Come prendersi cura della pianta di rosmarino in vaso

Il rosmarino o il rosmarinus officinalis è una delle piante medicinali e aromatiche più utilizzate per la cucina, la salute e la bellezza. Per questo motivo, sempre più persone vogliono coltivare il rosmarino a casa . Coloro che hanno terra, come un frutteto o un giardino, hanno più facile coltivare questa pianta, poiché cresce molto facilmente nel terreno. D'altra parte, coloro che vivono in un appartamento o in una casa dove hanno solo una terrazza, un balcone e / o finestre, hanno bisogno di usare vasi e la coltivazione può essere un po 'più delicata.

Pertanto, ti offriamo una guida pratica su come prendersi cura della pianta di rosmarino in una pentola in modo che, in questo modo, sia più facile raggiungerla e trarne vantaggio.

Composizione e proprietà della pianta di rosmarino

Tra i componenti principali del rosmarino vi sono oli essenziali, fenoli, flavonoidi, fibre, potassio, calcio, zinco, magnesio, rame, vitamina B1 o tiamina e vitamina B3 o niacina. Questa composizione consente le seguenti proprietà del rosmarino :

  • È una pianta digestiva, quindi aiuta ad alleviare i problemi legati alla digestione e tutto questo apparato, come l'acidità, la flatulenza, la digestione pesante e così via.
  • Serve a trattare problemi orali come la prevenzione della carie, riduce le infezioni e le infiammazioni in bocca ed elimina l'alitosi.
  • Aiuta a prendersi cura del fegato e della cistifellea, quindi serve a prevenire e ridurre alcuni problemi in questi organi.
  • È un antibiotico naturale molto potente.

Inoltre, in questo altro articolo spieghiamo che l'odore di rosmarino aumenta la memoria fino al 75%. Quindi, puoi usarlo in cucina, per prenderti cura della tua salute e per aumentare la tua bellezza perché, ad esempio, questa pianta viene anche usata molto per fare shampoo fatto in casa naturale.

Cura del rosmarino in una pentola: luce, temperatura e umidità

La prima cosa che devi sapere per prenderti cura di una pianta di rosmarino sono senza dubbio le condizioni di cui hai bisogno per vivere in buone condizioni e crescere. Tra le condizioni che devono essere prese in considerazione per prendersi cura del rosmarino in una pentola ci sono le seguenti:

  • Luce adatta al rosmarino: è necessario ricevere luce naturale diretta, poiché è una pianta che ha bisogno di molto sole e luce. Tuttavia, dobbiamo garantire che in periodi di sole intenso la pianta non sostenga tutte le ore di calore alla luce solare diretta, poiché sarà facile bruciare le sue foglie. Pertanto, in periodi di sole molto caldo e forte, è meglio cercare un luogo con sole e ombra e in periodi temperati o freddi per cercare il luogo con più luce naturale possibile.
  • Temperatura ottimale per la pianta del rosmarino: questa pianta può adattarsi alle temperature fredde e calde ma, in realtà, la temperatura appropriata per il rosmarino è quella nei climi temperati e caldi. Pertanto, non regge bene grandinate, gelate e sbalzi di temperatura improvvisi, ma nessuna delle aree in cui il sole si surriscalda eccessivamente.
  • Umidità adeguata per un rosmarino in vaso: questa pianta è naturale in tutto il Mar Mediterraneo e, quindi, è abituata ad avere periodi di siccità e tempi con più acqua, anche se mai in eccesso. Pertanto, non necessita di elevata umidità e l'irrigazione sarà sufficiente.

Dove mettere la pianta di rosmarino in una pentola

Conoscendo le condizioni spiegate sopra, puoi dedurre che questa pianta in vaso può essere ben al chiuso e all'aperto . Tuttavia, all'aperto sarà sempre meglio piantare direttamente sul terreno, dove crescerà molto di più.

A seconda del clima del nostro posto, l'esterno o l'interno saranno più consigliabili. Pertanto, nei climi freddi è meglio avere la pentola di rosmarino all'interno della casa, anche se può sopportare un po 'di freddo, è meglio evitare le gelate e significativi abbassamenti di temperatura. All'interno della casa è fondamentale posizionare la pianta vicino a una finestra, ma non attaccarla al vetro, poiché potrebbe essere troppo fredda, ed evitare di ricevere direttamente i radiatori e i condizionatori d'aria, poiché possono seccarla.

D'altra parte, se viviamo in un clima caldo o caldo o addirittura caldo, è meglio avere rosmarino all'aperto, in una zona in cui è possibile ricevere abbastanza ore di luce naturale, ma se il sole nella nostra zona si riscalda abbastanza, cosa è meglio posizionarlo direttamente in una zona di sole e ombra, ad esempio sotto una pianta più grande o un albero o in un luogo con tende da sole.

Quando innaffiare una pianta di rosmarino in vaso

Un'altra cura del rosmarino è l'irrigazione, come abbiamo detto prima, deve essere dosata bene, perché questa pianta viene utilizzata per periodi di siccità e tempi umidi, ma mai in condizioni estreme.

Per questo motivo, sebbene esistano diversi sistemi di irrigazione, sia per le piante nel terreno o nel suolo che per i vasi, uno altamente raccomandato per la cura delle piante aromatiche a casa, come il rosmarino in un vaso, è il sistema di irrigazione a goccia . Questo sistema consente di controllare molto bene che l'irrigazione sia di una quantità adeguata e non sia eccessiva.

Tuttavia, anche se si utilizza l'irrigazione più adeguata, se non esiste un buon drenaggio non sarà di grande aiuto, perché la pianta può allagarsi e morire. Pertanto, quando li trapianti nella pentola dovrai assicurarti di utilizzare una miscela di terreno adatta e posizionare alcune pietre sul fondo accanto ai fori, per garantire che l'acqua coli bene e non rimanga trattenuta annegando le radici.

Allo stesso modo, quando la pianta è ancora piccola e in periodi di clima abbastanza caldo, puoi estendere l'irrigazione anche ogni giorno, se c'è un buon drenaggio, o un giorno sì e uno no. D'altra parte, durante i periodi più freddi, è meglio annaffiare la pianta tra una e tre volte alla settimana, a seconda della temperatura.

Potatura di rosmarino e possibili parassiti

Per continuare a imparare come prendersi cura della pianta di rosmarino in vaso, è necessario tenere conto anche della potatura di questa. Si consiglia di potare un rosmarino quando si vede che ha foglie e fiori secchi o ingialliti, quando si vede che difficilmente cresce o quando ha parti molto piene di parassiti, come afidi o cocciniglie. l'ideale è attendere la fine della fioritura e tagliare appena sotto la parte da rimuovere, evitando di tagliare parti completamente sane. In questo modo, vedrai che per la prossima fioritura il rosmarino sarà bellissimo e riempirà il luogo di odore.

I parassiti nel rosmarino possono essere un grosso problema e, se non li eliminiamo o li controlliamo, possono rovinare del tutto la pianta. Pertanto, ti consigliamo di consultare questo altro articolo su Come combattere i parassiti nell'agricoltura biologica, in modo da raggiungerlo nel modo più naturale possibile.

Perché il rosmarino si asciuga?

Se la tua pianta di rosmarino è secca dovrai rivedere le condizioni di base che abbiamo menzionato all'inizio. Se le sue foglie e i suoi fiori diventano gialli e marroni e asciutti, potrebbe esserci un calore eccessivo o freddo o la pianta potrebbe annegare.

Cerca di non avere il calore in eccesso o il sole diretto, il freddo, i condizionatori d'aria o il riscaldamento troppo vicino per asciugarlo o la terra dell'encharcada. Nel caso in cui la pianta stia annegando, non solo vedrai le foglie ingiallite, ma alcune diventeranno molto scure, persino nere, marciranno e gli steli saranno ammorbiditi.

In questi casi, è meglio cambiare il posto e puoi asciugare le parti . Inoltre, se il terreno è allagato, sarà importante trapiantare e inserire nuovo terreno con un drenaggio adeguato .

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come prendersi cura della pianta di rosmarino in vaso, ti consigliamo di inserire la nostra categoria Coltivazione e cura delle piante.

Raccomandato

Castrare un cane - Prezzo, postoperatorio, conseguenze e benefici
2019
La mamba nera, il serpente più velenoso in Africa
2019
10 imballaggi biologici pieni di originalità
2019