Cancro osseo nei cani - Sintomi e trattamento

Vedi i file dei cani

Al momento sappiamo che gli animali domestici per eccellenza, cani e gatti, sono sensibili a numerose malattie che possiamo osservare anche nell'uomo. Fortunatamente, questa crescente conoscenza è dovuta anche a una medicina veterinaria che si è sviluppata, evoluta e ora ha molteplici mezzi di diagnosi e trattamento.

Gli studi condotti sull'incidenza dei tumori nei cani considerano approssimativamente che 1 cane su 4 svilupperà un certo tipo di tumore per tutta la vita, pertanto, stiamo affrontando una patologia che deve essere nota per avvertire e curare appena possibile.

In questo articolo di Animal Expert parliamo dei sintomi e del trattamento del cancro alle ossa nei cani .

Tumore osseo nei cani

Il carcinoma osseo nei cani è anche noto come osteosarcoma, è un tipo di tumore maligno che sebbene possa interessare qualsiasi parte del tessuto osseo viene rilevato principalmente nelle seguenti strutture:

  • Regione del raggio distale
  • Regione dell'omero prossimale
  • Regione del femore distale

L'osteosarcoma colpisce principalmente i cani di razze grandi e giganti che sono in età media o avanzata, i cani Rottweiller, St. Bernard, German Shepherd e Greyhound sono particolarmente sensibili a questa patologia.

Come qualsiasi altro tipo di cancro nei cani, l'osteosarcoma è caratterizzato da una riproduzione anomala delle cellule . In effetti, una delle caratteristiche principali del carcinoma osseo è la rapida migrazione o metastasi delle cellule tumorali attraverso il flusso sanguigno.

Il carcinoma osseo di solito provoca metastasi del tessuto polmonare, tuttavia è strano che le cellule tumorali si trovino nel tessuto osseo a seguito di metastasi di un tumore precedente.

Sintomi del cancro osseo nei cani

I sintomi predominanti nell'osteosarcoma canino sono dolore e perdita di mobilità . Successivamente, l'esame obiettivo rivelerà una sintomatologia più ampia, ma principalmente centrata a livello osteoarticolare:

  • infiammazione
  • dolore
  • zoppaggine
  • epistassi
  • Segni neurologici
  • Esoftalmia (bulbi oculari molto proiettati verso l'esterno)

Non tutti i sintomi devono essere presenti, poiché i più specifici, come quelli neurologici, si verificano solo a seconda dell'area scheletrica interessata.

In molti casi il sospetto di frattura ritarda la diagnosi di osteosarcoma ritardando l'implementazione del trattamento appropriato.

Diagnosi del carcinoma osseo nei cani

La diagnosi dell'osteosarcoma canino viene effettuata principalmente attraverso due test.

La prima è una diagnosi di immagine . Il cane è sottoposto a una radiografia dell'area sintomatica, in caso di tumore osseo si osserverà che il tessuto osseo interessato presenta aree con distruzione ossea e altre con proliferazione, seguendo un certo schema tipico di questo tumore maligno.

Se la radiografia suggerisce un osteosarcoma, la diagnosi deve infine essere confermata attraverso una citologia o uno studio delle cellule. Per fare questo, è necessario eseguire prima una biopsia o l'estrazione dei tessuti, la migliore tecnica per ottenere questo campione è l'aspirazione dell'ago fine, poiché è indolore e non richiede sedazione.

Successivamente, il campione verrà studiato al microscopio per scoprire la natura delle cellule e determinare se sono cancerogene e tipiche dell'osteosarcoma.

Trattamento del carcinoma osseo nei cani

Attualmente, il trattamento di prima linea è l' amputazione dell'arto interessato con chemioterapia adiuvante, tuttavia, il trattamento dell'osteosarcoma canino non deve essere confuso con il recupero di questa malattia.

Se viene eseguita solo l'amputazione dell'arto interessato, la sopravvivenza è di 3-4 mesi, d'altra parte, se l'amputazione viene eseguita insieme al trattamento chemioterapico, la sopravvivenza ammonta a 12-18 mesi, ma in nessun caso l'aspettativa di vita è simile a quello di un cane sano.

Alcune cliniche veterinarie iniziano a escludere l'amputazione e la sostituiscono con una tecnica di innesto, in cui il tessuto osseo interessato viene rimosso ma l'osso viene sostituito dal tessuto osseo di un cadavere, tuttavia, l'integrazione di chemioterapia e la speranza di la vita dopo l'intervento è simile alle figure che abbiamo esposto sopra.

Ovviamente la prognosi dipenderà da ciascun caso specifico, tenendo conto dell'età del cane, della velocità di diagnosi e della possibile esistenza di metastasi.

Trattamento palliativo e complementare

In ogni caso specifico, il tipo di trattamento dovrebbe essere valutato, questa valutazione dovrebbe essere consigliata dal veterinario ma tenendo sempre conto del desiderio dei proprietari.

A volte, di fronte ai cani più grandi la cui qualità della vita non migliorerà dopo l'intervento, l'opzione migliore è optare per un trattamento palliativo, cioè un trattamento che non mira all'eradicazione del cancro ma al sollievo dei sintomi .

In ogni caso, prima di una patologia caratterizzata da un forte dolore, il suo trattamento deve essere preso in considerazione durante il trattamento. Per questo, possono essere utilizzate terapie alternative, come l'omeopatia per i cani con cancro.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili al carcinoma osseo nei cani - Sintomi e trattamento, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione sulle malattie degenerative.

Raccomandato

Il gatto assorbe energia negativa?
2019
Impatto ambientale dell'aumento delle temperature
2019
Nomi carini per gatti e gattini
2019