Congiuntivite nei cani - Trattamento, cause e sintomi

Vedi i file dei cani

La congiuntivite nei cani è una condizione dell'occhio caratterizzata dall'infiammazione della mucosa che riveste l'interno delle palpebre. A volte, oltre all'infiammazione, può essere accompagnata da un'infezione. Lo distingueremo perché normalmente gli occhi dei nostri cani saranno rossi, acquosi o con leghe.

La congiuntivite canina non sempre si presenta come un caso isolato, quindi a volte farà parte della sintomatologia di una malattia sviluppata nell'animale. In milanospettacoli.com ti forniamo le chiavi in ​​modo che tu impari a rilevare la congiuntivite nel tuo cane e sappia come trattarla.

Tipi di congiuntivite nei cani

Prima di tutto, cos'è la congiuntivite nei cani? Come abbiamo già avanzato, la congiuntivite è l'infiammazione della congiuntiva dell'occhio ed è caratterizzata da arrossamento e secrezione. Non è una malattia in sé, ma un sintomo che può manifestarsi a seguito di un problema più grave, ma può anche essere infettivo o meno, a seconda della causa che l'ha causato. In questo modo, i seguenti tipi di congiuntivite si distinguono nei cani :

  • Congiuntivite allergica Come reazione allergica praticamente a qualsiasi allergene, la congiuntiva può infiammarsi e irritarsi, producendo un aumento della secrezione lacrimale, arrossamento e prurito.
  • Congiuntivite virale Alcuni virus, come la causa del cimurro canino, possono colpire gli occhi e produrre una congiuntivite molto fastidiosa e mucopurulenta. Essendo un virus, questa congiuntivite è contagiosa e, per la maggior parte, fa parte dei sintomi di malattie più o meno gravi.
  • Congiuntivite batterica È anche contagioso perché i batteri sono responsabili di questo tipo di congiuntivite nei cani. A volte, sono batteri opportunisti che proliferano quando il sistema immunitario dell'animale viene indebolito dallo sviluppo di alcune patologie.
  • Congiuntivite da corpi estranei . L'intrusione di corpi estranei nell'occhio, come polvere, piante o ciglia, può irritare e infiammare la congiuntiva, sviluppando congiuntivite. Non è contagioso e rimetterà non appena il corpo estraneo viene rimosso.

È importante sottolineare che non dovremmo confondere un quadro di congiuntivite con uno di cheratocongiuntivite secca, perché, sebbene assomiglino, ci troviamo di fronte a diverse condizioni oculari. Conosciuta anche come occhio secco, la cheratocongiuntivite secca colpisce le ghiandole lacrimali inducendole a produrre una quantità minima di lagrami e provocando quindi gravi secchezza oculare. Questa secchezza fa sì che l'occhio presenti una secrezione densa e mucopurulenta. Per altre infezioni agli occhi che possono essere confuse con la congiuntivite, vedere questo articolo: "Infezione agli occhi nei cani - Cause e trattamento".

Immagine: caso di congiuntivite allergica

Cause della congiuntivite canina

La congiuntivite nei cani può essere dovuta sia a un eventuale problema, che interessa solo l'occhio stesso, sia a uno più vecchio e quindi diventa un sintomo di un'altra patologia:

  1. Quando parliamo di un problema specifico legato solo all'occhio, ci riferiamo alle allergie, a qualche corpo estraneo che durante il gioco nel parco è stato in grado di danneggiare (piante), seccare gli occhi o quando alcune parti della tua anatomia non stanno affatto bene (malformazione su palpebre, ulcere, ciglia ...).
  2. Tuttavia, la congiuntivite nei cani può anche apparire come causa di malattie più gravi come il cimurro o l'epatite.
  3. Infine, altre cause di congiuntivite nei cani sono infezioni batteriche o virali, come abbiamo visto nella sezione precedente.

Indipendentemente dalla causa che causa questo fastidioso problema per il nostro cane, sarà facile da rilevare, dal momento che sarà abbastanza scandaloso vedere il nostro cane con gli occhi rossi o con più lacrime del normale. Pertanto, prima di qualsiasi indicazione, la prima cosa da fare è rivolgersi a un veterinario per diagnosticare la causa, nonché il trattamento corrispondente. Parallelamente, possiamo controllare le malattie degli occhi nei cani più comuni per vedere quale congiuntivite appare come un sintomo.

È logico pensare che se solo uno degli occhi è sbagliato, a quell'occhio deve essere successo qualcosa di specifico. Se il nostro cane ha giocato tra cespugli e cespugli dove ha messo il muso, avrà anche messo l'occhio e, con totale probabilità, questa è la causa della congiuntivite. Tuttavia, se entrambi sono interessati, c'è una migliore possibilità che il nostro cane subisca altri problemi.

Sintomi di congiuntivite nei cani

Per identificare la congiuntivite canina, è essenziale conoscere i sintomi che il cane presenterà, i seguenti sono i più comuni:

  • Difficoltà ad aprire l'occhio interessato . Ricorda che questa condizione, se non è la causa di un'altra patologia grave, di solito appare prima in uno degli occhi.
  • Arrossamento degli occhi Essendo un'infiammazione della congiuntiva, è irritato e produce arrossamenti.
  • Rifiuto della luce . Vedi se il tuo cane cerca rifugio nelle parti con meno luce in casa.
  • Lacrimazione eccessiva . Nella maggior parte dei casi l'occhio eccessivamente lacrimale è accompagnato da un fastidioso prurito, quindi il tuo cane si gratterà frequentemente. In tal caso, è essenziale evitare di graffiare, poiché le unghie potrebbero subire lesioni interne.
  • Scarico purulento giallastro o verdastro . Questo sintomo apparirà in casi di congiuntivite infettiva, più grave, o in quei cani che sviluppano questa condizione a causa di un'altra patologia, come il cimurro di cui sopra.

Se il tuo cane presenta uno di questi sintomi, non esitare a portarlo dal veterinario .

Cani più inclini alla congiuntivite

Esistono razze di cani che, per motivi ereditari, hanno maggiori probabilità di soffrire di infiammazione agli occhi rispetto ad altri. Sia il barboncino che il cocker sono razze inclini a cause ereditarie e la loro prevenzione può essere effettuata solo con un esame molto precoce. Allo stesso modo, richiederà una cura degli occhi più specifica per tutta la vita del nostro cane.

Oltre alle razze precedenti, il carlino e il pechinese per conformazione del loro cranio sono più esposti a tutto il tempo inclemente e, in generale, a tutti gli elementi con cui si relazionano nella loro vita. Ad esempio, quando si annusa hanno maggiori probabilità di penetrare corpi estranei nei loro occhi e causare la comparsa di congiuntivite. Pertanto, dovresti anche prestare maggiore attenzione ai tuoi occhi e consultare il tuo veterinario su come dovremmo pulirli quotidianamente.

Come curare la congiuntivite nei cani: trattamento

La cura della congiuntivite nei cani è un processo semplice, purché non sia un sintomo di alcuna malattia. Pertanto, quando ci troviamo di fronte a un caso di congiuntivite allergica o corpi estranei, il trattamento passerà attraverso la pulizia degli occhi del cane con siero fisiologico più volte al giorno.

Tuttavia, quando si tratta di congiuntivite batterica nei cani o virale, principalmente a causa di altre malattie di natura più grave, sarà necessario somministrare un altro tipo di trattamento topico che può essere stipulato e prescritto solo da un veterinario. In generale, gli antibiotici sono usati per la congiuntivite nei cani per uso topico, cioè in crema o sotto forma di gocce, al fine di ridurre l'infiammazione congiuntivale e combattere virus o batteri. La frequenza di somministrazione deve anche essere contrassegnata dallo specialista in base alla gravità della congiuntivite.

Posso usare un collirio per cani?

La risposta è no Per trattare e curare la congiuntivite nei cani è necessario utilizzare un collirio antibiotico per cani da prescrizione veterinaria. Né dovremmo usare medicinali progettati per l'uomo o auto-medicare il nostro cane, poiché, non conoscendo la causa esatta del problema, possiamo peggiorare la situazione. Allo stesso modo, se il nostro cane è incline a soffrire di questo tipo di patologia oculare e abbiamo già gocce nel nostro kit per la congiuntivite nei cani di situazioni precedenti, dovremmo controllare la data di scadenza e consultare il veterinario se è possibile riutilizzarli, mettere che, come abbiamo visto, le cause sono molto diverse.

Quanto dura la congiuntivite nei cani?

È impossibile stabilire un periodo di durata generica, poiché è la causa della congiuntivite canina che determinerà il tempo di recupero . Pertanto, se il cane ha una congiuntivite allergica o corpi estranei, durante la rimozione dell'allergene o dell'oggetto che ha infiammato la congiuntiva, può riprendersi entro un massimo di 24 ore. D'altra parte, se si tratta di una congiuntivite batterica o virale, può essere prolungata giorni o settimane, a seconda dell'agente patogeno.

In ogni caso, è necessario seguire il trattamento stabilito dal veterinario per curare la congiuntivite nei cani il più presto possibile. L'interruzione del trattamento non è appropriata, anche se c'è un netto miglioramento o, al contrario, il cane non migliora. In entrambi i casi, è necessario contattare lo specialista per determinare come procedere.

Rimedi domestici per congiuntivite nei cani

Se non abbiamo un siero fisiologico, possiamo usare una serie di rimedi casalinghi per trattare la congiuntivite canina. Naturalmente, questi trattamenti naturali saranno efficaci in caso di congiuntivite lieve, come quella prodotta da corpi estranei o allergici. Quando ci troviamo di fronte a congiuntivite batterica o virale, senza la somministrazione di antibiotici non la elimineremo, quindi i rimedi saranno un complemento ma non la soluzione. Detto questo, i rimedi più efficaci sono:

  • Infuso Di Camomilla
  • Infuso di timo
  • Impacchi caldi e freddi

Non perdere questo articolo per imparare come usarli e per imparare i rimedi più raccomandati: "Trattamenti naturali per la congiuntivite nei cani".

Come prevenire la congiuntivite nei cani?

Per prevenire entrambe le infezioni o infiammazioni degli occhi e qualsiasi malattia agli occhi nei cani, è importante mantenere buone abitudini di pulizia degli occhi, che il tuo cane abbia una buona dieta che rafforza tutti i suoi organi e nel caso ci siano peli che ostacolano la vista che viene rimosso per impedire allo sporco che si accumula la pelliccia di entrare negli occhi.

D'altra parte, poiché la congiuntivite nei cani può essere virale, è anche importante vaccinare il cucciolo seguendo le istruzioni del veterinario per evitare possibili infezioni delle patologie più comuni. Nei cani adulti, lo specialista determinerà se è necessario vaccinare nuovamente e con quale frequenza.

La congiuntivite nei cani è diffusa nell'uomo?

La verità è che la congiuntivite batterica e virale può essere trasmessa all'uomo a seconda del virus o dei batteri che la causano. Alcuni di questi agenti possono colpire cani, gatti e persone, motivo per cui, in caso di rilevazione di segni di questo tipo di congiuntivite nei cani, è un prezzo visitare lo specialista il prima possibile non solo per evitare il contagio, ma anche per prevenire Tratta l'animale e assicurane il rapido recupero.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili alla congiuntivite nei cani - Trattamento, cause e sintomi, ti consigliamo di andare alla nostra sezione Problemi agli occhi.

bibliografia
  • Rodriguez, A.; Montoya, JA; Martínez de merlo, EM; Bouvery, I.; Pérez, MD Citodiagnosi congiuntivale nei cani . Clinica veterinaria di piccoli animali, volume 11, nº 4.
  • Esteban, J. Atlas di oftalmologia clinica di cani e gatti . Editore: Servetus
  • Bayon, A.; Sanz Herrera, F.; Leiva Repiso, M.; Peña, T. Emergenze oftalmologiche s. Formazione continua AVEPA. Associazione di veterinari spagnoli specialisti in piccoli animali.

Raccomandato

I più grandi cani del mondo
2019
Ecosistema acquatico e terrestre: cos'è e differenze
2019
Alimentazione per gatti con epatite
2019