Come stimolare un cucciolo a defecare?

Vedi i file dei cani

Sebbene l'ideale sia che i cuccioli rimangano con la madre per almeno 8 settimane, a volte possiamo trovare cuccioli abbandonati, femmine che non possono prendersi cura di loro (meno frequentemente) o persino madri che potrebbero essere morte. In questi casi, in questo articolo di milanospettacoli.com ci concentreremo sulla spiegazione di come stimolare un cucciolo a defecare, dal momento che è un'attività che i più piccoli non possono fare da soli ed è essenziale garantire il loro benessere.

Cura che la madre fornisce ai cuccioli

Quando nascono piccoli cuccioli, lo fanno dipendere molto dalla madre. Sono in grado di strisciare fino al capezzolo e iniziare a nutrirsi, prima con l'importante colostro e poi con il latte materno. Non vedono, poiché hanno gli occhi chiusi fino a circa 10 giorni di vita. Possiamo anche verificare che mantengano un pezzo del cordone ombelicale, che la madre ha tagliato con i denti, per circa 7-10 giorni. Neanche i cuccioli possono camminare e ci vogliono 2-3 settimane per farlo. Durante questo periodo, la madre è incaricata di fornire tutto il cibo, l'igiene e, soprattutto, la cura del calore, poiché i cuccioli non sono in grado di regolare la loro temperatura e, quindi, acquisire quella della superficie nel Si incontrano.

Mentre i più piccoli succhiano, il cane li lecca, concentrandosi sull'area genitale e anale. Questo stimola il riflesso dell'eliminazione e consente ai cuccioli di evacuare sia l'urina che le feci. Quando manca la madre, dobbiamo essere responsabili del mantenimento del benessere dei cuccioli, oltre a garantire il loro corretto sviluppo, per il quale sarà essenziale sapere come stimolare un cucciolo a defecare, come vedremo di seguito.

Come stimolare un cucciolo a fare la cacca? - Passo dopo passo

In assenza della madre, prima di tutto, dobbiamo tenere insieme i cuccioli in modo che, almeno durante le 8 settimane raccomandate, possano socializzare tra loro. Nei loro primi giorni di vita hanno bisogno di un ambiente caldo, per il quale possiamo servire una scatola di cartone con una coperta o un cuscino confortevole che possiamo coprire con un soaper, poiché, se abbiamo più di un cucciolo, il contatto tra loro può servire così si stimolano a vicenda e urinano o defecano sopra. Con Soaper faremo in modo che siano sempre asciutti e, inoltre, è molto facile cambiare in modo che rimangano sempre nelle migliori condizioni igieniche. Essendo animali molto piccoli, sono anche molto fragili, quindi devi guardare tutti i dettagli, perché qualsiasi condizione può causare la morte nel giro di poche ore.

L'alimentazione dovrebbe essere effettuata ogni 2-3 ore durante il giorno e la notte e con latte speciale per cuccioli che possiamo trovare in cliniche veterinarie o negozi specializzati. Man mano che crescono, mangeranno in modo più distanziato e dopo 3 settimane di vita inizieranno a gustare cibi solidi, prima sotto forma di pasta che faremo con alimenti speciali per cuccioli fino all'anno di età e acqua calda, mentre ne stanno ancora prendendo alcuni bottiglia e quindi mangiare direttamente l'alimentazione. È importante usare la bottiglia con i più piccoli, poiché il suo meccanismo consente al cucciolo di succhiare il latte al proprio ritmo, rendendo più difficile il soffocamento. Altri metodi, come la siringa, possono far entrare troppo il latte e senza il controllo dei cuccioli, il che può provocare soffocamento o polmonite da aspirazione. Una volta che li abbiamo nutriti, per cui è importante metterli sulla nostra mano, come se fossero in piedi, dal momento che non sono bambini e non dovrebbero mangiare sulla schiena, possiamo procedere alla stimolazione. Quindi, il primo consiglio è che la stimolazione dovrebbe essere fatta dopo ogni colpo . Successivamente spieghiamo come stimolare un cucciolo a defecare. Ricorda che questa tecnica è necessaria solo durante le prime settimane di vita . Una volta che iniziano a camminare e a nutrirsi, sono anche in grado di evacuare senza aiuto. Passaggi da seguire:

  1. Mettiamo il cucciolo sulla schiena, appoggiato sulla nostra mano.
  2. Mettiamo un soaper sotto.
  3. Abbiamo preparato una ciotola di acqua calda e alcuni cotoni o garze.
  4. Bagniamo bene il cotone, anche se non ha bisogno di essere inzuppato, e lo passiamo attraverso l'area genitale e anale, in quell'ordine, del piccolo.
  5. Possiamo fare più passaggi, sempre delicatamente.
  6. Normalmente, questa stimolazione, che simula la lingua di tua madre, provoca la minzione e la defecazione, in modo che ci permetterà anche di stimolare il cucciolo a fare pipì.
  7. Se non riusciamo a eliminare il cucciolo, possiamo massaggiare delicatamente la pancia con il cotone.
  8. Se vediamo che passa un giorno senza che il cucciolo urini o defechi, dovremmo contattare il nostro veterinario, poiché, come abbiamo detto, qualsiasi disagio può rivelarsi fatale per questi piccoli.
  9. Dopo l'eliminazione dobbiamo lasciare il cucciolo pulito e, soprattutto, molto asciutto, poiché il raffreddamento può avere conseguenze fatali.
  10. I cuccioli dovrebbero fare pipì e fare la cacca più volte al giorno.

Questi passaggi sono adatti anche per la costipazione nei cuccioli che allattano se la madre non riesce a stimolarli correttamente. E se ti chiedi quanto spesso un cucciolo defeca, di solito succede dopo ogni poppata.

Cose da tenere a mente per prendersi cura dei cuccioli senza madre

Una volta che sapremo stimolare la defecazione di un cucciolo, daremo alcune importanti raccomandazioni che devono essere prese in considerazione anche quando si prendono cura di questi piccoli orfani:

  • Prima di tutto, se prendiamo una cucciolata abbandonata, dobbiamo andare dal nostro veterinario per un esame che può avvisarci dell'esistenza di un problema. Può anche aiutarci a determinare l'età dei bambini e sverminarli come appropriato.
  • È anche molto importante tenerli in un ambiente tranquillo e, come abbiamo detto, a una temperatura calda .
  • I cuccioli passano buona parte della giornata a dormire. Man mano che crescono, potranno anche rimanere più a lungo svegli. Durante il sonno possono tremare e lamentarsi, essendo del tutto normali.
  • Finché hanno gli occhi chiusi, dobbiamo prestare attenzione al fatto che non si osserva alcuna infiammazione in loro, perché, a volte, questo può essere dovuto a un'infezione agli occhi. Pertanto, se uno dei cuccioli ha un occhio gonfio o una secrezione, dovrebbero ricevere attenzione veterinaria, poiché altrimenti l'infezione può progredire e danneggiare l'occhio.
  • Un altro aspetto importante che dobbiamo osservare è lo stato dell'ombelico . Se c'è una crosta o è macchiata considerevolmente durante la stimolazione per eliminarla, possiamo pulirla con una garza o un cotone imbevuto di siero fisiologico o un disinfettante. Dobbiamo sempre tenerlo asciutto e pulito perché, se si verifica un'infezione, le conseguenze possono essere fatali. All'inizio, i cuccioli avranno un pezzo più o meno grande di cordone ombelicale nell'ombelico che si asciugherà fino a quando cadrà completamente per 8-10 giorni. Se l'ombelico appare infiammato, rosso, caldo, suppurante o doloroso, dobbiamo cercare assistenza veterinaria urgente.
  • Qualsiasi cambiamento dovrebbe essere discusso con il veterinario, specialmente durante i primi giorni di vita: calo di temperatura, mancanza di appetito, piagnistei, assenza di eliminazione e / o movimenti, infezioni, diarrea, secrezioni, ecc.
  • Dobbiamo verificare che i cuccioli restino caldi al tatto, succhino vigorosamente e ingrassino e crescano di giorno in giorno .
  • Infine, la presenza di croste e / o piccole aree senza peli può indicare che la temperatura alla quale i cuccioli sono troppo bassi o che l'ambiente non è abbastanza igienico.

Non perdere l'articolo su "Cura dei cuccioli appena nati" e offri ai tuoi piccoli tutto ciò di cui hanno bisogno.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come stimolare un cucciolo a defecare?, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Assistenza di base.

Raccomandato

Trucchi per dare pillole ai cani
2019
I migliori veterinari a Manresa
2019
Crollo tracheale nei cani - Sintomi e trattamento
2019