Bambù, legno organico

Il bambù è molto più verde del legno convenzionale, proveniente dagli alberi. Le ragioni sono molte, sebbene ciò non significhi che sarà sempre più ecologico, in quanto vi sono una serie di fattori che dobbiamo tenere in considerazione, come le buone pratiche nei metodi di raccolta o l'impronta di carbonio a seguito del trasporto associato a un determinato prodotto.

Economia sostenibile

La raccolta del bambù è una pratica tradizionale, ma solo di recente è vista come un modo per rilanciare l'economia locale attraverso piantagioni sostenibili . Non sorprende che la sua piantagione non solo aiuti a combattere i cambiamenti climatici aumentando l'assorbimento di CO2, ma fornisca anche materie prime adatte da trasformare in oggetti infiniti o da utilizzare in edilizia.

La sua rapida crescita consente anche una redditività anticipata. L'investimento che si ottiene ottiene in pochi anni un rendimento che si ripete ad ogni ciclo, quindi il rendimento è costante. Soprattutto perché, oltre a questa materia prima, è possibile produrre oggetti a valore aggiunto che ne aumentano il valore per l'esportazione.

In questo senso, fiorisce anche le industrie di trasformazione nelle stesse regioni. In breve, è un settore che può facilmente completare il ciclo senza lasciare un concetto di economia locale, dalla semina alla produzione.

Un materiale molto versatile

Anche così, la trasformazione del bambù in molte occasioni viene effettuata in punti molto lontani da dove è stata effettuata la raccolta, un elemento da tenere in considerazione quando si valuta l'impronta di carbonio. Inoltre, è importante considerare quale tipo di colle e materiali sono stati utilizzati, poiché i prodotti tossici di composizione chimica che riducono il valore ecologico del prodotto vengono spesso abusati.

La versatilità del bambù è tale che è quasi più semplice quali oggetti non possiamo farne che elencarli tutti: biciclette, custodie per laptop, tappeti, mobili, caschi, schermi, mobili di ogni tipo, ciotole, piatti, oggetti decorativi e un lungo eccetera che, d'altro canto, non smette di aumentare.

Come materiale da costruzione, il bambù è stato tradizionalmente utilizzato per realizzare alloggi a basso costo, anche se non mancano dimostrazioni architettoniche che dimostrano il suo grande potenziale per realizzare opere di autentico lusso. In questo campo, c'è ancora molto da scoprire su cosa puoi contribuire a costruire case per le classi medie.

Allo stesso modo, la luffa o luffa è anche un'alternativa al legno, molto più sconosciuta del bambù ma altrettanto rispettosa dell'ambiente, sebbene le sue possibilità siano minori.

Molto probabilmente la conosci dalle spugne da bagno che vengono commercializzate da questo materiale per il loro effetto peeling. Nel caso non lo sapessi, il lufa è il frutto di una pianta curcubitácea originaria dell'India. Cresce spontaneamente, ha la forma di una grande zucchina ed è formato da una fitta rete di fibre.

conclusioni

Tuttavia, in generale, il bambù guadagna in numero di vantaggi verdi. La sua rapida crescita si distingue (viene raccolta ogni quattro o cinque anni), il che non le impedisce di creare sistemi di radici complessi e vigorosi che aiutano a combattere l'erosione del suolo.

A sua volta, nelle terre erose, la piantagione di bambù aiuta a recuperarle, perché quando vengono abbattute la base non viene tagliata, oltre a promuovere ecosistemi ricchi di fauna che fungono da potenti pozzi di assorbimento del carbonio. E, sì, è vero, anche le foreste sono pozzi di carbonio, ma il bambù assorbe CO2 più velocemente degli alberi.

Se desideri leggere altri articoli simili a Bambù, legno organico, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di Altre ecologie.

Raccomandato

Come far crescere la catnip
2019
I conigli dormono?
2019
Rapaci notturni - Nomi ed esempi
2019