuoi leggere altri articoli simili a Conoscere il nostro ambiente per imparare a proteggerlo, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Educazione ambientale.

Raccomandato

I cani possono mangiare il melone?
2019
Crisi ambientale globale: che cos'è, cause, conseguenze e soluzioni
2019
Infezione oculare nei cani - Cause e trattamento
2019