Come un albero si trasforma in carta

Per la fabbricazione della carta, l'industria cartaria utilizza principalmente il legno, sebbene buona parte della materia prima provenga da cartone e carta riciclati . Pertanto, per la sua elaborazione, è necessario inizialmente delle foreste, fonte di cellulosa, la materia prima da cui viene fabbricata la carta.

In effetti, la carta può essere definita come un insieme di fibre di cellulosa sottoposte a un processo complesso che cerca innanzitutto la sua conversione in pasta di carta, dalla quale produrla adottando diverse forme finali.

Il processo di fabbricazione della carta

Gli alberi contengono una grande quantità di questa materia prima sotto forma di fibre lunghe, motivo per cui sono usati per fare la carta, anche se possiamo usare anche altre piante come lino, canapa o cotone stesso. È esattamente ciò che è stato fatto in passato, usando gli alberi in maniera massiccia nella metà del diciannovesimo secolo.

Innanzitutto le fibre di cellulosa vengono separate, poiché sono interconnesse o coesive con una sostanza chiamata lignina, che d'altra parte funge da colla. La separazione delle fibre avviene meccanicamente o chimicamente.

In questo modo si ottiene una polpa contenente fibre di cellulosa, lignina e molta acqua, oltre il 97 percento. Per svolgere determinati lavori, la plasta subisce un processo di sbiancamento superiore utilizzando sostanze chimiche per rimuovere più lignina.

La rimozione dell'acqua viene eseguita in modo semplice ed efficiente. In particolare, l'acqua viene rimossa mentre si preme l'impasto tra i rulli per ottenere finalmente la carta una volta che l'impasto è stato frantumato, essiccato e aggiunto diverse sostanze a seconda del tipo di carta da ottenere.

In breve, dopo aver macinato e mescolato le fibre vegetali con acqua, in breve, è come ottenere un foglio sottile che di solito è sbiancato e sottoposto a diversi processi a seconda del prodotto finale. Attualmente, ci sono centinaia di tipi di carta.

Obiettivo: migliorare la sostenibilità

La sostenibilità è il grande problema in sospeso dell'industria cartaria, sebbene negli ultimi decenni siano stati compiuti progressi. A volte, viene fatto in modo non pianificato, come nel caso della riduzione dell'uso della carta grazie all'avanzamento delle nuove tecnologie dell'informazione.

Se a malapena abbiamo fatto qualcosa che vivevamo nella cultura della carta, ora le cose sono cambiate. Rimane onnipresente nella nostra vita quotidiana, che dubbio, ma il suo uso è stato significativamente ridotto, mentre è ancora usato per molti altri scopi. In termini globali , tuttavia, l'uso della carta sta crescendo.

Per quanto riguarda le industrie del settore, i progressi sono stati conseguiti grazie al maggiore utilizzo di alberi certificati, nonché alla purificazione di prodotti chimici che in molti casi finiscono per essere scaricati nei fiumi vicini. Anche così, c'è ancora molto da fare.

D'altra parte, l'industria cartaria, oggi, per produrre sempre più carta e cartone utilizza trucioli e segatura delle segherie, nonché carta e cartone riciclati. Cioè, l'albero non deve necessariamente essere tagliato per ottenere materiale grezzo da cui produrre la fabbricazione della carta.

Anche così, la maggior parte della materia prima proviene dagli alberi . O comunque, la carta è fatta di legno, non importa quanto sia difficile da immaginare. Sebbene la fibra di cellulosa sia anche ottenuta da carte usate, anche in questi casi è ancora una fibra di legno riciclata, la cui trasformazione ha anche un'impronta ecologica e, quindi, ha un impatto ambientale.

Pertanto, il fatto che venga utilizzata la fibra riciclata o vergine è importante, ma è anche vero che solo minimizzando il suo utilizzo possiamo proteggere il pianeta nel migliore dei modi. E non solo, poiché il rispetto degli alberi non è meno importante, evitare di tagliarlo dal renderlo più o meno sostenibile.

Carta ecologica vs carta riciclata

Quando si utilizza la carta, dobbiamo tenere conto dell'esistenza delle differenze tra la carta ecologica e quella riciclata, soprattutto se vogliamo essere consumatori ecologici . Non sorprende che né il riciclaggio sia sempre ecologico né il contrario.

Per comprendere meglio la loro differenza, diamo un'occhiata al ciclo di vita di ogni articolo, in particolare gli aspetti che influenzano maggiormente l' impatto ambientale . In particolare, esaminiamo il processo attraverso il quale un prodotto passa dall'inizio fino a quando non diventa rifiuto e, se necessario, viene riciclato. Questo è quando scopriamo che la carta può avere un ciclo di vita più o meno inquinante.

È facile capire, quindi, che un processo di produzione, distribuzione e smaltimento o riciclaggio più o meno pulito ci porterà a un livello maggiore o minore di sostenibilità. Saranno questi fattori che, in breve, determineranno quanto ecologici potrebbero essere alcuni o altri tipi di carta.

Il fatto che sia riciclato è solo un altro elemento da considerare . In altre parole, la carta ecologica non è sempre riciclata e, naturalmente, potrebbe esserci anche carta non riciclata che è persino più ecologica della carta riciclata .

conclusioni

Come consumatori, la verità è che abbiamo un momento difficile, dal momento che non abbiamo informazioni al riguardo . Forse in futuro, chissà, il mondo avanzerà in questo senso, come previsto da attivisti esperti.

Per ora, è sufficiente sapere che il riciclaggio non è sinonimo di ecologico, anche se ci aiuterà sempre a sapere che un prodotto riciclato porta anche il suo corrispondente logo ecologico, poiché ciò significa che soddisfa diversi requisiti di sostenibilità.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come un albero viene trasformato in carta, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di curiosità sulla natura.

Raccomandato

Come riciclare la plastica a casa
2019
La volpe come un animale domestico
2019
Le migliori frasi di riciclaggio
2019