Auto elettriche, più economiche delle auto a benzina e diesel dal 2024

Le auto elettriche inizieranno a essere competitive entro otto anni, secondo uno studio condotto dall'Organizzazione europea dei consumatori (BEUC), che stabilisce un confronto con auto tradizionali, benzina e diesel.

Secondo il rapporto, l'auto elettrica sarà più economica di queste in termini globali. Vale a dire, a partire dal 2024, la spesa totale di quella per tutta la sua vita utile sarà inferiore.

L'auto elettrica andrà sul conto

Il rapporto fornisce dettagli interessanti, che esamineremo brevemente. Il punto di partenza è la domanda da un milione di dollari: "Ne vale davvero la pena di girare con l'elettricità?" Tale era la domanda sollevata dal BEUC e la questione riguardava un'analisi e, infine, una conclusione illuminante.

Si è concluso, in particolare, che il costo medio totale di utilizzo (ammortamento e utilizzo, compresi i costi diretti e indiretti) di un veicolo elettrico sarà inferiore a quello di un veicolo convenzionale dal 2024, per tutta la sua vita utile.

Il rapporto valuta in dettaglio il denaro che costa mantenere un'auto di un tipo o di un altro. Se consideriamo che un'automobile ha una vita utile di circa 16 anni, l'elettricità acquistata dopo il 2020 avrà un costo di 51.907 euro, mentre quella della benzina supererà quella cifra, con 57.939 euro, così come la spesa diesel, stimata a 53.730 euro.

A questo dobbiamo aggiungere tra 600 e 1.000 euro nel caso dell'auto elettrica, se vogliamo avere una stazione di ricarica elettrica, sebbene non sia essenziale. L'importo totale, anche aggiungendo questo importo, rimane al di sotto.

Questi calcoli oggi non consentirebbero alla macchina elettrica di venire in mente, ma il rapporto tiene conto di una piccola grande differenza . È, come è facile intuire, un cambiamento tecnologico che farà scendere il prezzo delle auto elettriche tra il 2020 e il 2030.

Pertanto, solo se questi miglioramenti raggiungono il mercato è possibile soddisfare questa previsione. D'altra parte, anche il prezzo delle auto elettriche dovrebbe scendere, senza considerare le altre spese associate sopra menzionate.

L'elettricità più economica

Posizioni per giocare con il futuro, a questo dobbiamo anche aggiungere l'importanza di contestualizzare l'auto elettrica in un mondo che si sta muovendo verso la transizione energetica. Senza andare oltre, l'ambiente della comunità prevede di ridurre il costo dell'elettricità, oltre a promuovere l'autoconsumo, obiettivi che inizieranno ad essere applicati a breve, in coincidenza con questo periodo di tempo come periodo di azione.

In questo caso, la Commissione europea ha presentato un pacchetto di misure legislative che comprendono una serie di azioni volte a conseguire i progressi che l'UE si è impegnata nell'accordo di Parigi, in vigore da alcune settimane.

D'altra parte, l'associazione ha anche considerato nella sua relazione il caso delle auto a idrogeno, concludendo che il costo totale di proprietà sarebbe significativamente ridotto entro il 2030, in coincidenza con una seconda generazione di tali veicoli.

Non sarà, tuttavia, più economico dei modelli convenzionali e, ancor meno, rispetto all'auto elettrica . Che, se non assistiamo a risultati o notizie che non conosciamo in questo momento, forse perché non sono stati resi pubblici o perché, semplicemente hanno ancora bisogno della lampadina per accendersi qui o là.

L'evoluzione dell'auto convenzionale

Sulla stessa linea, va ricordato che le auto tradizionali non smettono di cercare modi per migliorare l'efficienza e ridurre le emissioni inquinanti, specialmente dannose quando provengono da motori ad iniezione diretta, diesel o benzina.

Oltre alle novità che arriveranno nelle auto ecologiche come l'idrogeno o le auto elettriche, si prevede quindi anche un'evoluzione dell'efficienza e un minore inquinamento nelle auto convenzionali.

Nei prossimi anni, i veicoli alimentati a combustibili fossili hanno ancora molto da dire. Resistono alla morte, proponendo soluzioni molto più efficienti a livello ambientale ed economico. Si stima che nel 2025 risparmieranno 500 euro rispetto a quelli del 2015.

Forse le previsioni del BEUC lasciano più di una semplice frangia, perché inevitabilmente ci sono molti fattori imprevedibili. Ciò non significa logicamente che, fatta eccezione per errori o eccezioni in blocco, le linee funzionino come previsto.

Nuove tecnologie

Un'altra debolezza della relazione potrebbe essere l'assunto che ci saranno politiche per investire in nuove tecnologie e punti di ricarica o altre infrastrutture necessarie affinché le alternative alle auto convenzionali diventino desiderabili per i cittadini.

Mentre il costo economico è un fattore importante, anche la praticità d'uso svolge un ruolo importante. Pertanto, sarà necessario un investimento significativo da parte dei produttori nella ricerca, sviluppo e commercializzazione di nuove tecnologie .

A loro volta, le città e la rete stradale in generale dovrebbero fornire stazioni di ricarica per queste auto che funzionerebbero ad esempio con elettricità o idrogeno. Senza dimenticare, ovviamente, i possibili vantaggi fiscali stabiliti per incoraggiare le auto più ecologiche, oltre ai necessari sussidi e alla riduzione delle tasse sul traffico, tra gli altri incentivi che incoraggiano l'acquisto di veicoli più economici che, soprattutto, non escono costoso per l'ambiente.

È interessante notare che lo studio afferma che non sarà necessario che i governi vengano utilizzati a fondo, dal momento che fondamentalmente sarà sufficiente per ridurre le tasse sulla circolazione . Avranno ragione o affineranno troppo? Dare di tanto in tanto ci darà la migliore risposta.

Se vuoi leggere più articoli simili alle auto elettriche, più economiche delle auto a benzina e diesel dal 2024, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Sostenibilità e sviluppo sostenibile.

Raccomandato

Come fare il bagno a un gatto sphynx o un gatto senza peli?
2019
Criteri di addestramento canino
2019
Come nascono i serpenti?
2019