Come preparare fertilizzanti biologici fatti in casa per le piante

Sappiamo che i fertilizzanti con materia organica hanno la capacità di aggiungere più nutrienti al suolo, aumentandone la fertilità e la vitalità. Un modo economico per produrre fertilizzanti è utilizzare i rifiuti organici che generiamo quotidianamente a casa nostra. In questo modo, otterremo un triplo vantaggio, riducendo l'uso di fertilizzanti sintetici sul terreno, minori spese per i fertilizzanti e l'uso di rifiuti domestici (meno rifiuti generati).

In questo articolo, riveliamo la risposta su come produrre fertilizzanti organici fatti in casa per le piante, dandoti diverse idee ed esempi.

Perché usare fertilizzanti organici anziché sintetici

Ci sono molti vantaggi nell'utilizzare fertilizzanti e fertilizzanti organici e altro se fatti in casa, perché il naturale è sempre più sano e, inoltre, riutilizzeremo i rifiuti. Va anche tenuto presente che gli svantaggi dei fertilizzanti sintetici sono diversi e questi sono alcuni di essi:

  • Contribuiscono al cambiamento climatico.
  • Possono causare inquinamento in acque, suoli e fiumi, a seguito dell'effetto lavante delle piogge.
  • Colpiscono le piante e i nutrienti dai minerali in eccesso: i fertilizzanti sintetici sono generalmente molto concentrati e se usati in eccesso possono peggiorare la qualità del suolo, anziché migliorarla.
  • Contribuiscono all'acidificazione dei suoli, favorendo la desertificazione.
  • Possono causare avvelenamento se maneggiati senza un'adeguata protezione.

Fertilizzanti e fertilizzanti organici per le piante consigliate

Questi sono alcuni dei fertilizzanti organici fatti in casa per le piante più raccomandati per i loro benefici per la terra e le colture e, inoltre, per la loro facilità di ottenere e applicare:

letame

È senza dubbio uno dei fertilizzanti organici migliori e più benefici per il suolo. Sebbene possa essere acquistato nei negozi di giardinaggio, se hai galline, capre o conigli, puoi usare i loro escrementi. Gli escrementi di coniglio sono quelli che hanno un contenuto di azoto più elevato e possono essere aggiunti direttamente al suolo, ma quelli di altri animali devono passare attraverso un precedente processo di compostaggio.

Pelli di banana

Le banane hanno un alto contenuto di potassio, che è molto utile come nutriente per le nostre piante, ad esempio, è molto utile per la fioritura. Dopo aver mangiato la frutta, possiamo usare la sua buccia per fare fertilizzanti fatti in casa.

Gusci d'uovo

I gusci delle uova sono molto utili in giardino, poiché forniscono sostanze nutritive come il carbonato di calcio e servono come repellenti per i parassiti. L'ideale è schiacciare bene le bucce per aggiungerle al nostro fertilizzante fatto in casa, anche se puoi anche farle con una polvere e spargerle bene attraverso la base delle nostre piante.

Fondi di caffè

Dopo aver bevuto una tazza di caffè, possiamo sfruttare i fondi o i resti di caffè per produrre fertilizzante per le nostre piante, poiché forniscono una buona quantità di azoto, molto benefico come nutriente. Possono anche essere miscelati direttamente sul terreno o sparsi sulla loro superficie.

Urina umana

L'urina dell'urina ha un contenuto molto elevato di azoto, fosforo e potassio. L'urina è un prodotto sterile fintanto che il corpo che lo produce è sano. Può essere sciolto in acqua con un rapporto 1: 8 e aggiunto al nostro fertilizzante fatto in casa.

prato

Una volta che l'erba o le erbacce sono state tagliate, possono essere aggiunte al nostro fertilizzante organico, poiché sono molto ricche di azoto e trattengono alcuni dei nutrienti che hanno assorbito dallo stesso terreno su cui sono cresciute.

Cenere di camino

Le ceneri del camino forniscono grandi quantità di potassio e carbonato di calcio, ideali per produrre il nostro fertilizzante fatto in casa. È importante non applicarli direttamente intorno alle piante acidofile o se il terreno è alcalino.

aceto

L'acido acetico aceto è molto buono per le piante che richiedono terreni acidi. Puoi persino sciogliere l'aceto in acqua e annaffiare direttamente le piante di questo tipo.

Come fare passo dopo passo il fertilizzante organico fatto in casa per le piante

Sebbene alcuni rifiuti organici possano essere gettati direttamente nel terreno, il modo ideale per decomporre questi è seguire una serie di passaggi per creare un compost o un compost fatto in casa. Questi passaggi per realizzare un fertilizzante organico a casa per le tue piante sono:

  1. Praticare fori nella superficie di un piccolo contenitore profondo circa un metro (o in un contenitore grande o medio, in base alle nostre esigenze).
  2. Posizionare 4 o 5 dita di terra all'interno (o più a seconda del contenitore).
  3. Aggiungi rifiuti organici (esempi sopra menzionati). È importante che non siano rifiuti di alcun prodotto animale.
  4. Coprire con un po 'più di sporco.
  5. Di tanto in tanto (circa due settimane), mescolare bene con una pala, portando i resti che sono in superficie e viceversa. Questo passaggio è importante per aerare il nostro fertilizzante domestico.

Dopo alcune settimane, nel nostro fertilizzante iniziano a comparire vermi, moscerini della frutta e altri insetti; segnala che si sta verificando il processo di decomposizione. Quando il terreno diventa nero, grumoso e la materia organica si è completamente decomposta, sarà pronta per essere applicata in giardino o in giardino. L'odore del fertilizzante dovrebbe essere simile a quello del terreno umido. Il processo di produzione del fertilizzante, di solito richiede due mesi, se iniziamo in estate (il calore favorisce la decomposizione) e cinque mesi, se iniziamo in inverno.

Per applicarlo, diffondilo espandendolo bene attorno alle radici delle piante, usando un rastrello o altro strumento.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come produrre fertilizzanti organici fatti in casa per le piante, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Cura del giardino.

Raccomandato

Cura della magnolia
2019
Ectropion nei cani
2019
Tipi di terreno e loro principali caratteristiche
2019