Animali antartici e loro caratteristiche

L'Antartide è il continente più freddo e più inospitale del pianeta Terra. Non ci sono città, solo basi scientifiche che riportano informazioni preziose a tutti. La parte più orientale del continente, cioè quella che si affaccia sull'Oceania, è la zona più fredda. Qui la terra raggiunge un'altezza di oltre 3.400 metri, dove, ad esempio, si trova la stazione scientifica russa Vostok Station . In questo luogo, è stato registrato nell'inverno (luglio) del 1983, temperature inferiori a -90 ° C.

Contrariamente a quanto potrebbe sembrare, ci sono regioni relativamente calde in Antartide, come la penisola antartica che, in estate, ha temperature intorno a 0 ° C, temperature molto calde per alcuni animali che passano il calore a -15 ° C. In questo articolo di milanospettacoli.com parleremo della vita animale in Antartide, quella regione estremamente fredda del pianeta, e spiegheremo le caratteristiche della sua fauna e condivideremo esempi di animali provenienti dall'Antartide .

Caratteristiche degli animali antartici

Gli adattamenti degli animali antartici sono governati principalmente da due regole, la regola di Allen, che postula che gli animali endodermici (quelli che regolano la loro temperatura corporea) che vivono in climi freddi hanno arti, orecchie, muso o la coda è più piccola per minimizzare le perdite di calore, e la regola di Bergmann, che afferma che con la stessa intenzione di regolare le perdite di calore, gli animali che vivono in queste zone fredde hanno un corpo molto più grande delle specie Vivono in zone temperate o tropicali. Ad esempio, i pinguini che vivono ai poli sono più grandi dei pinguini tropicali.

Per sopravvivere in questo tipo di clima, gli animali sono adattati per accumulare grandi quantità di grasso sotto la pelle, evitando la perdita di calore. La pelle è molto spessa e, in quegli animali che hanno i capelli, questo è solitamente molto denso, accumulando aria all'interno per creare uno strato isolante. Questo è il caso di alcuni ungulati e orsi, sebbene non ci siano orsi polari in Antartide, né mammiferi di questi tipi. Anche i sigilli sono moltissimi.

Durante i periodi più freddi dell'inverno alcuni animali migrano verso altre aree un po 'più calde, essendo questa una strategia prioritaria per gli uccelli.

Fauna antartica

Gli animali che vivono in Antartide sono principalmente acquatici, come foche, pinguini e altri uccelli. Abbiamo anche trovato alcuni invertebrati marini e cetacei.

Gli esempi che dettagliamo di seguito e, quindi, sono eccellenti rappresentanti della fauna dell'Antartide, sono i seguenti:

  • Pinguino Imperatore
  • krill
  • Leopardo di mare
  • Sigillo Weddell
  • Sigillo granchio
  • Ross Seal
  • Petrel Antartico

1. Pinguino imperatore

Il pinguino imperatore ( Aptenodytes forsteri ) vive su tutta la costa nord del continente antartico, distribuendo circumpolare. Questa specie è stata classificata come quasi minacciata, poiché la sua popolazione diminuisce lentamente a causa dei cambiamenti climatici. Questa specie trasmette molto calore quando la temperatura sale a -15 ºC.

I pinguini imperatori si nutrono principalmente di pesci nell'Oceano Antartico, ma possono anche nutrirsi di krill e cefalopodi. Hanno un ciclo di riproduzione annuale . Le colonie si formano tra marzo e aprile. Come fatto curioso su questi animali dell'Antartide, possiamo dire che depongono le uova tra maggio e giugno, sul ghiaccio, sebbene l'uovo sia posto sulle zampe di uno dei genitori per impedire loro di congelare. Alla fine dell'anno, i polli diventano indipendenti.

2. Krill

Il krill antartico ( Euphausia superba ) è la base della catena alimentare in questa regione del pianeta. È un piccolo crostaceo malacostraceo che vive in sciami di oltre 10 chilometri di lunghezza. La sua distribuzione è circumpolare, sebbene le più grandi popolazioni si trovino nell'Atlantico meridionale, vicino alla penisola antartica.

3. Leopardo di mare

I leopardi marini ( Hydrurga leptonyx ), altri animali dell'Antartide, sono distribuiti nelle acque antartiche e sub-antartiche. Le femmine sono più grandi dei maschi, raggiungendo i 500 chilogrammi, essendo questo il principale dimorfismo sessuale della specie. I giovani di solito nascono sul ghiaccio tra novembre e dicembre e sono svezzati a sole 4 settimane di età.

Sono animali solitari, le coppie si accoppiano nell'acqua ma non si sono mai viste. Sono famosi per essere grandi cacciatori di pinguini ma si nutrono ugualmente di krill, altre foche, pesci, cefalopodi, ecc.

4. Sigillo di Weddell

Le foche di Weddell ( Leptonychotes weddellii ) hanno una distribuzione circumpolare in tutto l'Oceano Antartico. A volte, alcuni individui solitari sono stati avvistati sulla costa sudafricana, in Nuova Zelanda o nell'Australia meridionale.

Come nel caso precedente, le femmine di foca Weddell sono più grandi dei maschi, anche se il loro peso oscilla drammaticamente durante la stagione riproduttiva. Possono riprodursi su ghiaccio stagionale o sulla terra, permettendo la formazione di colonie, ritornando ogni anno nello stesso posto per riprodursi.

Le foche che vivono nel ghiaccio stagionale fanno buchi con i propri denti per accedere all'acqua. Ciò provoca un'usura molto rapida dei denti, accorciando l'aspettativa di vita.

5. Sigillo di granchio

La presenza o l'assenza di foche di granchio ( Lobodon carcinophaga ) nel continente antartico dipende dalle fluttuazioni nella zona del ghiaccio stagionale. Quando le lastre di ghiaccio scompaiono, aumenta il numero di foche granchio. Alcune persone viaggiano in Africa meridionale, Australia o Sud America. A volte, entrano nel continente, arrivando a trovare un esemplare vivo a 113 chilometri dalla cosa e ad un'altitudine fino a 920 metri.

Quando le femmine di foca di granchio partoriscono, lo fanno su una lastra di ghiaccio, essendo sempre madre e figlio, accompagnati dal maschio, che assiste nella nascita della femmina . La coppia e il giovane rimarranno insieme fino a poche settimane dopo lo svezzamento del cucciolo.

6. Sigillo Ross

Un altro animale in Antartide, i sigilli Ross ( Ommatophoca rossii ) sono distribuiti per via circolare in tutto il continente antartico. Di solito vengono aggiunti in grandi gruppi su masse di ghiaccio galleggianti durante l'estate per riprodursi.

Queste foche sono la più piccola delle quattro specie trovate in Antartide, del peso di soli 216 chilogrammi. Gli individui di questa specie trascorrono diversi mesi in mare aperto, senza avvicinarsi al continente. Si incontrano a gennaio, quando cambiano la loro pelliccia. Sono nati a novembre e svezzati a un mese di età. Studi genetici dimostrano che si tratta di una specie monogama .

Immagine: www.earth.com

7. Petrel antartico

La petrel antartica ( Thalassoica antárctica ) è distribuita lungo l'intera costa del container, facente parte della fauna dell'Antartide, sebbene preferisca nidificare le isole vicine . In queste isole ci sono abbondanti scogliere rocciose prive di neve, dove nidifica questo uccello.

Il cibo principale di Petrel è il krill, sebbene si possano anche consumare pesce e cefalopodi.

Altri animali dell'Antartide

Tutta la fauna dell'Antartide è collegata in un modo o nell'altro all'oceano, non esistono specie puramente terrestri. Altri animali acquatici dell'Antartide:

  • Gorgonians ( Tauroprimnoa austasensis e Digitogorgia kuekenthali )
  • Pesce argenteo antartico ( Pleuragramma antartide )
  • Pattino stellare antartico (Georgian Amblyraja)
  • Sterna antartica ( Sterna vittata )
  • Anatra petrel antartica ( Pachyptila desolata )
  • Minke Rorcual meridionale o antartico ( Balaenoptera bonaerensis )
  • Squalo addormentato meridionale ( Somniosus antarcticus )
  • Fulmar austral, silver petrel o petrel austral ( Fulmarus glacialoides )
  • Pagina sub-antartica ( Stercorarius antarcticus )
  • Pesce cavallo spinoso ( Zanclorhynchus spinifer )

Animali antartici in pericolo di estinzione

Secondo la IUCN (International Union for Conservation of Nature), ci sono diversi animali in via di estinzione in Antartide. Probabilmente sono di più, ma non ci sono dati sufficienti per determinarlo. Esiste una specie in pericolo di estinzione, la balenottera azzurra antartica ( Balaenoptera musculus intermedia ), il numero di individui è diminuito del 97% dal 1926 ad oggi. Si ritiene che la popolazione sia diminuita in modo esagerato fino al 1970 a causa della caccia alle balene, ma da allora è leggermente aumentata.

E 3 specie in via di estinzione:

  • Albatro affumicato ( Phoebetria fusca ). Questa specie è stata gravemente minacciata fino al 2012, a causa di cause di pesca. Ora è in pericolo perché, secondo gli avvistamenti, si ritiene che la dimensione della popolazione sia maggiore.
  • Albatross Real del Norte ( Diomedea sanfordi ). L'albatro reale del nord era in grave pericolo di estinzione a causa delle forti tempeste verificatesi negli anni '80, causate dai cambiamenti climatici. Attualmente non ci sono abbastanza dati, la sua popolazione si è stabilizzata e ora diminuisce di nuovo.
  • Albatro dalla testa grigia ( Talasarche chrysostoma ). Il tasso di declino di questa specie è molto rapido durante le ultime 3 generazioni (90 anni). La causa principale della scomparsa delle specie è la pesca con palangari.

Ci sono altri animali in via di estinzione che, sebbene non vivano in Antartide, passano vicino alle loro coste nei loro movimenti migratori, come la petrel atlantica ( Pterodroma incerta ), il pinguino Sclater o il pinguino Antipode ( Eudyptes sclateri ), il Albatro dal naso giallo Indica ( Thalassarche carteri ) o albatro di antipodi ( Diomedea antipodensis ).

Se vuoi leggere altri articoli simili a Animali dell'Antartide e alle loro caratteristiche, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

bibliografia
  • BirdLife International 2018. Aptenodytes forsteri . Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2018: e.T22697752A132600320.
  • BirdLife International 2018 . Sanfordi diomedea . Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2018: e.T22728323A132656392.
  • BirdLife International 2018. Phoebetria fusca . Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2018: e.T22698431A132645596.
  • BirdLife International 2018. Thalassoica antartide . Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2018: e.T22697875A132610289.
  • BirdLife International 2018. Thalassarche crisostoma . Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2018: e.T22698398A132644834.
  • Cooke, JG 2018. Balaenoptera musculus ssp. intermedio . Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2018: e.T41713A50226962.
  • Hückstädt, L. 2015. Hydrurga leptonyx . Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2015: e.T10340A45226422.
  • Hückstädt, L. 2015. Lobodon carcinophaga . Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2015: e.T12246A45226918.
  • Hückstädt, L. 2015. Ommatophoca rossii . Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2015: e.T15269A45228952.

Raccomandato

Animali vertebrati senza arti: esempi
2019
Dacs Veterinary
2019
Come nutrire una tarantola
2019