Argomenti contro la corrida

Le corride sono gli spettacoli in cui i tori vengono distribuiti in quadrati chiusi seguendo regole e punti per uccidere finalmente l'animale. Nella sua forma moderna, la corrida è nata in Spagna nel 18 ° secolo, tuttavia, le origini della corrida possono essere fatte risalire alle radici culturali greco-romane, durante la civiltà minoica.

Se prendiamo in considerazione il processo di tortura, il danno inflitto durante la corrida e la morte finale del toro, molti di noi trovano già una ragione sufficiente per vietarli. Tuttavia, si tratta di una questione controversa con alcuni difensori molto forti e al di là di ciò che può sembrare logico, è sempre necessario disporre di argomenti per poter sostenere un argomento. Ecco perché nel prossimo articolo di EcologiaVerde vogliamo parlarvi di argomenti contro la corrida, spiegando i motivi per cui dovrebbero essere banditi.

Argomenti contro la corrida

Sono una tradizione

Nessuno dubita che la corrida sia una tradizione con molti anni di storia, ma questo non è argomento sufficiente per continuare a farlo. Anche l'ablazione del clitoride, le battaglie di adulterio o le lotte dei gladiatori sono o sono state a volte una tradizione in alcune aree del mondo, ma è per questo che non smettiamo di denunciare quanto crudeli abbiano queste pratiche.

Le tradizioni servono a connetterci con il nostro passato, un modo per proiettare la nostra cultura nel futuro e riaffermarci. Ma l'evoluzione serve qualcosa e, tra le altre cose, serve per essere in grado di guardare criticamente al passato, mantenere ciò che è valido ed eliminare aspetti come l'abuso di animali.

Le corride sono un'arte

L'arte è creazione, costruzione, qualcosa che eleva lo spirito e dà vita, non la toglie mai. Ci sono molti autori e artisti famosi che sono stati affascinati dalla corrida, ma anche questo non è un motivo sufficiente per considerarlo arte . Alcuni di quelli che lo difendono affermano che la corrida si innamora perché cambia l'animalità del toro, parla del trascendente della morte e proietta nella lotta per la vita del toro la lotta dell'uomo per sfuggire alla sua animalità e sopravvivere, con un La bellezza che la fa trascendere. Altri parlano di quale sia la lotta per la vita tra un toro e un uomo, qualunque esso sia, non importa quanto a qualcuno possa piacere, la discussione si conclude rapidamente se consideriamo che se rimuoviamo tutte queste belle parole ciò che ci rimane È un animale torturato e ucciso . Accetteremmo la tortura e la morte in qualche altra area della cultura?

Il toro non muore con dignità

La dignità, così come il coraggio, il coraggio o l'onore sono categorie morali e comportamentali create dall'essere umano e che possono avere senso solo in lui. Classificare un toro o qualsiasi altro animale con questi aggettivi è assurdo, poiché non agisce con dignità o smette di farlo, si difende semplicemente. Inoltre, la morte non cessa di essere morte, non importa quanta pazienza di dignità vuoi darle, quando la combatti, non stai facendo alcun favore al toro.

Ancora di più, non importa quanto accettiamo che il toro muoia in modo dignitoso, nonostante lo abbia fatto prima degli applausi di migliaia di persone, finirà in una stanza esplosa dove sarà destinato al consumo umano, qualcosa che è abbastanza lontano da che capiamo comunemente con una morte degna.

I tori non sono cultura

Non è necessario molto per confutare questa argomentazione, basta ascoltare e leggere ciò che l'UNESCO, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per la scienza, l'istruzione e la cultura dice al riguardo. Bene, quasi 40 anni fa, nel 1980, questa organizzazione ha governato la corrida dicendo che la corrida è l'arte banale di torturare e uccidere gli animali di fronte al pubblico. Qualcosa che traumatizza bambini e adulti, che peggiora lo stato dei neuropati che guardano lo spettacolo e denigra il nostro rapporto con l'animale.

Ma non è necessario che l'UNESCO lo dica; crudeltà, abuso e dolore non possono essere considerati cultura. La cultura sono le usanze e gli stili di vita che contribuiscono al nostro sviluppo in un modo o nell'altro e l'abuso di animali non soddisfa nessuno dei punti che la cultura dovrebbe incontrare.

Sono religione poiché alcune piste sono fatte in onore dei santi

La Chiesa cattolica ha ripetutamente condannato la celebrazione di festeggiamenti in cui vi sono torture e morte di animali. Già nell'anno 1567 un toro papale fu promulgato da Pio V in cui questi tipi di spettacoli erano considerati sanguinanti e goffi, minacciando di scomunicare quei chierici, re o imperatori che li incoraggiavano. Nel 1920 il Vaticano li condannò di nuovo, riferendosi alle parole di Pio V quasi 400 anni prima. Parlo anche di Giovanni Paolo II che ricorda che non c'è distinzione tra uomini e animali nella Bibbia. Pertanto, chiunque usi argomenti religiosi per difendere i tori dovrebbe sapere che anche dalla religione questi atti sono condannati.

La fine delle piste significherebbe la sua scomparsa

Il toro è un animale erbivoro i cui giorni passano pacificamente mentre cercano cibo nei pascoli. In uno stato naturale, il toro non mostra alcun tipo di "coraggio" tranne quando c'è una lotta territoriale, se è in pericolo o se c'è una lotta in relazione alla riproduzione. La varietà di tori si basa sulle scelte umane degli individui più aggressivi, così come altri bovini sono stati scelti per dare più latte o più carne.

Il fatto è che se le corride scompaiono, i tori non scompaiono, il coraggio semplicemente scompare in questa varietà, una caratteristica che non serve a nulla nella tua vita. Una specie è considerata estinta quando non c'è un individuo vivo in tutto il mondo e, oggi, ci sono circa 2 milioni e mezzo di tori in tutto il pianeta. Tutto ciò senza tener conto del fatto che i tori coraggiosi non possono essere estinti, poiché solo le specie possono essere estinte e non le varietà.

Il toro soffre

I tori sono mammiferi cefalizzati con un sistema nervoso centrale e una complessa rete nervosa e neurale, con recettori del dolore, quindi ovviamente sentono il dolore nello stesso modo in cui si sentono gli umani . In effetti, dopo averli osservati per pochi minuti per rendersi conto che almeno una mosca si appollaia sulla schiena, muovono la coda per spaventarli. Se sono in grado di percepire la mosca, cosa sentiranno quando colpiscono le bandiere, i puya e infine la spada? Ma, inoltre, nelle corride i tori non sono i soli a soffrire e possono morire. I cavalli che cavalcano gli elicotteri, sebbene ora indossino protezioni, subiscono traumi e dolori durante la corsa.

Il toro non è nato per questo

Che i tori da combattimento siano stati allevati per morire nella piazza non significa che siano nati per quello. Ciò equivale a dire che i cani sono nati per partecipare ai combattimenti perché alcuni allevatori li assegnano a queste attività. Quell'uomo ha creato quella sottospecie dall'elezione degli individui più coraggiosi per generazioni non ci dà il diritto di torturarli o ucciderli a nostro piacimento, né è la sola fortuna che può aspettare quell'animale. La condizione genetica del toro non è inevitabile sigillo nel suo destino.

Lo abbiamo già sottolineato in tutto l'articolo, ma se lo consideriamo, ognuno di questi argomenti può essere contrastato con qualcosa di molto semplice: sono crudeli. Nelle corride un animale viene torturato e ucciso, e per quel semplice fatto dovrebbero essere banditi. In effetti, è così assurdo che se fosse praticato in una fattoria o in un macello la stessa cosa che si fa in un luogo di torni, quei responsabili sarebbero processati e condannati penalmente.

Ragioni per vietare i tori

Ecco una serie di motivi per cui i tori dovrebbero essere banditi, tuttavia sicuramente puoi trovarne molti altri:

  • Perché sono una forma crudele di abuso animale.
  • Perché in qualsiasi luogo diverso dalla piazza sarebbe considerato un crimine senza alcun dubbio.
  • Perché è assolutamente crudele allevare animali con il solo scopo di torturarli e ucciderli.
  • Perché è una forma di sfruttamento animale.
  • Perché i pascoli finiscono con la biodiversità e abbandonano le foreste.
  • Perché non vivono bene come vogliono credere, infatti, li uccidono quando hanno appena completato un quarto della loro vita.
  • Perché prima di uscire in piazza, i tori sono drogati, spaventati e torturati.
  • Perché i tori sono molto sensibili, socievoli e intelligenti.
  • Poiché non è una lotta uguale come vuoi vedere, la fine della corsa nella stragrande maggioranza dei casi è la morte del toro.
  • Perché l'80% dei tori perdonati muore dopo pochi giorni dalle ferite della corrida.
  • Perché non solo il toro viene torturato, ma anche i cavalli dei picadores. A volte, anche le corde vocali vengono tagliate in modo da non lamentarsi.
  • Perché è una pratica più tipica degli altri secoli che del XXI.
  • Poiché è vietato guidare senza cintura di sicurezza o entrare in un'opera senza casco protettivo, come si può permettere a chiunque di stare di fronte a un toro?
  • Perché è legale solo in 8 paesi del mondo.
  • Perché nella situazione attuale, è del tutto indegno che il denaro pubblico sia destinato a tali spettacoli.

Frasi anti-corrida

  • "L'arte della corrida è trasformare un bellissimo animale in una polpetta sanguinante in venti minuti davanti a un pubblico esaltato" Manuel Vicent
  • "Le sborrate sono le più disgustose, attuali e obsolete delle nostre abitudini". Jesus Torbado
  • "Il pubblico va in piazza solo per contemplare la morte meticolosa di un animale." Manuel Vicent
  • "La corrida è l'ultimo ostacolo di un'umanità incivile." Isidro Gomá e Tomás
  • "Cosa troveranno queste persone in quella faccia [quella di un toro] che, lungi dall'essere mosso dalla sua visione, cresce di più nella barbarie?" Eugenio Noel
  • "Speriamo un giorno di poter urlare: il torero è morto: viva i tori!" Eduardo del Río
  • "Le corride sono un vizio del nostro sangue avvelenato fin dai tempi antichi." Giacinto Benavente
  • "Tra le crudeltà, la più ripugnante è quella che finalmente si diverte." Comores di Dolores Marsans

Se vuoi leggere altri articoli simili a Argomenti contro la corrida, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Società e cultura.

Raccomandato

Cosa fare in caso di morso di cane? - Pronto soccorso
2019
Pappagalli, in grave pericolo di estinzione
2019
Qual è la Via Lattea: definizione per bambini
2019