Ciclo di vita del colibrì

Il colibrì è un uccellino caratterizzato dalla vivacità dei colori del suo piumaggio e dalla velocità con cui è in grado di muovere le ali. Allo stesso modo, si distingue per l'esecuzione di un curioso rituale di accoppiamento e per le sue piccole dimensioni.

Vuoi conoscere il ciclo di vita del colibrì ? Qui lo spieghiamo in modo semplice, ma anche completo e ideale per spiegarlo ai bambini. In questo modo, ti mostriamo cosa mangia un colibrì, come si riproduce, quante prole può avere e come viene riattivato il ciclo. Continua a leggere!

Processo di impollinazione del colibrì

Il colibrì, chiamato anche picaflor e tucusito, tra gli altri nomi, appartiene all'ordine dei Trochiliformes, che comprende più di 300 specie di uccelli che sono distribuite nel continente americano. È facile riconoscerlo da quanto velocemente sbatte le ali.

Se ti chiedi cosa mangia il colibrì, dovresti sapere che si nutre del nettare dei fiori e svolge un ruolo importante nel mantenimento dell'equilibrio degli ecosistemi, perché è responsabile per l' impollinazione dei fiori, cioè sposta il polline di un fiore in un altro e contribuisce alla sua riproduzione se entrambi fanno parte della stessa specie. Questo processo è possibile perché quando si introduce il becco per nutrirsi del nettare, il polline viene bloccato in esso e viene trasferito nella pianta successiva che l'uccello visita per continuare a mangiare.

Ora che conosci la funzione più importante che questo meraviglioso uccello svolge, allora spieghiamo il ciclo di vita del colibrì per i bambini di tutte le età.

Migrazione del colibrì

I colibrì sono uccelli che volano in diverse aree in base al tempo e, quindi, questa migrazione fa parte del loro ciclo di vita. Quando arriva la stagione invernale, volano in zone più calde, ma solo temporaneamente, perché quando le temperature iniziano a salire ritornano. Cosa significa questo? Il colibrì riconosce un territorio come suo e cerca di non allontanarsi troppo da esso, quindi nei periodi freddi lo lascia solo per sopravvivere, ma ritorna negli stessi luoghi quando arriva l'estate.

Durante questo periodo, i colibrì si preparano per la riproduzione quando le temperature aumentano, quindi la loro attività principale è mangiare. Di per sé, il metabolismo di un colibrì è così veloce che deve sopravvivere ogni dieci minuti .

Riproduzione colibrì

Quando arrivano le alte temperature, i colibrì tornano alle loro vecchie case e inizia la stagione degli amori . Come fatto curioso sul ciclo di vita del colibrì, possiamo dire che i maschi ritornano tra 8 e 10 giorni prima delle femmine.

Il protagonista dell'accoppiamento è il maschio, che esegue un rituale con tutti i tipi di voli con piroette, balli e persino alcune canzoni per attirare l'attenzione della femmina. Pertanto, possono raggiungere grandi altezze prima di iniziare il volo a tutta velocità, producendo una sorta di ronzio con le ali e catturando l'attenzione delle femmine. Nel frattempo, la femmina è incaricata di scegliere quella che ritiene appropriata da riprodurre.

Dopo essersi accoppiato con questa coppia, il maschio può ripetere il rituale con altre femmine, poiché non forma legami permanenti come gli altri uccelli, che sono fedeli alla sua compagna. Per scoprirli, consulta il nostro articolo "Gli animali più fedeli al tuo partner". Allo stesso modo, durante il prossimo ciclo riproduttivo la femmina si accoppierà con un altro maschio. Va notato che ogni maschio ha un territorio stabilito, poiché il colibrì è un animale altamente territoriale e accetterà di accoppiarsi solo con una o più femmine all'interno di quest'area.

Costruzione del nido del colibrì

Dopo la fecondazione, la femmina è responsabile della costruzione del nido prima di deporre le uova. Si impegna in questo compito raccogliendo rami, pezzi di corteccia d'albero e, alla fine, unisce tutto usando ragnatele.

Il nido del colibrì misura circa 6 centimetri di altezza e tra 3 e 4 di larghezza. Inoltre, ha una forma conica. La femmina lo userà solo per la posa e l'allevamento dei pulcini, perché non vivono in essi.

Posa e incubazione del colibrì

La femmina depone da 1 a 3 uova che devono essere incubate per 18 o 21 giorni . Le uova di colibrì sono tra le più piccole al mondo, raggiungendo a malapena una dimensione simile a un chicco di legumi, come fagioli o lenticchie.

L'incubazione è molto importante, in quanto consente lo sviluppo del pulcino all'interno dell'uovo. Ecco perché la femmina si concentra su questa attività e lascia solo il nido per nutrirsi, non più di pochi minuti all'ora. Nonostante i loro sforzi, sfortunatamente in molte occasioni non tutte le uova si schiudono o non tutti i pulcini sopravvivono.

Nascita e allevamento del colibrì

Una volta terminato il processo di incubazione, i pulcini romperanno il guscio. I giovani misurano solo 2 centimetri e pesano meno di un grammo, nascono ciechi e dipendono interamente dalla madre, sia per nutrire che per conservare il calore corporeo. La femmina lascia il nido più di 100 volte al giorno per nutrire i suoi pulcini, che nutre con il nettare, ma anche con alcuni insetti rigurgitati. In questo modo, il ciclo di vita del colibrì si riattiva con la nascita di nuovi esemplari.

Una settimana dopo la nascita, iniziano a comparire le prime piume e le dimensioni del pulcino raddoppiano rispetto a quelle alla nascita. A tre settimane sono in grado di volare e iniziano ad avventurarsi verso i dintorni del nido. In questa fase, inoltre, la madre li istruisce sul meccanismo per ottenere cibo.

Età adulta del colibrì

Dopo il primo mese di nascita, e talvolta anche un po 'meno, il colibrì può essere considerato un adulto. Lascerà il nido e non ci tornerà mai più. In questo modo si ripete il ciclo di vita del colibrì. L'uccello impiegherà la maggior parte del suo tempo ad alimentarsi e ad attendere il tempo di migrazione per ripetere i passaggi sopra descritti.

Quanto dura un colibrì?

Sebbene l'aspettativa di vita del colibrì oscilli tra i 3 e i 5 anni, la maggior parte muore come un pulcino (specialmente quando sono 3 figli, è molto laborioso per la madre prendersi cura di loro) o prima di raggiungere il primo anno, una volta che se ne sono andati il nido Tuttavia, quando superano questo periodo, il loro tasso di mortalità diminuisce considerevolmente.

E se ti chiedi per quanto tempo vive un colibrì e cosa deve vivere, nelle sezioni precedenti in cui abbiamo dettagliato il ciclo di vita del colibrì, vengono specificate tutte le sue esigenze, come la costante ricerca di un clima caldo o cibo.

Fasi di colibrì

Abbiamo spiegato il ciclo di vita del colibrì per bambini e adulti in modo semplice e chiaro, tuttavia, di seguito forniamo un breve riassunto delle fasi di sviluppo del colibrì :

  1. Migrazione : si verifica in periodi di freddo per passare a climi più caldi.
  2. Accoppiamento : tornano a casa quando il tempo è bello e inizia la riproduzione, con rituali caratteristici.
  3. Deposizione e incubazione delle uova : deporre tra 1 e 3 uova e incubarle per 18-21 giorni.
  4. Allevamento : una volta schiuse le uova, la femmina viene allevata, dando da mangiare ai piccoli e dando loro calore.
  5. Età adulta : quando viene raggiunto il mese di nascita, il pulcino lascia il nido ed è considerato un adulto.

Ora che sai nel dettaglio qual è il ciclo di vita del colibrì, cosa mangia un colibrì e quante prole può avere un colibrì, non perdere questi articoli su questo curioso uccello:

  • La leggenda dei colibrì Maya
  • Tipi di colibrì

Se vuoi leggere altri articoli simili a Hummingbird Life Cycle, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

bibliografia
  • Díaz Valenzuela, R. Storia naturale, ecologia e analisi dell'interazione pianta-colibrì in un paesaggio messicano, sotto due approcci teorici: escalation in ecologia e reti di interazione complesse . Dipartimento di Scienze ambientali e risorse naturali dell'Università di Alicante. Giugno 2016

Raccomandato

Perché il mio gatto fa la cacca fuori dalla lettiera?
2019
Prendersi cura di un gatto sordo
2019
Come socializzare un cucciolo di gatto?
2019