Arricchimento ambientale negli zoo

Fortunatamente, l'immagine dell'animale messo in gabbia triste in piccoli recinti si sta lentamente dissolvendo, almeno, nei paesi più sviluppati. O perché sono stati banditi o perché la forma della cattività è diversa.

Attualmente, molti giardini zoologici effettuano lavori di conservazione delle specie, da soli o in collaborazione con altre entità, come centri di recupero o centri di riproduzione per animali in via di estinzione.

Molti degli esemplari che oggi raggiungono gli zoo provengono dal traffico e dal possesso illegale di animali esotici . Data l'impossibilità di tornare al loro habitat naturale, vengono tenuti in centri specializzati o giardini zoologici.

Gli zoo, oltre a dover nutrire adeguatamente i diversi animali, fornire loro adeguate cure veterinarie, igiene dei recinti e tenerli liberi dalla paura o dall'angoscia, dovrebbero anche poter svolgere il loro comportamento naturale . Per questo, è necessario l'arricchimento ambientale. In questo articolo di milanospettacoli.com, parleremo di arricchimento ambientale e della sua applicazione negli zoo .

Cos'è l'arricchimento ambientale?

L'arricchimento ambientale è una tecnica che serve a stimolare e migliorare il comportamento degli animali tenuti in cattività, permettendo loro di sviluppare la loro etologia naturale e i comportamenti che avrebbero eseguito in natura.

Pertanto, l'arricchimento deve essere un processo dinamico, che viene periodicamente modificato, favorendo tutti i comportamenti naturali di un animale manifest. L'obiettivo finale dell'arricchimento ambientale è promuovere il benessere degli animali in cattività.

Immagine: www.vier-pfoten.bg

Tipi di arricchimento ambientale

Esistono diversi tipi di arricchimento, a seconda della specie, del tipo di recinzione e delle risorse disponibili, uno, alcuni o tutti possono essere utilizzati.

Arricchimento attraverso il cibo

La varietà di cibo fornito agli animali in cattività è generalmente più limitata di quanto si possa trovare nei loro habitat naturali. Ad esempio, le possibilità che le specie selvatiche in cattività vengano alimentate con uno o due tipi di semi, quando in libertà la diversità sarebbe molto maggiore, in primo luogo perché migrano e, in ciascuna regione, troverebbero molti tipi diversi. Quindi, se provi a dare una dieta più varia a seconda del periodo dell'anno, arricchiremmo la vita di questi animali.

Per gli animali carnivori, l'ideale sarebbe fornire una vasta gamma di tipi di carne, compresi i tessuti non muscolari, da diverse prede.

Questo tipo di arricchimento favorisce soprattutto gli animali con una dieta onnivora, come i procioni. Dare una dieta generalista li avvantaggia e previene la comparsa di alcune malattie.

D'altra parte, nascondere il cibo, posizionandolo ogni giorno in diverse aree del rifugio, favorisce il foraggiamento e fa divertire l'animale, ottenendo cibo durante l'esercizio.

Arricchimento dell'ambiente

A volte, i recinti in cui si trovano gli animali sono caratterizzati da pavimenti e pareti lisci, senza strutture interne. Possiamo aumentare la complessità ambientale aggiungendo diversi tipi di substrati al suolo, costruendo livelli a diverse altezze e aggiungendo caratteristiche biologiche, ovvero naturalizzando l'ambiente posizionando alberi, arbusti, tronchi, nascondigli, aree acquatiche, ecc. Tutto questo a seconda della specie in cattività.

Consentire loro l'accesso a recinti alternativi all'interno o all'esterno favorisce la capacità esplorativa, essendo in grado di camminare o nascondersi e scegliere le parti sociali.

Arricchimento del "mondo esterno"

All'interno della gamma sensoriale degli animali, dobbiamo tenere conto di ciò che percepiscono oltre il loro recinto. Per gli animali selvatici in recupero, è meglio isolarli visivamente da noi, poiché potremmo aumentare il loro stress e il tempo di recupero sarebbe molto maggiore, inoltre l'ideale non è abituarsi alla nostra presenza .

Gli animali che vivono nei giardini zoologici sono abituati a trattare con gli umani e dovrebbero esserlo per ridurre lo stress di guida e le possibilità di un attacco improvviso.

Ci sono studi che supportano la teoria secondo cui alcuni animali preferiscono essere in grado di osservare l'esterno da una certa altezza, quindi in alcuni casi questo tipo di arricchimento deve essere collegato a quello dell'ambiente interno.

Altri studi sostengono che le scimmie alloggiate in recinti che si affacciano sull'esterno sviluppano meno comportamenti negativi . Anche se, a volte, la presenza umana negli zoo li disturba. Come sempre, devono avere una via di fuga e non essere costantemente sottoposti alla presenza del pubblico. Devono essere quelli che decidono se vogliono mostrarsi o no.

giocattoli

È stato dimostrato che l'uso dei giocattoli è un buon arricchimento ambientale, essendo una fonte di intrattenimento . Un "giocattolo" può essere praticamente qualsiasi cosa, come tubi di gomma, catene, strisce di stoffa, pneumatici per auto, barre di metallo, oggetti di plastica appesi, oggetti masticabili aromatizzati e cibo all'interno dei blocchi di ghiaccio. Tuttavia, non tutti i giocattoli hanno lo stesso valore funzionale per tutti gli animali. Inoltre, mettere lo stesso giocattolo ogni giorno può essere monotono e non avere alcun effetto.

Quando pensiamo a quale sarebbe il miglior giocattolo da usare, dobbiamo considerare gli obiettivi. I giocattoli distruttibili con valore nutrizionale sono più arricchenti. L'uso di un substrato per incoraggiare il foraggiamento è meglio dei giocattoli non distruttibili e non commestibili. I pochi oggetti pesanti che possono muoversi facilmente hanno maggiori probabilità di incoraggiare il gioco.

Va tenuto presente che "giocattoli" è un termine antropomorfo, non sono "panacea" e non tutti hanno risposte positive.

Immagine: arricchment.org

Arricchimento ambientale per evitare o correggere stereotipi

Gli stereotipi sono comportamenti ripetitivi e innaturali eseguiti da animali tenuti in cattività. Ma cosa causa esattamente comportamenti stereotipati?

Secondo uno studio, le cause sono:

  1. Stati interni indotti dall'ambiente o da stimoli esterni all'animale, che innescano o motivano una risposta specifica.
  2. L'ambiente crea uno stato di stress continuo che colpisce specifiche regioni del cervello che provoca e sequenzia il comportamento, con conseguente perseveranza anormale.
  3. Lo svezzamento precoce della prole influisce sullo sviluppo del sistema nervoso centrale, causando anche sequenze comportamentali anormali.

In tutti i casi, è stato dimostrato che l'arricchimento ambientale riduce la comparsa di stereotipi e aumenta le capacità cognitive, spaziali e sociali degli individui.

Arricchimento ambientale secondo la specie

Quando si sceglie il miglior tipo di arricchimento ambientale, è necessario tenere conto delle specie a cui è indirizzato. Non tutti gli animali hanno gli stessi bisogni .

Posizionare una laguna in un recinto di psittacida non ha una funzione maggiore di quella di offrire una vista piacevole. Per i pappagalli, l'arricchimento attraverso una dieta variata, il posizionamento strategico dei locandieri in modo che possano volare e arrampicarsi e l'uso di alcuni giocattoli è più importante.

L'installazione di piccole piscine nei moduli di alcuni gatti, come le tigri, è un buon arricchimento dell'ambiente.

Infine, i custodi devono essere presi in considerazione, che devono nutrire e prendersi cura di questi animali. Un recinto pieno di tronchi e nascondigli non facilita il lavoro di queste persone.

Immagine: www.ksl.com

Arricchimento ambientale per l'allevamento in cattività di specie protette

L'arricchimento ambientale per gli animali in cattività di specie che fanno parte di un programma di "allevamento in cattività" è diverso da quello degli animali nei giardini zoologici.

Innanzitutto, il recinto di questi animali deve essere completamente naturalizzato ed essere simile al loro habitat naturale. Deve avere gli oggetti che questa specie troverebbe nel suo luogo di origine, che si tratti di aree acquatiche, aree boschive, macchia, ecc.

Il contatto con l'essere umano dovrebbe essere minimo, non dovrebbero abituarsi alla nostra presenza o perdere la paura. A differenza delle attività nei giardini zoologici, questi centri di riproduzione non consentono visite o, se sono autorizzati, sono sottoposti a sorveglianza totale e sporadicamente.

La dieta dovrebbe essere ugualmente variata. Gli erbivori devono imparare a differenziare quali verdure sono cibo e quali no. Questo è di solito insegnato dai genitori. I cacciatori carnivori, per loro natura, devono imparare a cacciare. Rilasciare un animale che non sa cercare il suo cibo non è etico, lo condanneremmo a morte.

Se vuoi leggere altri articoli simili all'arricchimento ambientale negli zoo, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

bibliografia
  • Carlstead, K., & Shepherdson, D. 2000. Allevia lo stress negli animali dello zoo con arricchimento ambientale. La biologia dello stress animale: principi di base e implicazioni per il benessere degli animali, 337-354.
  • Maple, TL, McManamon, R. e Stevens, E. 1995. Denfending the good zoo: cura degli animali, manutenzione e benessere. In: BG Norton, M. Hutchins, EF Stevens e TL Maple (a cura di).
  • Mason, G., in stampa-a. Comportamento stereotipato negli animali in cattività: fondamenti e implicazioni per il benessere e oltre. In: Mason, G., Rushen, J. (Eds.), Comportamento stereotipato negli animali in cattività: Fondamenti e applicazioni per il benessere, 2a ed. CAB International, Wallingford.
  • Mason, G., Clubb, R., Latham, N., & Vickery, S. 2007. Perché e come dovremmo usare l'arricchimento ambientale per affrontare il comportamento stereotipato? Scienza del comportamento degli animali applicati, 102 (3-4), 163-188.
  • Newberry, RC 1995. Arricchimento ambientale: aumentare la rilevanza biologica degli ambienti in cattività. Scienza del comportamento degli animali applicati, 44 (2-4), 229-243.
  • Shepherdson, D. 1994. Il ruolo dell'arricchimento ambientale nell'allevamento in cattività e nella reintroduzione di specie in via di estinzione. In Conservazione creativa (pagg. 167-177). Springer, Dordrecht.
  • Shyne, A. 2006. Revisione meta-analitica degli effetti dell'arricchimento sul comportamento stereotipato nei mammiferi dello zoo. Zoo Biology: pubblicato in affiliazione con l'American Zoo and Aquarium Association, 25 (4), 317-337.

Raccomandato

Perché il mio gatto vomita?
2019
Elenco delle residenze per cani di Almería e dei vivai
2019
Malattie che trasmettono i ratti agli umani
2019