Coltivazione e cura del cactus stellato

Se ti piacciono i cactus, ci sono molte varietà tra cui scegliere per dare un tocco diverso a qualsiasi luogo, sia all'interno della casa che in un giardino, terrazza o patio. Oggi vorrei scrivere del cactus stellare, che ha la sua origine in Messico ed è il più grande di tutti quelli appartenenti alla famiglia degli Astrophytum.

Il suo gambo è sferico nei suoi primi anni ma man mano che cresce diventa colonnare. Gli esemplari selvatici più antichi possono raggiungere un metro di altezza e circa 30 centimetri di diametro, anche se nella loro normale coltivazione di solito non superano i 30 cm di altezza. Le areole sono separate e hanno tra 5 e 11 spine, sia dritte che affilate, che sono marroni e con una lunghezza che può raggiungere i 3 cm.

Le tue cure

  • Illuminazione : se è all'aperto, dovrà essere in pieno sole, mentre se è all'interno dovrà essere un luogo ben illuminato. L'ombra si adatta a lui nelle ore in cui il sole è più forte.
  • Temperatura : non ha molti requisiti a questo proposito, anche se il freddo lo tollera solo se l'ambiente è secco.
  • Substrato : deve essere ben drenato. Per renderlo molto più benefico e il cactus si sviluppa meglio, aggiungi il 25% di sabbia grossolana al substrato standard.
  • Annaffiatura : questo cactus ha bisogno di poca acqua, anche meno delle altre varietà. Il collo può marcire molto facilmente, quindi innaffia poco e nella parte più esterna in modo che l'acqua non raggiunga quella zona. Innaffia solo quando il terreno si è completamente asciugato.
  • Moltiplicazione : il modo più comune per farlo è per mezzo di semi in semenzaio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Coltivazione e cura del cactus stellato, ti consigliamo di inserire la nostra categoria Coltivazione e cura delle piante.

Raccomandato

Differenze tra animali vivipari e mammiferi
2019
Sintomi dell'aborto in un cane
2019
A che età i cani smettono di mordere tutto?
2019