In che modo le mucche producono latte?

Il latte è il cibo che tutti i giovani mammiferi devono assumere dopo la nascita. Questo alimento fornisce i nutrienti e l'immunità necessari per la prole delle diverse specie. Una volta terminato l'allattamento e lo svezzamento si verifica, i mammiferi smettono di bere latte. Con l'eccezione dell'essere umano, che consuma il latte di altri animali.

In questo articolo di milanospettacoli.com spiegheremo come le mucche producono latte e risolviamo domande come: per quanto tempo una mucca dà latte? o Quanto latte produce una mucca al giorno?

Struttura della mammella di mucca

Come il resto dei mammiferi femminili, le mucche sono in grado di trasformare i nutrienti acquisiti attraverso la dieta in latte per i loro piccoli . La mammella della mucca è divisa in quattro scomparti, ognuno con un capezzolo che rilascerà il latte quando sarà il momento.

All'interno di questi scomparti ci sono ghiandole mammarie molto irrigate con vasi sanguigni, il sangue trasporta i nutrienti fino a qui, dove vengono trasformati in latte. In particolare, il sangue raggiunge le strutture chiamate alveoli, in ciascuno dei quattro compartimenti delle mammelle che compongono la ghiandola mammaria, lascia i nutrienti per formare il latte e quindi ritorna al suo normale flusso.

Per produrre un chilogrammo di latte, dalle ghiandole mammarie devono passare dai 400 ai 500 litri di sangue . Quindi l'allattamento al seno è un periodo critico per le donne, hanno bisogno di un apporto extra di nutrienti nella dieta per produrre abbastanza latte per il vitello senza perdere la loro buona salute. La quantità di latte che una mucca può produrre al giorno dipenderà da molti fattori, come razza, età, salute, dieta, stress ambientale, ecc. Ma sono circa 20 litri al giorno .

Ciclo produttivo del latte vaccino o dell'allattamento

Il ciclo di lattazione o di produzione del latte è diviso in quattro periodi : mammogenesi, lattogenesi, galattopoiesi e involuzione. Ognuno di questi periodi è rigorosamente regolato da tre diversi gruppi di ormoni : ormoni riproduttivi (estrogeno, progesterone, lattogenico-placentare, prolattina e ossitocina), ormoni del metabolismo (ormone della crescita, corticosteroidi, ormoni tiroidei e insulina) e ormoni della produzione locale (prolattina, paratiroide-peptide e leptina).

mammogenesis

Inizia a 35 giorni di sviluppo fetale della mucca, cioè quando non è ancora nata, termina con capezzoli e dotti ben differenziati. Durante la pubertà, le femmine subiscono cambiamenti a livello delle ghiandole, che ingrassano, legate al ciclo estro o di calore.

Successivamente, quando la mucca si trova in uno stato, gli ormoni della crescita, gli ormoni sessuali (estrogeni e progesterone) e la prolattina causano la crescita e l'ispessimento delle ghiandole mammarie. Viene sviluppato il vero tessuto che sarà in grado di generare latte.

lattogenesi

Durante questo periodo le cellule epiteliali che produrranno i composti necessari per creare il latte iniziano a differenziarsi. In questo momento, l'azione di due serie di ormoni significa che il latte non viene prodotto fino alla fine della gravidanza, quando il colostro o il primo latte iniziano a formarsi grazie alla prolattina.

galattopoiesi

La galattopoiesi è il trasporto del latte dagli alveoli, attraverso i condotti, ai capezzoli. L'ormone più importante in questa fase dell'ossitocina .

involuzione

L'involuzione è la regressione graduale delle ghiandole mammarie al termine del periodo di lattazione . Nell'industria della carne viene eseguito uno svezzamento precoce dei vitelli, a circa 3 mesi. Nell'industria del latte, le vacche da latte non allattano i vitelli, dopo aver preso il colostro o il primo latte, vengono alimentati con un siero di latte concentrato.

Ciclo riproduttivo della mucca da latte

Ti sei mai chiesto se le mucche danno il latte senza avere i vitelli? La risposta è no Perché una mucca produca latte, una gravidanza e la sua successiva nascita devono essere avvenute in precedenza. Inoltre, la mucca non rilascia latte proprio così, richiede uno stimolo. Lo stimolo più naturale è la visualizzazione del polpaccio o la suzione da parte di questo capezzolo. Nell'industria lattiero-casearia non è possibile farlo, poiché la saliva del vitello aumenterebbe attraverso i condotti, contaminandola e rendendo il latte inadatto al consumo umano. Per questo motivo, è stato deciso di utilizzare altri stimoli meno naturali, come massaggiare le mammelle .

Se la mucca subisce stress durante la mungitura, produrrà adrenalina che ridurrà radicalmente la produzione di latte.

Poiché la produzione di latte viene attivata solo dopo il parto e di solito non dura più di 10 settimane, è necessario che la mucca si fermi una volta all'anno, inizi il suo estro poco dopo il parto e rimanga incinta mentre continua a produrre il latte. Pertanto, i cicli riproduttivi delle vacche da latte si sovrappongono tra loro, lasciando a malapena 2 mesi senza mungitura (fine della gravidanza) e il seno si prepara per il ciclo successivo.

Dopo il parto, se la mucca ha una buona dieta, il calore può apparire entro 30 giorni, ma se rimane incinta in questo momento può indirizzare i nutrienti verso l'embrione in via di sviluppo e ridurre la produzione di latte. Quindi gli agricoltori attendono circa 8 settimane per effettuare l'assemblaggio o la riproduzione assistita e continueranno a mungerlo per altre 24 settimane. Lasciando alla fine della gravidanza un periodo di essiccazione delle mammelle in modo che la produzione e la qualità del latte del ciclo successivo non diminuiscano.

In breve, la mucca partorisce, inizia la mungitura. Dopo 60 giorni rimane di nuovo incinta. Il latte viene munto per circa 300 giorni. Lascia 50 giorni di essiccazione delle mammelle e si verifica un'altra nascita.

Problemi di salute delle vacche da latte

Alcune delle malattie comuni dei bovini sono legate alla produzione di latte. La buona salute delle mucche è essenziale per loro di produrre latte. Le principali malattie o disturbi patiti dalle vacche da latte di solito derivano da cattiva gestione e abuso .

Le patologie più comuni sono:

  • Mastite : è il problema più comune. Di solito appare nelle mucche legate all'industria lattiera ad alta produzione. Consiste in un processo infettivo e infiammatorio delle ghiandole mammarie e deve essere trattato con urgenza. È causato dall'ostruzione di un dotto delle ghiandole o da un'infezione.
  • La zoppia: la zoppia nelle mucche è un disturbo molto comune, sia nel settore lattiero-caseario che in quello della carne. Si verifica quando le strutture in cui si trovano le mucche non sono adatte, come i pavimenti scivolosi. Ma la causa più comune è la mancanza di riposo degli animali, che non trascorrono le ore necessarie sdraiati.
  • Malattie legate al parto : distocia, ritenzione placentare, endometrite, febbre puerperale, chetosi e spostamento dell'abomaso.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come le mucche producono latte?, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

bibliografia
  • Glauber, CE 2007. Fisiologia dell'allattamento nella vacca da latte. Veterinaria Argentina, 24 (234): 274-281.
  • JICA. 2009. Fisiologia dell'allattamento. Agenzia di cooperazione internazionale del Giappone. Disponibile all'indirizzo: //www.jica.go.jp/project/bolivia/3065022E0/04/pdf/4-3-1_09.pdf
  • Rivera, JE, Arenas, FA, Rivera, R., Benavides, LM, Sánchez, J. e Barahona, R. 2014. Analisi del ciclo di vita nella produzione di latte: confronto tra due allevamenti specializzati. Ricerca zootecnica per lo sviluppo rurale, 6: 1 - 9.
  • //www.afimilk.com/es/needs-solutions/cows/health

Raccomandato

I 10 animali in maggior pericolo di estinzione in Bolivia
2019
Veterinari Hispalvet
2019
I genitori con figli possono incrociare i cani?
2019