Caratteristiche dei rettili

I rettili sono un gruppo di animali diversi. In esso troviamo lucertole, serpenti, tartarughe e coccodrilli . Questi animali abitano sia la terra che l'acqua, sia dolci che salati. Possiamo trovare rettili in foreste tropicali, deserti, prati e aree ancora più fredde del pianeta. Le caratteristiche dei rettili hanno permesso loro di colonizzare un'ampia varietà di ecosistemi.

In questo articolo di milanospettacoli.com sapremo 10 caratteristiche dei rettili che li rendono animali straordinari.

Classificazione dei rettili

I rettili sono animali vertebrati che derivano da un gruppo di anfibi fossili rettilomorfi chiamati Diadectomorfi . Questi primi rettili hanno avuto origine durante la carbonifera, a quel tempo c'era una grande varietà di cibo.

I rettili da cui si sono evoluti i rettili attuali sono classificati in tre gruppi, in base alla presenza di aperture temporanee (hanno fori nel cranio per ridurre il loro peso):

  • Sinapsidi : rettili simili ai mammiferi che li hanno originati. Hanno presentato un'unica finestra temporanea.
  • Testudine o anápsidos : hanno dato origine alle tartarughe, non hanno finestre temporanee.
  • Diápsidos, sono divisi in due gruppi: a rcosauriomorfos, che comprende tutte le specie di dinosauri, che hanno dato origine agli uccelli e ai coccodrilli; e l' epidosauro si trasforma in lucertole, serpenti e altri.

Tipi di rettili ed esempi

Nella sezione precedente abbiamo potuto conoscere la classificazione dei rettili che hanno originato quelli attuali. Quindi oggi conosciamo tre gruppi di rettili:

coccodrilli

Tra questi, troviamo coccodrilli, alligatori, alligatori e yacarés, e questi sono alcuni degli esempi più rappresentativi:

  • Coccodrillo americano ( Crocodylus acutus )
  • Coccodrillo messicano ( Crocodylus moreletii )
  • Coccodrillo americano ( Alligator mississippiensis )
  • Alligatore dagli occhiali ( Caiman crocodilus )
  • Yacaré nero ( Caiman yacare )

Traballante o squamata

Sono serpenti, lucertole, iguane e fuoco di Sant'Antonio, come:

  • Drago di Komodo ( Varanus komodoensis )
  • Iguana marina ( Amblyrhynchus cristatus )
  • Iguana verde ( Iguana iguana )
  • Salamanquesa comune ( Tarentola mauritanica )
  • Green Tree Python ( Morelia viridis )
  • Scandole cieche ( Blanus cinereus )
  • Camaleonte dello Yemen ( Chamaeleo calyptratus )
  • Imp spinoso australiano ( Moloch horridus )
  • Lucertola ocellata ( Lacerta lepida )
  • Iguana del deserto ( Dipsosaurus dorsalis )

quelonios

Questo tipo di rettili corrisponde alle tartarughe, sia terrestri che acquatiche:

  • Tartaruga mora ( Testudo graeca )
  • Tartaruga russa ( Testudo horsfieldii )
  • Tartaruga verde ( Chelonia mydas )
  • Tartaruga Caretta Caretta
  • Leatherback Turtle ( Dermochelys coriacea )
  • Tartaruga a scatto ( Chelydra serpentina )

Riproduzione di rettili

Dopo aver esaminato alcuni esempi di rettili, continuiamo con le loro caratteristiche. I rettili sono animali ovipari, cioè depongono le uova, anche se alcuni rettili sono ovovivipari, come alcuni serpenti, che danno alla luce una prole completamente formata. La fecondazione è sempre interna. Il guscio d'uovo può essere duro o avvizzito.

Nelle femmine, le ovaie "galleggiano" nella cavità addominale e hanno una struttura chiamata dotto mulleriano che secerne il guscio d'uovo.

Pelle di rettile

Una delle caratteristiche dei rettili più importanti è che non ci sono ghiandole mucose nella pelle che la proteggono, solo squame epidermiche . Queste scale possono essere disposte in diversi modi: fianco a fianco, sovrapposizione, ecc. Le scale lasciano una zona mobile tra loro, chiamata cerniera, per eseguire il movimento. Sotto le squame epidermiche troviamo le squame ossee chiamate osteodermi, la cui funzione è quella di rendere la pelle più robusta.

La pelle non si muove in pezzi, ma in un pezzo solo, la camicia. Colpisce solo la parte epidermica della pelle. Conoscevi queste informazioni sui rettili?

Sistema respiratorio di rettili

Se esaminiamo le caratteristiche degli anfibi, vediamo che la respirazione avviene attraverso la pelle e che i polmoni sono scarsamente suddivisi, cioè non hanno molte ramificazioni per lo scambio di gas. Nei rettili, d'altra parte, questa divisione aumenta, causando loro un po 'di rumore durante la respirazione, in particolare lucertole e coccodrilli.

Inoltre, i polmoni dei rettili sono attraversati da un condotto chiamato mesobronch che ha ramificazioni in cui si verifica lo scambio di gas.

Sistema circolatorio di rettili

A differenza dei mammiferi o degli uccelli, il cuore dei rettili ha un solo ventricolo, che in molte specie inizia a spartirsi, sebbene solo nei coccodrilli sia completamente spartito.

Nei coccodrilli, inoltre, il cuore ha una struttura chiamata buco di Paniza che comunica la parte sinistra del cuore con la destra. Questa struttura viene utilizzata per riciclare il sangue quando l'animale viene immerso in acqua e non può o non esce per respirare.

Apparato digerente di rettili

L'apparato digerente dei rettili è molto simile a quello dei mammiferi. Questo inizia nella bocca, che può avere o meno i denti, continua con l'esofago, lo stomaco, l'intestino tenue (molto corto nei rettili carnivori) e l'intestino crasso che confluisce nella fogna.

I rettili non masticano il cibo, quindi coloro che mangiano carne producono grandi quantità di acido nel tratto digestivo per favorire la digestione, allo stesso modo, questo processo può richiedere diversi giorni. Come ulteriori informazioni sui rettili, possiamo dire che alcuni ingoiano calcoli di varie dimensioni perché li aiutano a schiacciare il cibo a livello dello stomaco.

Alcuni rettili hanno denti velenosi, come serpenti e 2 specie di lucertole gila della famiglia Helodermátidos (in Messico). Entrambe le specie di lucertole sono molto velenose, alcune ghiandole salivari sono modificate e sono chiamate ghiandole Durvernoy. Hanno un paio di scanalature per separare una sostanza tossica che ha immobilizzato la preda.

Nei serpenti ci sono diversi tipi di denti :

  • Denti Aglifos : senza canale.
  • Denti opistoglyph : sono nella parte posteriore della bocca, con un canale attraverso il quale viene introdotto il veleno.
  • Denti da protorglifo : sono nella parte anteriore e hanno un canale.
  • Denti di solenoglyph : solo nelle vipere. Hanno un condotto interno. I denti possono spostarsi da dietro a davanti e sono più velenosi.

Sistema nervoso di rettili

Sebbene anatomicamente il sistema nervoso dei rettili abbia le stesse parti del sistema nervoso dei mammiferi, è molto più primitivo . Ad esempio, il cervello del rettile non ha convoluzioni, che sono i solchi tipici del cervello e servono per aumentare la superficie senza aumentare le dimensioni o il volume del cervello. Il cervelletto, responsabile del coordinamento e dell'equilibrio, non ha due emisferi ed è altamente sviluppato, così come i lobi ottici.

Alcuni rettili hanno un terzo occhio, che è un recettore della luce, e comunica con la ghiandola pineale, situata nel cervello.

Sistema escretore di rettili

I rettili, come molti altri animali, hanno due reni che producono l'urina e una vescica che lo immagazzina prima di essere espulsa dalla fogna. Tuttavia, alcuni rettili non hanno una vescica ed eliminano direttamente l'urina attraverso la fogna invece di conservarla, essendo questa una delle curiosità dei rettili che pochi conoscono.

A causa del modo in cui viene prodotta l'urina, i rettili acquatici producono molta ammoniaca che deve essere diluita con l'acqua che bevono quasi continuamente. D'altra parte, i rettili terrestri, con meno accesso all'acqua, trasformano l'ammoniaca in acido urico che non ha bisogno di essere diluito, quindi l'urina dei rettili terrestri è molto più densa, pastosa e bianca.

Rettile alimentazione

All'interno delle caratteristiche dei rettili troviamo che possono essere animali erbivori o carnivori . I rettili carnivori possono avere denti affilati come i coccodrilli, denti velenosi come serpenti o un becco seghettato come le tartarughe. Altri rettili carnivori si nutrono di insetti, come nel caso dei camaleonti o delle salamanquesas.

Da parte loro, i rettili erbivori mangiano una grande varietà di frutta, verdura ed erbe. Di solito non hanno denti visibili ma hanno molta forza della mascella. Iniziano il pezzo di cibo e lo inghiottono intero, quindi è comune che mangino pietre per aiutare la digestione.

Se vuoi conoscere altri tipi di animali erbivori o carnivori, nonché tutte le loro caratteristiche, non perdere questi elementi:

  • Animali erbivori - Esempi e curiosità
  • Animali carnivori - Esempi e curiosità

Altre caratteristiche dei rettili

Nelle sezioni precedenti abbiamo esaminato le diverse caratteristiche dei rettili in riferimento alla loro anatomia, alimentazione e respirazione. Tuttavia, ci sono molte altre caratteristiche comuni in tutti i rettili, e quindi mostriamo i più curiosi:

I rettili hanno arti corti o assenti

In generale, i rettili hanno arti molto corti. Alcuni rettili, come i serpenti, non hanno nemmeno le gambe. Sono animali che si muovono molto vicino al suolo.

I rettili acquatici non hanno nemmeno arti lunghi.

I rettili sono animali ectotermici

I rettili sono animali ectotermici, ciò significa che non sono in grado di regolare la temperatura corporea da soli e dipendono dalla temperatura dell'ambiente. L'ecotermia è legata a determinati comportamenti. Ad esempio, i rettili sono animali che di solito trascorrono lunghi periodi al sole, preferibilmente su rocce calde. Quando sentono che la loro temperatura corporea è aumentata molto, si allontanano dal sole.

Nelle regioni del pianeta in cui gli inverni sono freddi, i rettili vanno in letargo .

Organo vomeronasale o Jacobson di rettili

L'organo vomeronasale o Jacobson viene utilizzato per rilevare determinate sostanze, di solito feromoni. Inoltre, attraverso la saliva, il gusto e le sensazioni olfattive sono impregnati, cioè il senso del gusto e dell'olfatto passano attraverso la bocca.

Pozzi nasali di ricezione del calore

Alcuni rettili catturano piccole differenze di temperatura, rilevando una differenza fino a 0, 03 ° C. Queste fosse sul viso, hanno tra una e due coppie o addirittura fino a 13 coppie di fosse.

All'interno di ogni fossa è presente una doppia camera separata da una membrana. Se c'è un animale a sangue caldo nelle vicinanze, l'aria nella prima camera aumenta e la membrana interna stimola le terminazioni nervose avvertendo il rettile della presenza di una potenziale preda. Per conoscerli, non perdere questo altro articolo su "Animali che sono prede".

Se vuoi leggere altri articoli simili alle caratteristiche dei rettili, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

bibliografia
  • Beynon, PH, Lawton, MPC e Cooper, JE (1994). Manuale dei rettili. Journal Of Veterinary Medical Education, 21 (2).
  • Campbell, JA (2004). I rettili velenosi dell'emisfero occidentale (n. 597.96165 C3).
  • Daniel, JC e Bombay Natural History Society. (2002). Il libro dei rettili e degli anfibi indiani . India: Bombay Natural History Society.

Raccomandato

Conseguenze dei cambiamenti climatici in Spagna
2019
I gatti possono mangiare cibo per cani?
2019
I pipistrelli sono ciechi?
2019