A che età i gatti cacciano i topi?

Vedi file Cats

I gatti sono considerati cacciatori eccellenti, in particolare i roditori. In questo articolo di milanospettacoli.com spiegheremo cosa è vero in quella convinzione e quali sono le caratteristiche della caccia di questi animali. Inizieremo stabilendo a che età i gatti cacciano i topi, come imparano e sviluppano. Inoltre, parleremo del mito della sterilizzazione come interferenza per questo istinto e un'usanza, spiacevole per alcuni caregiver, poiché il gatto ci porta la sua preda morta.

A che età i gatti iniziano a cacciare?

Se abbiamo appena adottato un piccolo gatto di alcuni mesi, potremmo avere dei dubbi sull'età in cui i gatti cacciano i topi, che di solito sono le loro prede preferite o, in misura minore, gli uccelli. Sono i gatti che insegnano ai loro cuccioli a uccidere, poiché la caccia è un comportamento istintivo . Cominciano familiarizzandoli con la preda portandoli nel nido. A circa sette settimane viene presentata una preda morta per ingerirla di fronte ai più piccoli. Più tardi ripeterà il comportamento, ma giocherà per un po 'con il cadavere per dimostrare le tecniche di caccia. La fase successiva implica che i gattini sono quelli che mangiano la preda. Quando sono cresciuti, raggiungeranno il nido vivo o mezzo morto. Il gatto la ucciderà di fronte a loro e, quando saranno pronti, accompagneranno sua madre a cacciare e ad iniziare i tentativi di uccidersi.

Vedere altri gatti, anche se non sono la madre, aiuta anche i cuccioli a sviluppare le loro capacità di caccia. Con circa sei mesi i gatti sono in grado di cacciare da soli. Questo sarebbe il solito corso di apprendimento nei gatti selvatici o randagi, ma dobbiamo sapere che, sebbene la caccia sia innata, può essere notevolmente esaurita a seconda delle condizioni di riproduzione. I gatti che non hanno mai visto la caccia potrebbero non essere in grado di uccidere una preda o la ottengono ma non la mangiano. I problemi che convivono con i roditori possono smettere di vederli come prede. L'efficienza nella caccia diminuisce anche se tra le 6 e le 12 settimane il gatto non espone i suoi cuccioli alla preda mentre dettagliamo. Per questo motivo, molti gatti domestici non hanno l'abitudine di cacciare altri animali, altri li cacciano ma non li mangiano e alcuni eseguono l'intero processo spiegato sopra.

Sono tutti cacciatori di gatti?

Ora che sappiamo a che età i gatti catturano i topi, la prossima domanda sarà se tutti i gatti mostreranno la loro capacità di cacciare. La verità è che ognuno avrà l'istinto di caccia e, per questo, almeno periodicamente, andrà a caccia. Ma dobbiamo tenere presente che le attuali condizioni di vita dei gatti domestici influenzeranno la necessità di queste uscite. Il controllo dei roditori esercitato dagli umani ha ridotto la popolazione di roditori attorno alle case. Di conseguenza, il gatto avrà meno opportunità di cacciare.

I gatti castrati cacciano i topi? E i gatti?

La domanda se i gatti castrati cacciano i topi è comune e la verità è , così come i gatti castrati. La rimozione degli organi sessuali non diminuisce affatto l'istinto di caccia dell'animale. In effetti, le femmine specificamente castrate di solito cacciano e ci offrono prede, come vedremo nell'ultima sezione.

Perché i gatti cacciano i topi?

L'istinto è alla base del comportamento di caccia, che in ogni specie presenterà caratteristiche diverse che sono ciò che determinerà quando i gatti inizieranno a cacciare la loro preda e come. Logicamente, i gatti cercano cibo, anche se al momento non tutti ne avrebbero bisogno, dato che sono ben nutriti dai loro custodi.

I topi sono prede ideali per i gatti grazie alle loro dimensioni e abbondanza, soprattutto in passato. Per questo motivo, si sono specializzati molto nella loro caccia, il che non significa che scartino altre prede. I gatti sono anche in grado di cacciare gli uccelli, anche di dimensioni considerevoli, in proporzione, come piccioni o mughetto. E, sebbene si ritenga che il gatto odia l'acqua, riescono anche ad essere dei bravissimi pescatori.

I gatti mangiano topi o semplicemente li uccidono?

I gatti possono mangiare topi ma non sempre lo fanno a causa delle loro condizioni di vita. I gatti sono abili predatori che hanno una tecnica raffinata e precisa per uccidere le loro prede. Troverebbero facile cacciare e mangiare. Ma a volte, invece di prendere un morso mortale, possiamo scoprire il gatto che gioca con il roditore, colpendolo e lanciandolo in aria. Questo comportamento si verifica nei gatti ben nutriti che non hanno bisogno di cacciare per mangiare. Non lo fanno per crudeltà, ma poiché, per loro, catturare una diga è un evento eccezionale, prolungano il momento al massimo.

Questo comportamento si osserva anche nella femmina che vuole insegnarle a uccidere i suoi cuccioli. Ciò può spiegare la maggiore tendenza dei gatti a ritardare la morte della preda. D'altra parte, i gatti più inesperti possono presentare una tecnica di caccia meno efficace, in modo che, poiché non sembrano sicuri, colpiscono la preda con le gambe prima di osare avvicinarsi al viso per ribaltare il morso finale. In ogni caso, l'intenzione è di mangiare la caccia, anche se, dopo aver ucciso il roditore, è possibile che il gatto aspetti di rilassarsi dalla tensione della caccia prima di mangiare.

Infine, insistiamo sul fatto che la voglia di cacciare sia indipendente dalla fame, quindi non è vero che dobbiamo ridurre il cibo del gatto in modo che caccia. In effetti, questo lo porta ad espandere il suo territorio in cerca di cibo. Al contrario, rimarrà vicino alla casa e, quindi, può cacciare i roditori che vagano per la casa.

Come impedire al mio gatto di portare topi?

Sappiamo già a che età i gatti cacciano i topi e come sviluppano questo comportamento. Ora dobbiamo parlare dell'abitudine associata di portare a casa la preda cacciata. Si ritiene che lo facciano perché i gatti comprendono che facciamo parte della loro famiglia e, visto che non cacciamo, fingono di insegnarci, proprio come hanno fatto le loro madri con loro. È un comportamento che è stato osservato più frequentemente nei gatti castrati che non hanno i loro cuccioli per educare.

Possiamo comprenderlo come un dono che il gatto ci offre e una dimostrazione di fiducia. Pertanto, la nostra reazione non dovrebbe mai essere negativa, per quanto non ci piaccia. Cosa fare quando un gatto caccia e ci porta in preda sarebbe congratularsi con il gatto, raccoglierlo e liberarsene. Pertanto, è un comportamento naturale che non saremo in grado di evitare, a meno che non teniamo il gatto all'interno della casa senza la possibilità di cacciare.

D'altra parte, se il nostro gatto non ha accesso all'esterno e, quindi, non può cacciare, si consiglia vivamente di coprire questo bisogno fondamentale per lui attraverso il gioco. Per fare questo, possiamo comprare giocattoli che simulano la caccia e ci divertiamo con il nostro gatto. In queste sessioni di gioco è essenziale lasciare che l'animale "caccia" la preda in qualche momento, poiché se non raggiunge mai il suo obiettivo potrebbe essere frustrato e stressato. Non perdere questo altro articolo per sapere tutto ciò che riguarda questo tipo di giochi: "Come si gioca con un gatto?".

Se vuoi leggere altri articoli simili a A che età i gatti cacciano i topi?, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

bibliografia
  • Morris, Desmond. (1994). Guarda il tuo gatto . Barcellona. Plaza & Janés Editores.

Raccomandato

MasQueHocicos
2019
Come risparmiare sul riscaldamento elettrico
2019
I cani possono mangiare uva verde o uvetta?
2019