Come far vomitare un gatto?

Vedi file Cats

Non è un segreto che la curiosità dei gatti non abbia limiti. Esplorare uno spazio sconosciuto, esaminare ciò che fai, frugare in tutto ciò che attira la loro attenzione è un comportamento completamente normale in loro, ma che a volte porta loro conseguenze negative.

Questa curiosità può indurre il gatto a ingerire sostanze o oggetti altamente pericolosi per lui, che in alcuni casi gli richiedono di vomitare per preservare la sua vita mentre lo trasferisce dal veterinario. Se vuoi sapere come far vomitare un gatto, continua a leggere questo articolo da milanospettacoli.com.

È necessario aiutare a vomitare un gatto?

Prima di insegnarti la migliore tecnica per il vomito del tuo gatto, dovresti sapere che non in tutte le situazioni è consigliabile indurre questa reazione e che se provi senza sapere se è il momento giusto le conseguenze possono essere negative e persino fatali.

Il vomito dovrebbe essere causato solo quando si è molto sicuri di ciò che il gatto ha ingerito. In questo senso, è raccomandato solo nei casi in cui hai mangiato una pianta tossica per gatti (come stella di Natale, edera o giglio tra gli altri), una pianta che conosci ha avuto recenti contatti con pesticidi o fertilizzanti artificiali.

Al contrario, il vomito non dovrebbe essere indotto quando:

  • Sono passate 2 ore o più da quando il gatto ha ingerito il tossico.
  • Il gatto ha ingerito un oggetto appuntito che potrebbe perforare il suo stomaco o esofago: aghi, piccoli pezzi di metallo, bacchette, tra gli altri oggetti appuntiti.
  • Hai preso tranquillanti o altri farmaci .
  • Ha ingerito sostanze infiammabili, composti alcalini, acidi, corrosivi o prodotti petroliferi : cloro, oli combustibili, benzina, prodotti per la manutenzione di automobili, detergenti domestici, alcuni veleni, ecc.).
  • Il gatto è incosciente o semi-incosciente.

Questo è molto importante, perché se causi vomito al gatto in situazioni in cui è controindicato, potresti produrre una ferita interna, generare ustioni di secondo grado, ecc.

Prima di far vomitare un gatto

Prima di far vomitare il tuo gatto devi assicurarti che il prodotto che hai ingerito e che stai cercando di espellere non rientri tra quelli sopra menzionati. La cosa migliore che puoi fare è chiamare il veterinario di emergenza per chiedere consigli sulle tue prestazioni.

Altri consigli prima di vomitare :

  • Non tentare mai di far vomitare un gatto che è debole, incapace di deglutire, ha avuto convulsioni o soffre di un attacco epilettico.
  • Non ha senso farlo vomitare se sono trascorse 2 ore da quando la sostanza è stata ingerita, poiché sarà già nell'intestino tenue e non sarà possibile estrarla da lì.
  • Non tentare mai di farlo vomitare se ciò che ha ingerito è un oggetto appuntito.
  • Per quanto riguarda i tranquillanti, tra i suoi effetti c'è quello di evitare il vomito, quindi è questo che ha ingerito l'unica cosa che puoi fare è trasferire il gatto dal veterinario.
  • Non usare mai latte, acqua con aceto, alcool, etere o altre sostanze (diverse da quelle che raccomanderemo di seguito) per provocare il vomito nel gatto.
  • Quando il gatto vomita, pulisce immediatamente la superficie, per evitare che ingerisca di nuovo la sostanza (è più comune di quanto si pensi).

Se riesci a vomitare o meno, dovresti andare dal veterinario per una valutazione dello stato del gatto. Sebbene sia riuscito a espellere la maggior parte del prodotto ingerito, molte tossine sono letali a piccole dosi.

Come far vomitare un gatto con acqua ossigenata

Avvertenza: il perossido di idrogeno (perossido di idrogeno) è una sostanza tossica ma utile per indurre il vomito, quindi quando lo dai al tuo gatto devi seguire attentamente le istruzioni relative alla dose raccomandata.

Dose raccomandata: 5 millilitri per ogni 2, 5 chilogrammi di peso. Per un gatto di 5 chili, che è il peso medio dei felini fatti in casa, sarà sufficiente con 10 millilitri, che è di circa due cucchiaini. Utilizzare solo il 3% di perossido, altrimenti il ​​risultato potrebbe essere letale.

Somministrazione: idealmente, si dovrebbe usare una piccola siringa; Se non lo hai a portata di mano, usa un cucchiaino da tè. Prendi i millilitri di perossido di idrogeno in base al peso. Tieni il gatto sulle gambe o arrotolalo in un asciugamano e lascia solo la testa all'esterno. Posizionare la siringa verso la guancia, tra i denti, e rilasciare lentamente un millilitro ogni volta, lasciando che il gatto deglutisca; Ricorda di non mirare direttamente alla gola, poiché la sensazione farà sussultare il gatto.

Se invece di una siringa hai un cucchiaino da tè, segui la stessa procedura, facendo cadere il liquido tra i denti ai lati del muso.

Quando hai finito con il contenuto della siringa, attendi 10-15 minuti finché il gatto non vomita da solo. In caso contrario, ripetere l'operazione fino a un massimo di 3 dosi.

Se vomiti dopo queste dosi o meno, dovresti portarlo dal veterinario per un controllo: se puoi vomitare, puoi andare dallo specialista più calmo per valutare la tua salute generale; se non riesce, il gatto avrà bisogno di cure mediche immediate e urgenti.

Come far vomitare un gatto con il sale

Avvertenza: non è consigliabile includere il sale nella dieta del gatto, tuttavia è uno dei sali minerali più raccomandati e usato per indurre il vomito, sia a livello nazionale che veterinario.

Dose raccomandata: dovrai mescolare tra 1 e 3 cucchiaini di sale ogni 250 ml di acqua. Quindi dovresti omogeneizzare la miscela e assorbirla in una siringa, piccola o grande, a seconda delle dimensioni del gatto.

Somministrazione: è necessario svuotare la soluzione di acqua salata con la pressione nella gola del gatto. In linea di principio osserverai salivazione, disagio e un tentativo di vomito. Se non accade nulla, è meglio ripetere il processo dopo 10 minuti fino a un massimo di 3 dosi.

Dopo il vomito sarà essenziale rivolgersi al veterinario per escludere avvelenamenti o danni di qualsiasi tipo nell'organismo del gatto.

Cos'altro possiamo fare?

Oltre a provocare il vomito, ci sono alcuni prodotti che ci consentiranno di impedire l'assorbimento e la trasmissione del sangue tossico :

  • Carbone attivo : tra le sue qualità vi è la capacità di assorbire impurità, veleni e sostanze tossiche, quindi la rende perfetta in caso di ingestione di una qualsiasi di esse. È una polvere nera, abbastanza fine, che si trova nei negozi di alimenti naturali e in altri tipi di farmacie. È anche possibile trovarlo sotto forma di capsule, vendute in farmacia. Raccomandiamo di offrire 1 grammo di carbone attivo per kg di peso del gatto.
  • Clistere : i clisteri sono liquidi introdotti attraverso il tratto rettale e aiutano l'animale a evacuare facilmente.
  • Lassativi : i lassativi accelerano il transito intestinale e grazie a questo puoi evitare l'assorbimento di una parte del prodotto tossico che il gatto avrebbe potuto ingerire. Sebbene ce ne siano molti tipi, raccomandiamo l'uso del solfato di sodio, usando 1 grammo per kg di peso del gatto.

Non dimenticare che questi sono consigli di primo soccorso che dovresti usare solo in caso di emergenza . In ogni caso, se noti che il tuo gatto è stato intossicato, dovresti chiamare il veterinario per seguire le sue istruzioni e andare al centro veterinario il più rapidamente possibile.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come far vomitare un gatto?, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione di primo soccorso.

Raccomandato

Nomi di gatti famosi
2019
I migliori addestratori di cani a casa a Barcellona
2019
Suggerimenti per l'adozione di un coniglio
2019