Come vengono riciclate le batterie

Sappiamo che esistono molte forme di inquinamento e, una delle più pericolose, è quella derivata dai metalli pesanti, che colpiscono l'ambiente causando malattie molto gravi sia per le piante che per gli animali e l'uomo. In effetti, una delle principali fonti di questo tipo di contaminazione proviene da batterie usate che non sono riciclate e finiscono in natura, dove, infine, rilasciano il loro contenuto e colpiscono numerose quantità di specie viventi. Per questo motivo, è particolarmente importante che le batterie vengano riciclate correttamente e in modo controllato. Se vuoi sapere un po 'di più su come le batterie vengono riciclate e sugli effetti del mancato rispetto dell'ambiente, continua a leggere e te lo diremo.

Perché è importante riciclare le batterie

Le batterie che possiamo trovare sono di molti tipi e varietà, ma uno degli aspetti che tutti hanno in comune è che, molti dei materiali che li compongono, sono metalli pesanti, che sono metalli molto tossici per le forme di vita di qualsiasi tipo Tra alcuni dei metalli che possiamo trovare nella composizione delle batterie, spiccano i seguenti:

  • Mercury.
  • Piombo.
  • Zinco.
  • Chromium.
  • Arsenico.
  • Il cadmio.

Tutti loro, altamente tossici per la salute degli esseri viventi.

Quando una batteria viene abbandonata in natura o nell'ambiente urbano, il suo alloggiamento si deteriorerà lentamente fino a quando, dall'erosione dei fenomeni ambientali, viene rilasciato il contenuto interno che include questi metalli. Quindi, questi metalli tossici si diffonderanno nel mezzo attraverso il ciclo dell'acqua, il che porterà alla successiva contaminazione di suoli, fiumi, falde acquifere e, infine, mari.

In questi ambienti, questi metalli pesanti passeranno alle verdure e agli animali, causando loro malattie e, nel caso dell'agricoltura, del bestiame e della pesca, entrando nella catena alimentare umana . In effetti, uno dei motivi per cui i grandi pesci del mare che in seguito finiscono sul tavolo contengono elevate quantità di mercurio è questo. Va tenuto presente che la presenza di questi metalli negli organismi viventi provoca malattie molto gravi, tra cui malattie neurodegenerative, danni al fegato e condizioni del sistema circolatorio o cancro e, nei casi più gravi, morte.

Tranne nei casi in cui l'avvelenamento è molto accelerato o a causa di un incidente specifico, il più comune è che queste malattie si verificano lentamente poiché l'assunzione di cibo contaminato viene effettuata per molti anni. Tuttavia, si deve tener conto del fatto che gli organismi viventi non sono progettati per rimuovere questi metalli dal loro interno, in modo che l'accumulo venga effettuato gradualmente ma irreversibilmente. In questo modo, si tratta di un problema ambientale e di salute pubblica molto importante, quindi è essenziale che le batterie non finiscano per degradarsi in ambienti naturali o urbani incontrollati, ma che siano adeguatamente riciclate per la sicurezza di tutti gli esseri viventi.

Come vengono riciclate le batterie

Per riciclare le batterie, la prima cosa da fare è portarle in un contenitore o in un punto pulito, che sono i luoghi in cui vengono raccolte per la successiva gestione e riciclaggio. I punti puliti si trovano sia nelle grandi città che in alcune città più piccole, mentre i contenitori si trovano in luoghi molto diversi. In effetti, in molti centri urbani, è comune vederli alle fermate degli autobus, poiché sono piccoli contenitori che possono essere fissati alle basi di molti mobili urbani senza dover dedicare loro un ampio spazio.

Una volta che le batterie arrivano ai centri di riciclaggio, esistono diverse metodologie per il riciclaggio . In generale, si può considerare che tutti i processi che vengono eseguiti hanno lo scopo di separare i metalli e il resto dei componenti della batteria e di isolarli l'uno dall'altro. In questo modo, una volta che hai metalli puri, possono essere riutilizzati nella produzione di nuove batterie .

I metodi utilizzati per separare i metalli dipenderanno dal tipo di metallo che stiamo affrontando e dal tipo di batteria in questione. In generale, è possibile utilizzare sia metodi fisici che chimici. Alcuni dei metodi fisici utilizzati sono di spezzarli in piccoli pezzi in spazi chiusi e atmosfere controllate, il che consente anche il recupero di gas tossici che vengono rilasciati quando si rompono. Nel caso dei metodi chimici, uno dei più comuni è quello di riscaldare il contenuto della batteria una volta che è stato tritato per rilasciare con precisione i metalli pesanti sotto forma di vapore e quindi solidificarlo nuovamente in modo che possa essere riutilizzato. In questo modo, una volta separati tutti i componenti originali, possono essere tranquillamente riutilizzati nella produzione di nuove batterie.

Riciclaggio della batteria

Le batterie hanno il vantaggio di poter essere ricaricate di fronte alle batterie, come nel caso delle batterie ricaricabili. Ciò allunga la sua vita utile, il che impedisce al suo riciclaggio di essere così ripetitivo. Tuttavia, i materiali che compongono le batterie, sia quelli di un veicolo o di un telefono cellulare o di qualsiasi altro tipo, sono gli stessi di quelli delle batterie e, di conseguenza, devono sempre essere riciclati allo stesso modo. Per questo, possono essere depositati sia nei contenitori batteria che batteria e portati nei punti puliti, dove saranno gestiti allo stesso modo delle batterie per il loro successivo riciclaggio in modo sicuro.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come vengono riciclate le batterie, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di riciclaggio e gestione dei rifiuti.

Raccomandato

I 10 animali che saltano più in alto
2019
Il biocarburante è un'energia rinnovabile?
2019
Rinforzo positivo nei cani
2019