Come è stata scoperta l'elettricità

L'elettricità è una parte regolare della nostra vita oggi. La nostra dipendenza da esso è presente in molti luoghi, dall'uso di dispositivi informatici a qualcosa di semplice come accendere la luce a casa o spostarsi in un'auto elettrica.

Tuttavia, sai come è stata scoperta questa energia pulita e chi l'ha fatto? Se vuoi sapere come è stata scoperta l'elettricità, continua a leggere e ti diciamo in modo semplice, il che è fantastico anche per essere in grado di capirlo bene e usare questo articolo come guida per spiegarlo ai più piccoli.

Cos'è l'elettricità

Quando parliamo di elettricità ci riferiamo a un numero molto elevato di fenomeni fisici. Tuttavia, in tutti loro, c'è un elemento che è costante: il flusso di elettroni . Gli elettroni sono una delle particelle che compongono gli atomi, in particolare il guscio esterno. In un atomo, qualunque sia il tipo, troveremo due parti distinte. Da un lato c'è il nucleo, formato da protoni e neutroni . Dall'altro, c'è quella che viene chiamata nuvola di elettroni, ovvero gli strati superficiali in cui si trovano gli elettroni, che si muovono in orbite attorno al nucleo.

Quando parliamo di elettricità, ciò a cui ci riferiamo è il flusso di quegli elettroni che sono naturalmente presenti intorno al nucleo degli atomi e che, in determinate circostanze, possono muoversi sotto forma di un flusso, saltando da un nucleo all'altro Crea ciò che chiamiamo elettricità. In effetti, l' elettricità può assumere molte forme . Alcuni dei più noti sono i fulmini, l'elettricità statica, l'elettromagnetismo o il flusso di correnti elettriche, che servono a far funzionare i dispositivi che l'uomo produce per migliorare la nostra vita e la nostra routine quotidiana.

Come è stata scoperta l'elettricità e chi l'ha fatto

La prima cosa da tenere a mente è che l'elettricità, come fenomeno naturale, non è un'invenzione dell'essere umano, ma una scoperta. L'essere umano che l'ha inventato ha diversi metodi per sfruttarlo. Pertanto, quando si parla di elettricità, non si può parlare di invenzione, poiché si tratta di un fenomeno naturale che è sempre stato lì, presente in natura.

Talete di Mileto

I primi esempi dell'uso dell'elettricità si trovano nell'antichità. In realtà, è attribuito al filosofo e pensatore greco Tales of Miletus, la prima menzione dell'elettricità statica come fenomeno presente in natura. Tuttavia, è solo una mezza scoperta, poiché non è andata oltre la curiosità, dal momento che non era possibile capire correttamente cosa fosse l'elettricità, per non parlare della ragione della sua esistenza e di come ha funzionato.

William Gilbert

Più tardi, nel 1600 il medico inglese William Gilbert fu responsabile per coniare il termine "elettricità", poiché aveva osservato l'esistenza di una forza che si manifestava sotto forma di elettricità statica dopo che due oggetti specifici venivano sfregati insieme . Tuttavia, non si capiva ancora cosa fosse l'elettricità.

Benjamin Franklin

Dovremmo aspettare fino al 1752 che Benjamin Franklin esegua il suo famoso esperimento con l'aquilone, che è considerato il punto di svolta che sarebbe stato preso nella storia come il momento in cui è stata scoperta l'elettricità. Franklin era un uomo in anticipo sui tempi. Considerato uno dei padri fondatori degli Stati Uniti d'America, si dedicò anche alla ricerca scientifica, dove si distinse per la scoperta dell'elettricità.

Franklin aveva osservato l'esistenza dell'elettricità proprio come altre persone prima di lui. Tuttavia, gli studi di Franklin andarono oltre, soprattutto grazie al suo famoso esperimento con l'aquilone. Questo esperimento consisteva nel trarre vantaggio da una notte di tempesta per far volare un aquilone che in precedenza aveva legato una chiave di metallo (che come sappiamo oggi è un materiale elettricamente conduttivo). Il risultato è stato che l'aquilone ha attirato un fulmine, quindi Franklin ha ricevuto una buona scossa elettrica, anche se questo non avrebbe comportato una grave battuta d'arresto (non avrebbe potuto essere così, quindi non pensare di far volare gli aquiloni in una notte tempestosa ). Quell'esperienza è servita a Franklin per continuare a progredire nella conoscenza dell'elettricità, che gli ha permesso di comprendere l'esistenza di quelle che oggi chiamiamo cariche positive e negative, che è considerato l'elemento più caratteristico dell'elettricità, poiché si tratta di un flusso di elettroni che si muovono tra questi due tipi di cariche.

In questo modo, la scoperta dell'elettricità fu attribuita a Benjamin Franklin. In seguito, altri scienziati come Newton o Volta avrebbero completato il lavoro di Franklin, permettendoci di migliorare la nostra conoscenza dell'elettricità e aprendo la strada alla nostra comprensione di questo fenomeno naturale oggi.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come è stata scoperta l'elettricità, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Curiosità dell'uomo.

Raccomandato

Rimedi domestici per i vermi di cane
2019
Mangime per cavie in base all'età
2019
Tipi di pastore belga
2019