Clamidia felina - Contagio, sintomi e trattamento

Vedi file Cats

La clamidiaosi felina è una malattia batterica altamente contagiosa, che colpisce principalmente gli occhi e il tratto respiratorio superiore, sebbene i batteri causali possano anche insediarsi nei genitali dei gatti. La patologia è più frequente tra i giovani felini di strada o che vivono in gruppo, ma possono intraprendere miniere di tutte le età, siano essi meticci o di razza definita.

Se hai appena adottato un bellissimo micio, è molto importante che tu vada dal tuo veterinario di fiducia per controllare il tuo stato di salute ed escludere possibili malattie che minacciano il tuo benessere. E in questo articolo di milanospettacoli.com, puoi conoscere le principali forme di infezione, le cause e i sintomi della clamidia felina .

Cause e diffusione della clamidiaosi felina

La clamidosi felina, chiamata anche clamidia felina, è causata da un tipo di batterio gram-negativo chiamato Chlamydophila felis . Attualmente, si stima che circa il 30% delle diagnosi di congiuntivite felina siano correlate alla clamidia. Inoltre, è stato riconosciuto che i batteri Chlamydophila felis di solito agiscono in associazione con calicivirus felino e virus della rinotracheite.

I batteri Chlamydophilas possono rimanere dormienti nell'ambiente, ma hanno bisogno di un ospite per riprodursi. Ecco perché entrano nell'organismo felino, dove trovano un'alta disponibilità di cibo e un ambiente sicuro. Quando entrano nel corpo del gatto, il loro periodo di incubazione è da 3 a 10 giorni .

D'altra parte, la forma di infezione si verifica dal contatto diretto con le secrezioni nasali e oculari dei gatti infetti. Pertanto, i gatti che vivono in gruppo sono particolarmente vulnerabili a questa patologia.

In passato, la clamidia era nota come "polmonite felina", ma la nomenclatura non era molto accurata, poiché questi batteri difficilmente raggiungono i polmoni. Di solito si concentrano sugli occhi e sul tratto respiratorio superiore, causando congiuntivite costante e possibile rinite.

La clamidia si diffonde dai gatti all'uomo?

La clamidosi non può essere diffusa nell'uomo da gatti infetti, ma la trasmissione è molto semplice tra i felini. Ecco perché insistiamo con cautela e andiamo dal veterinario al primo sintomo, soprattutto se abbiamo appena salvato un gatto randagio, il nostro felino è fuggito o è stato in contatto con gatti malati.

Sintomi di clamidia felina

Il primo segno visibile della clamidia felina è una frequente secrezione acquosa che può apparire in uno o entrambi gli occhi. In generale, il bulbo oculare dei gatti colpiti ha un'umidità eccessiva, causando uno strappo costante . In molti casi, si osservano anche arrossamenti e infiammazioni della terza palpebra.

Se la malattia non viene trattata rapidamente, lo scarico acquoso diventa sempre più viscoso e diventa purulento (tipico colore verde del pus). In questa fase, il gatto diventa vulnerabile alla formazione di ulcere intorno agli occhi e nelle cornee, oltre all'edema congiuntivo . Sono comuni anche febbre, stanchezza, perdita di appetito e peso.

In casi più avanzati, il sistema respiratorio può essere compromesso. Il felino interessato può avere un naso che cola e starnuti costanti, che di solito sono causati da un'immagine di rinite. Tuttavia, raramente l'infezione raggiunge i polmoni, le lesioni polmonari causate dalla clamidia sono molto rare.

Trattamento per la clamidia felina

Quando si osserva uno dei suddetti sintomi nel proprio felino, è essenziale andare rapidamente dal veterinario per dirti come trattare la clamidia felina. Nella clinica, il professionista eseguirà le analisi cliniche e gli studi complementari necessari per analizzare la salute della tua figa e riconoscere possibili patologie. Se la diagnosi di clamidiaosi felina viene confermata, il trattamento dipenderà dallo stato di salute e dall'evoluzione della patologia in ciascun felino.

In generale, gli antibiotici sono essenziali per contenere la riproduzione e combattere i batteri Chlamydophila felis. Possono essere prescritti per via orale (farmaci), per via endovenosa o attraverso colliri (colliri). Ricorda che gli antibiotici devono sempre essere prescritti da un medico. L'automedicazione è molto pericolosa e aumenta la resistenza dei batteri, rendendo difficile il trattamento di Clamydophila felis .

Anche quando si assumono antibiotici, i gatti affetti possono avere una secrezione appiccicosa o scura per giorni e persino settimane. Pertanto, sarà importante pulire quotidianamente gli occhi e il naso del gatto fino a quando la secrezione scompare completamente. Il veterinario sarà in grado di indicare alcune salviette specifiche o semplicemente una garza pulita e leggermente inumidita con siero fisiologico o acqua calda.

Durante il trattamento, è essenziale che il gatto interessato sia separato dagli altri gatti per evitare nuove infezioni. Sarà inoltre necessario rafforzare l'igiene domestica e disinfettare l'ambiente e gli oggetti utilizzati dai felini. Ricorda che i batteri possono rimanere dormienti in accessori, giocattoli, lettiere, raschietti, ecc. Fai attenzione ai prodotti per la pulizia tradizionali, poiché le sostanze chimiche nella loro formula possono avvelenare i gatti e irritare le loro mucose. Idealmente, optare per disinfettanti antibatterici "pet friendly", ovvero appositamente realizzati per le case con animali domestici.

Prevenzione della clamidia nei gatti

Il modo migliore per prevenire la clamidia felina è offrire un'adeguata medicina preventiva, un ambiente positivo e le cure necessarie che consentiranno alla tua figa di rafforzare il sistema immunitario e preservare la tua buona salute. Per questo, è essenziale fare visite periodiche dal veterinario ogni 6 mesi, rispettare il programma di vaccinazione e la deformazione periodica, fornire una dieta equilibrata e mantenerla stimolata fisicamente e mentalmente per tutta la vita. E non esitare ad andare rapidamente dal professionista di fiducia per identificare eventuali cambiamenti nell'aspetto o nel comportamento del tuo gatto.

D'altra parte, la sterilizzazione può essere raccomandata per evitare che i gatti fuggano durante il loro periodo di calore. Ricorda che la clamidia, così come molte altre malattie infettive, si trasmette facilmente in combattimenti di strada o durante i rapporti sessuali.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Clamidiaosi felina - Contagio, sintomi e trattamento, ti consigliamo di andare alla nostra sezione Problemi agli occhi.

Raccomandato

Qual è l'animale che ha più denti al mondo?
2019
Coltivazione di pomodori ad albero
2019
Cos'è un parrocchetto papillero?
2019