Animali notturni e diurni: elenco e foto

Le funzioni fisiologiche, ormonali e comportamentali della stragrande maggioranza degli animali (compresi noi umani), sono regolate da ritmi giornalieri di circa 24 ore. In questo modo, il corpo è in grado di dirci quando dovremmo dormire e riposare e, al contrario, quando dovremmo essere svegli e coprire i nostri principali bisogni vitali ed energetici. Questo curioso fenomeno della natura ci consente di classificare le diverse specie faunistiche, sia come animali notturni, sia, al contrario, come animali diurni. Gli animali raramente rimangono attivi per tutto il tempo, ma sono in grado di alternare momenti di grande attività a periodi di riposo. A seconda di quando gli animali sono dedicati a una o l'altra attività, 24 ore al giorno, possiamo chiaramente differenziarli e sapere se sono notturni o diurni.

Continua a leggere questo articolo e scoprirai più funzionalità ed esempi di animali notturni e diurni con un elenco e foto .

Animali notturni: caratteristiche

Senza dubbio, la caratteristica principale che definisce le diverse specie di animali notturni è la loro abitudine di essere più attivi durante la notte .

È tra il tramonto e l'alba, quando gli animali coprono i loro principali bisogni nutrizionali. Pertanto, ognuno dei gruppi di animali notturni ha sviluppato nel corso della sua evoluzione diverse abilità e strategie per raggiungere un maggiore successo nel suo status di animale notturno. Diamo un'occhiata ad alcune delle caratteristiche degli animali notturni in modo più dettagliato:

  • Hanno acuti sensi dell'udito e della vista. Questi sensi sono altamente sviluppati per essere in grado di catturare il minimo rumore nella furtività della notte e quindi determinare dove nell'oscurità si trova la loro preda. Pertanto, molti di questi animali hanno grandi occhi, tra le altre caratteristiche.
  • Colori scuri della pelliccia, piumaggio o squame, favorendo così il suo camuffamento nelle foreste e in altri habitat naturali caratterizzati dalla scarsa luminosità notturna.
  • Gambe furtive (nel caso di felini e altri mammiferi), così come ali che emettono il minor rumore possibile quando vengono picchiate da uccelli notturni che sorvolano la notte in cerca di cibo.

Cosa sono gli animali notturni: elenco di esempi

Prendi nota di alcuni esempi di animali notturni con questo elenco formato dai diversi grandi gruppi di animali:

Mammiferi con abitudini notturne

  • Pipistrelli (ordina i chirotteri)
  • Scimmia andina notturna ( Aotus lemurinus )
  • Procioni (genere Procyon)
  • Lince iberica ( Lynux pardinus )
  • Volpe comune ( Vulpes vulpes )

Uccelli notturni

  • Gufo nero ( Strix Ciccaba huhula )
  • Gufo reale ( Bubo bubo )
  • Uccello Huerequeque o cumino peruviano ( Burhinus superciliaris )

Va notato che la stragrande maggioranza degli uccelli notturni sono anche rapaci o rapaci.

Rettili e anfibi di abitudini notturne

  • Boa de Tumbes ( Boa constrictor longicauda )
  • Gechi (sottordine Lacertilia)

Insetti notturni

  • Falene ( Tineola bisselliella )
  • Lucciole (famiglia Lampyridae)
  • Grilli (famiglia Gryllidae)
  • Camel Spider (ordina Solifugae)

Qui puoi vedere le immagini di animali notturni da queste liste.

Animali diurni: caratteristiche

Gli animali diurni, invece, sono caratterizzati principalmente dallo sviluppo delle loro attività vitali durante le ore diurne, tra l'alba e il tramonto.

Il loro istinto, basato su un ritmo biologico interno chiamato ritmo circadiano, è ciò che spinge questi animali a sviluppare le loro attività con la luce solare e tutti quegli altri stimoli che la natura fornisce loro durante le ore diurne. Successivamente, passeranno la notte dormendo e recuperando energia, cercando sempre di passare inosservati tra i possibili predatori.

Alcune delle caratteristiche degli animali diurni più comuni che, quindi, condividono tutte queste specie sono:

  • Hanno un senso della vista molto sviluppato, con cellule specializzate che consentono loro di distinguere la varietà di colori e adattarsi adeguatamente alle condizioni di luminosità.
  • Gli insetti seguono schemi esterni dell'ambiente e dell'ambiente in cui vivono per controllare le loro attività vitali (usando quindi ritmi esogeni o esterni invece dei ritmi circadiani interni discussi sopra).
  • Molti animali diurni si adattano alle condizioni ambientali determinate dai cambiamenti stagionali dell'anno, in modo che cambino le loro ore di sonno e attività durante il giorno, a seconda dell'ora all'alba e al tramonto.
  • In numerose occasioni, gli animali diurni hanno un periodo di tempo limitato per accedere alle loro principali fonti alimentari, poiché dipendono direttamente da determinate ore di luce per questo.

Animali diurni: elenco di esempi

Questo è un elenco di animali diurni con esempi di diversi tipi o grandi gruppi di animali:

Mammiferi di abitudini diurne

  • Chipmunk (genere Spermophilus)
  • Prairie Dog (genere Cynomys)
  • Scimmia scoiattolo (genere Simiri)
  • Facocero (genere Phacochoerus)

Uccelli diurni

  • Falcon (genere Falco )
  • Pavone ( Pavo cristatus )
  • Aironi (famiglia Ardeidae)
  • Picchio (famiglia Picidae)

Rettili e anfibi delle abitudini diurne

  • Mostro di Gila ( Heloderma suspectum )
  • Camaleonti (famiglia Chamaeleonidae)
  • Diavolo spinoso ( Moloch horridus )
  • Frogs (ordina Anura)

Insetti diurni

  • Api (superfamiglia di Apoidea)
  • Farfalle (ordina Lepidoptera)

Animali notturni e diurni: principali differenze

Come abbiamo dettagliato nelle sezioni precedenti, la principale differenza tra animali notturni e diurni sta nelle ore del giorno che dedicano allo sviluppo delle loro principali attività vitali, tra l'alba e il tramonto nel caso di animali diurni e durante il tramonto e l'alba per i notturni.

Questa organizzazione temporanea, sia dei comportamenti che dei diversi processi fisiologici degli animali, consente loro di differenziarsi facilmente in animali di attività diurna o notturna. Tuttavia, i meccanismi specifici coinvolti nel controllo circadiano (dell'orologio biologico interno) dei ritmi giornalieri che differiscono tra le specie diurne e notturne sono ancora sconosciuti. Pertanto, attualmente, ci sono molti studi scientifici incentrati sulla definizione accurata di questi meccanismi fisiologici che differenziano gli animali notturni e diurni.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Animali notturni e diurni: elenco e foto, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di animali selvatici.

bibliografia
  • Martínez, Gladys (2009) Regolazione circadiana del comportamento: differenze tra specie diurne e notturne. Konrad Lorenz University Foundation, Bogotá (Colombia), Volume 8 (2), pp: 487-492.
  • Tomotani, B. & Oda, G. (2012) Diurno e notturno: discutere i modelli di attività. Rivista di biologia, Università di San Paolo. Volume 9 (3), pagg. 1-6.
  • Luévano, J. et al., (2008) Comunità di roditori notturni in un ecotono di scrub microfilici e zacatal gypsophilic a San Luis Potosí, in Messico. Rivista messicana di biodiversità, Volume 79 (1).
  • Hugues, B; Navaroli, F.; Torres, M. & Soto, C. (2008) Visione cromatica negli animali. Electronic Journal of Veterinary Medicine (REDVET ), Volume 9 (11), pagg. 1-6

Raccomandato

Malattie da piccione
2019
floreStore
2019
Coltivazione e cura del caprifoglio
2019