Case in sughero o cartone, più ecologiche e resistenti

L'architettura ecologica è di moda e anche progetti innovativi, che cercano un equilibrio tra comfort, prezzi relativamente convenienti e materiali sostenibili.

In questo post ci concentreremo sul sughero e sul cartone due materiali da costruzione con grandi possibilità nell'architettura ecologica, in combinazione con il legno, oltre a vedere due proposte modulari.

Sughero e cartone, materiali sostenibili

Il sughero proviene dalla corteccia della quercia da sughero e le sue caratteristiche alludono alla sua durabilità, resistenza al fuoco, elasticità, isolamento e impermeabilità. Il suo utilizzo nelle costruzioni sfrutta soprattutto la sua capacità isolante, in quanto è uno dei migliori isolanti termici, oltre al livello acustico.

Il cartone è un altro materiale di grande versatilità, molto più resistente di quanto possa sembrare per il suo uso nelle costruzioni. Attraverso l'uso di carta o cartone riciclato, sono stati realizzati progetti molto durevoli, oltre ad avere una bella estetica, come ha mostrato l'architetto giapponese Shigeru Ban o, senza andare oltre, il progetto che vedremo nella sezione seguente.

In generale, la sostenibilità dei materiali dipende da fattori molto diversi. In effetti, non è sufficiente affermare che stiamo usando il sughero, il legno o il cartone come materia prima principale per trasmettere l'idea di sostenibilità. Non tutti questi materiali lo sono, logicamente.

Per gestire i materiali ecologici, devono rispettare una serie di caratteristiche, come non aver subito un trattamento che li detrae o distorce a questo proposito, possedere la corrispondente certificazione ecologica e, ad esempio, avere un basso impatto ambientale, sia per quanto riguarda alla sua produzione come durante il trasporto.

Questo è di base, ma in realtà dovremmo prendere in considerazione i diversi aspetti del ciclo di vita dei prodotti, da quando la materia prima viene ottenuta fino a quando la catena di distribuzione viene sviluppata e attraversata.

Solo così potremmo valutare il reale impatto ambientale dei prodotti. In questo caso, i materiali da costruzione di queste case, che hanno molti voti per ottenere buoni voti in questo tipo di esami completi. Ma vediamo entrambe le proposte .

Ingegnosa casa di cartone

La Wikklhouse, dello studio olandese Fiction Factory, è una casa di cartone che, come puoi vedere nelle foto, non sembra. Anche la sua durata, circa 100 anni, è difficile da credere. Forse perché non siamo abituati a questi materiali da costruzione e il semplice fatto di essere atipici spiega la nostra stranezza.

Comunque sia, non c'è niente come vedere il risultato offerto da questo progetto, una mini casa modulare interamente costruita con cartone e legno. È montato con moduli di 5 metri quadrati e non necessita di fondamenta. Cioè, è una casa portatile, a condizione che tu sia disposto a spostare un carico di 500 chili con un rimorchio.

Ovviamente, non stiamo parlando di una tenda a forma di casa, ma di una casa progettata per un uso provvisorio, ma a medio termine. Sia per l'installazione in un ambiente naturale, un tipo selvaggio, o in un giardino o trama propria, dove installarlo come casa principale o complementare, a seconda delle diverse esigenze.

Il suo prezzo è proibitivo, perché senza contare il trasporto e il posizionamento in un solo giorno, il costo raggiunge già i 25.000 euro. Inoltre, per ora è in vendita solo in Belgio, Olanda, Lussemburgo, Regno Unito, Germania e Danimarca.

L'EcoCubo, una casa di sughero mobile

L'EcoCube è un rifugio ecologico in termini di materiali e anche come concetto. I suoi creatori, gli architetti portoghesi António Fernandes e Filipe Macedo de Brito, propongono una micro casa realizzata con materiali ecologici locali (le querce da sughero sono molto abbondanti in Portogallo e Spagna, compresa l'area mediterranea in modo più esteso), oltre ai vantaggi che ha come isolante.

Accanto al sughero, usano il legno, ma il materiale principale è quello, guardando con l'uso di entrambi per creare un ambiente naturale che non stabilisca una separazione tra l'essere all'interno della casa e l'esterno. Allo stesso modo, il sughero viene utilizzato come rivestimento in modo che allo stesso tempo si abbronzi la casa, facendola fondere con la natura, come qualcosa di vivo.

All'interno, con una capacità di due persone, è possibile ordinare lo spazio in diversi modi, quindi si cerca la personalizzazione. I suoi creatori affermano che ogni EcoCube è unico e, d'altra parte, è molto flessibile in termini di usi, posizione e distribuzione.

conclusioni

L'EcoCube, infine, è concepito come un elemento chiave per la promozione dell'ecoturismo in luoghi non convenzionali o accessibili. In questo senso, apre nuove possibilità per il turismo rurale espandendo lo spazio che può essere ospitato senza che l'ambiente venga gravemente danneggiato a livello paesaggistico né assumendo una massificazione.

Ben pensato, la casa di cartone potrebbe essere utilizzata anche per questo scopo. Oltre ad essere case, sono intese come un concetto più ampio di sostenibilità, sia per servire uno stile di vita che come impresa legata al settore dell'ecoturismo.

Ma, come sempre, ci sono loro, anche se in questo post, apprezziamo i progetti dal loro lato attivista, e sotto questo aspetto sono interessanti. Infine, il prezzo fa male. Sebbene l'EcoCube sia molto più economico (circa 10.000 euro), sono comunque alternative costose se si considera che non sono concepite come prima residenza.

Se vuoi leggere altri articoli simili a quelli in sughero o in cartone, più ecologici e resistenti, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di artigianato con materiale riciclato.

Raccomandato

Oh giardinaggio e paesaggistica
2019
Cosa sparring nei combattimenti tra cani?
2019
Animali marini
2019