Animali invertebrati: esempi e caratteristiche

Gli animali invertebrati sembrano essere i grandi equivoci del regno animale. Molte persone possono provare antipatia o persino paura nei loro confronti senza sapere che questi organismi rappresentano il 95% delle specie animali attualmente conosciute. Se continuiamo a parlare di figure, ci sono circa 35 bordi nel regno animale, di cui tutti sono animali invertebrati tranne uno, il bordo delle corde. In questo articolo ti faremo sapere un po 'di più sugli animali invertebrati con esempi e le loro caratteristiche .

Caratteristiche generali degli animali invertebrati o disossati

Quali sono le caratteristiche degli animali invertebrati? La verità è che ce ne sono molti, ma questi sono alcuni dei principali. Per cominciare, il suo nome si riferisce alla mancanza di una colonna vertebrale (o notocorda) e di uno scheletro interno, come nel caso dei vertebrati, quindi possiamo dire che sono animali che non hanno ossa . Inoltre, di solito sono piccoli animali, sebbene variabili, e molti di loro hanno strutture protettive come conchiglie, conchiglie o coperture .

Questi invertebrati si trovano in quasi tutti gli habitat presenti sulla Terra, dalle acque ad alta temperatura nelle fonti idrotermali alle profondità dei mari o alla superficie ghiacciata dell'Antartico.

Per molto tempo la sua ricerca è stata scarsa a causa della sua complessa descrizione e del licenziamento del suo potenziale in vari campi come economico, scientifico e, sebbene non possa essere condiviso in tutte le culture, nel campo alimentare. Inoltre, a tutto ciò è stato aggiunto che questo gruppo è spesso piccoli animali e che vive discretamente, nei mari, nei sedimenti, nei suoli, ecc.

Nonostante tutto ciò, costituiscono la maggior parte della biodiversità conosciuta sul pianeta. Nel 2005 sono state censurate tra 1, 7 e 1, 8 milioni di specie, di cui circa 990.000 da animali invertebrati o animali disossati . Tuttavia, queste cifre cambiano costantemente.

Grandi invertebrati d'acqua dolce

Questo termine è spesso usato per indicare gli invertebrati che popolano l'acqua dolce, come alvei, stagni, laghi e lagune ... Comprende i seguenti gruppi di macroinvertebrati acquatici :

  • insetti
  • crostacei
  • anellidi
  • molluschi
  • vermi piatti

L'abbondanza e la diversità di questi macroinvertebrati sono fattori utilizzati come bioindicatori, ovvero sono indicatori dello stato dell'ecosistema e della biodiversità locale. Sono essenziali per servire da cibo per altri organismi ed essere trasformatori di materia organica e, inoltre, funzionano come predatori in piccoli stagni in cui l'assenza di pesci li rende i principali responsabili della predazione dello zooplancton.

Invertebrati o animali che non hanno ossa: i gruppi

Esiste un gran numero di gruppi di invertebrati, ma il più grande di questi è quello degli artropodi. Quindi, dell'immensa varietà di bordi di invertebrati (circa 34), la stragrande maggioranza appartiene al gruppo degli artropodi (80%) degli animali. Alcuni dei bordi degli invertebrati più comuni sono (8 bordi):

  • Porifers (9.000 specie o sp).
  • Cnidari (10.000 sp)
  • Platelmintos (20.000 sp)
  • Molluschi (100.000 sp)
  • Annelidi (16.500 sp)
  • Nematodi (25.000 sp)
  • Artropodi (oltre 1.000.000 di sp).
  • Echinodermi (7.000 sp).

Porifers o spugne, animali invertebrati marini

Porifers o spugne sono gli animali più primitivi e semplici. Sono organismi acquatici e vita sessile, cioè crescono e vivono radicati nel terreno o nelle rocce. Il suo corpo è formato da numerosi piccoli fori come pori (motivo per cui vengono chiamati porifers). Hanno un buco più grande chiamato l'osculus.

Le spugne marine si nutrono delle particelle presenti nell'acqua, che passa attraverso le correnti attraverso i canali interni del tuo corpo. Queste correnti sono create da cellule che hanno un flagello circondato da una piega chiamata co-ocytes. Scopri di più su di loro in questo altro articolo sulle stelle marine: cos'è e caratteristiche.

Cnidari o coralli e meduse: animali che non hanno ossa

Sono tutti acquatici, i cnidari comprendono coralli, meduse e idre . Sono animali il cui corpo ha la forma di una sacca con un'unica apertura che costituisce la bocca e si collega alla cavità gastrovascolare (simile a uno stomaco primitivo). Intorno alla bocca hanno tentacoli con cellule specializzate chiamate cnidoblasti con sostanze pungenti che servono sia da difesa che da attacco alle loro prede.

È un tipo di invertebrato che non si muove perché, ad esempio, le meduse sono trasportate dalla corrente e i coralli rimangono ancorati al terreno o alle rocce.

Platelmintos o vermi piatti, altri animali senza ossa

Chiamati anche "vermi piatti", sono il gruppo di tenie, planari e trematodi . Presentano forme di vita libere e forme di vita parassitarie (possedute o sole). La novità che presentano rispetto ai gruppi precedenti è la presenza di un sistema nervoso centrale, che è in grado di elaborare le informazioni raccolte dagli occhi e da altre strutture sensibili. Il suo corpo può essere diviso in due metà identiche nel senso della lunghezza.

Molluschi, un altro noto gruppo di animali invertebrati

I molluschi, il gruppo di lumache, vongole, calamari o polpi, hanno un corpo morbido, con specie in cui è protetto da un guscio duro.

I suoi organi interni formano una massa viscerale e il suo corpo è costituito da un piede muscolare, il mantello, la cavità paleale che funziona come un sistema respiratorio e, infine, un guscio di materiali calcarei che possono essere formati da un singolo pezzo o volantino, o Per due pezzi. Questo può essere trovato internamente in alcuni gruppi o potrebbe essere inesistente.

I molluschi sono composti da 8 classi, di cui il maggior numero di specie presenti sono:

  • Gasteropodi (75.000 specie): terrestri o acquatici, hanno tentacoli allargati del piede e dell'occhio. Hanno un guscio formato da un unico pezzo. Esempio: lumache e cirripedi.
  • Bivalvi (13.000 specie): tutti organismi acquatici che sono sepolti nel fondo del mare. Hanno un piede a forma di ascia e mancano di una testa differenziata. Si nutrono delle particelle organiche che galleggiano nell'acqua. Esempio: vongole, cozze, ostriche ...
  • Cefalopodi (800 specie): tutti marini. Sono il gruppo di polpi, calamari e seppie. Hanno un piede molto sviluppato da cui partono i tentacoli con ventose così caratteristiche. Il guscio è interno o inesistente, a seconda della specie. Il movimento consiste in un sifone a propellente.

Animali senza scheletro: anellidi o vermi come il lombrico

Questo gruppo di animali che non ha ossa è il gruppo del famoso lombrico . Si tratta di animali cilindrici e divisi in anelli. Presentano metameria, cioè alcuni organi si ripetono in ciascuno degli anelli. Il tuo corpo è coperto da muco, una sostanza viscosa secreta da alcune ghiandole, che ne facilita il movimento. La maggior parte sono liberi di vivere, cioè non sono parassiti.

Nematodi o vermi rotondi, animali senza ossa e parassiti

I nematodi o " vermi rotondi " sono organismi di grande abbondanza e diversi, presenti nei suoli e negli habitat acquatici. Il suo corpo è senza segmentazione e ha muscoli caratteristici per il suo spostamento. Possono essere liberi di vivere o parassiti . Dall'aspetto dei nematodi, una nuova cavità del corpo chiamata celoma appare negli invertebrati, il che rende possibile l'esistenza di organi interni cavi.

Altri grandi gruppi di animali disossati: artropodi o insetti, aracnidi e crostacei

È il gruppo più diversificato ed eterogeneo, presente in quasi tutti gli habitat esistenti. È molto importante perché coprono la stragrande maggioranza delle specie animali conosciute (l'80% degli animali sono artropodi), come insetti, crostacei o aracnidi .

Hanno un design del corpo molto elaborato, con un esoscheletro di chitina diviso in segmenti e appendici (gambe, antenne e boccagli).

Quando si verifica la crescita dell'individuo, emerge dal suo esoscheletro attraverso il cambiamento, dopo di che ne produce uno nuovo. Questo si ripete più volte nel corso della sua vita. Inoltre, è comune che il giovane sia molto diverso dall'animale adulto, quindi subisce un processo di metamorfosi fino a raggiungere il suo aspetto adulto finale.

Gli artropodi sono divisi in diversi gruppi. A seconda del tipo di appendici e del numero, alcuni degli artropodi più comuni sono:

  • Miriapodi: il suo corpo è costituito da una testa con una coppia di antenne e un tronco allungato che è segmentato. Una o due paia di zampe nascono da ciascuno di questi segmenti. Esempio: millepiedi e scolopendra.
  • Aracnidi: il corpo è diviso in cefalotorace (la testa e l'addome sono fusi) e l'addome. Hanno quattro paia di zampe, mancano di antenne o mascelle e nella bocca hanno strutture a forma di morsetto, chiamate chelyces, e una coppia di appendici (non gambe) chiamate pedipalp. Esempio: ragni, scorpioni e acari.
  • Crostacei: il corpo è costituito da cefalotorace e addome. Hanno due paia di antenne e tutte sono acquatiche. All'interno dei crostacei troviamo i crostacei inferiori, come i cirripedi o altre specie che compongono lo zooplancton, e i decapodi, come gamberi, granchi o gamberetti. Hanno 10 zampe nel cefalotorace e un paio di appendici per segmento dell'addome.
  • Insetti: divisi in testa, torace e addome, hanno un paio di antenne, un paio di occhi composti e diversi occhi semplici. La sua caratteristica distintiva è la presenza di 6 zampe e un paio di ali (tranne in alcuni gruppi). Esistono numerosi ordini di insetti classificati in base al tipo di ali, parti della bocca, in base al tipo di alimentazione o metamorfosi di cui soffrono. Esempio: farfalle, cavallette, scarafaggi, formiche ...

Echinodermi: stelle e ricci di mare

Capiscono le stelle e i ricci di mare . Sono gli animali marini più vicini ai vertebrati. I loro corpi sono formati da 5 parti identiche e non hanno ossa ma uno scheletro esterno formato da placche di calcare, in grado di presentare punte in alcune specie e, in altri, con una grande capacità di rigenerazione di quelle parti che hanno perso.

Hanno un meccanismo esclusivo per il loro movimento e l'alimentazione chiamato apparato ambulacrale. È un sistema idraulico costituito da una rete di canali interni che contengono acqua di mare che viene pompata in diverse parti del corpo. Da questi condotti derivano piccole dilatazioni chiamate piedi ambulacri che, una volta riempiti d'acqua, esercitano un effetto simile a quello di una ventosa, permettendo il movimento dell'animale.

Se vuoi leggere altri articoli simili agli animali invertebrati: esempi e caratteristiche, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di animali selvatici.

Raccomandato

Perché i cani sentono l'odore della coda?
2019
Quali sono le principali fonti di energia alternativa in Messico
2019
API da miele
2019