Come realizzare un giardino ecologico

Realizzare un giardino ecologico richiede un approccio molto diverso rispetto alla realizzazione di un giardino convenzionale. L'approccio ecologico è l'unica, ma essenziale differenza, che segna finalmente il risultato in aspetti quali la distribuzione dello spazio, l'uso di materiale riciclato, l'irrigazione con acqua piovana, l'uso di semi biologici o, ad esempio, il promozione della biodiversità indigena .

Ma da dove cominciare? Una volta che abbiamo scelto le piante, siano esse semi biologici, talee prelevate dalla natura o piante con un certificato biologico, pianificheremo lo spazio in modo intelligente, cercando di combinare le loro esigenze con un uso efficiente dell'irrigazione e, se lo desideriamo, anche con l'effetto ornamentale . Continua a leggere questo articolo sull'ecologia verde se vuoi sapere come realizzare un giardino ecologico .

Seminare e concimare

L'idea è quella di garantire che le piante che necessitano di poca irrigazione, che inizialmente sarebbero le più consigliate, siano raggruppate in zone soleggiate e lasciano gli spazi più ombreggiati per coloro che necessitano di un'irrigazione più intensa. In questo modo, eviteremo di sprecare acqua e aiuteremo le piante con il maggior bisogno di acqua a sopravvivere in estate.

Inoltre, è importante scartare le piante stagionali in modo da non dover camminare cambiandole e, se possibile, sceglieremo le specie autoctone o, ancora meglio, che sono anche in pericolo di estinzione.

Scegli i semi per il nostro giardino

La scelta dei semi biologici, d'altra parte, garantisce che non hanno subito modifiche o alterazioni genetiche dovute a fertilizzanti, pesticidi o altri trattamenti artificiali.

Ogni pianta ha un tempo di semina raccomandato, ma in generale, tieni presente che risparmieremo più acqua facendolo in autunno, in modo che abbiano il tempo di crescere fino alla prossima primavera ed estate, quindi non dovremo annaffiare così tanto per crescere.

Tipo di terreno

Il tipo di terreno influenza anche una frequenza maggiore o minore di irrigazione, nonché le esigenze di fertilizzanti. È fondamentale conoscere le caratteristiche del terreno per scoprire se ha un buon drenaggio e quale tipo di compost dobbiamo creare a casa per compensare le carenze di materia organica.

In caso di acquisto del terreno, scegliamo quello ecologico. Alcuni hanno humus di lombrico e drenano correttamente l'acqua, e le migliori pentole in terracotta naturale o, perché no, riciclano vecchi mobili o oggetti o pallet per creare vasi o fioriere originali.

Innaffi e spaventi i parassiti

Il sistema di irrigazione a goccia è adatto a terreni sabbiosi e, d'altra parte, se è argilloso, l'irrigazione sarà frequente e in piccole quantità. Allo stesso modo, la raccolta di acqua piovana in fusti specifici sarà una soluzione molto interessante per la salute delle piante e per risparmiare acqua.

Combattere i parassiti senza usare prodotti chimici può sembrare impossibile. Tuttavia, ci sono alternative verdi che le combattono ingegnosamente. Sebbene ci siano prodotti biologici sul mercato, i trucchi fatti in casa danno un buon risultato.

Schiaccia gusci d'uovo o cenere e cospargili a terra, prepara pesticidi naturali mescolando aceto, cipolla, aglio in proporzioni diverse o copri una pianta in modo circostanziato con un panno sottile (tipo a griglia, come quelli usati per proteggere la frutta), Sono alcuni trucchi che funzionano.

Se la situazione sfugge al controllo, cerchiamo prodotti biologici sicuri se applicati a piante commestibili. D'altra parte, come prevenzione, è anche efficace la scelta strategica di alcuni tipi di piante che spaventano alcuni o altri tipi di insetti.

Attrarre la biodiversità

Esatto, combattere i parassiti creando un certo ecosistema, da un lato ci permetterà di sfruttare la funzione predatoria degli insetti che arrivano e quindi raggiungere un equilibrio generale, mentre dall'altro attireremo la fauna selvatica.

Proprio come promuoviamo le piante autoctone, è tuo per attirare la fauna selvatica nel nostro giardino . No, non intendo lupi o cinghiali, ma scoiattoli, insetti impollinatori, scarafaggi, piccoli rettili, anfibi, libellule, uccelli, ecc.

Grandi pietre ammucchiate, stagni naturali sono nascondigli che ringrazieranno anfibi e piccoli animali. E, naturalmente, se vogliamo aiutare le api dei nostri amici, nel nostro giardino troverai fiori senza pesticidi dove puoi combattere felicemente. In generale, possono essere attratti da qualsiasi fiore, proprio come le farfalle, ma possiamo anche sceglierne alcuni che gli piacciono particolarmente.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come realizzare un giardino ecologico, ti consigliamo di accedere alla nostra categoria Cura del giardino.

Raccomandato

Nomi di gatti famosi
2019
I migliori addestratori di cani a casa a Barcellona
2019
Suggerimenti per l'adozione di un coniglio
2019