Alternative per sostituire i sacchetti di plastica

Il sacchetto di plastica è uno dei prodotti più utilizzati nella nostra società, essendo popolare in tutti i tipi di settori ed essendo praticamente disponibile per qualsiasi consumatore.

Questo fatto si scontra con l'attuale preoccupazione ambientale per l'uso di questo tipo di imballaggio, poiché, mentre il suo utilizzo è in media solo di circa 12 minuti, il tempo necessario per degradare è naturalmente compreso tra 150 e 1000 anni. . Pertanto, i sacchetti di plastica non sono solo i protagonisti delle attività commerciali, ma sono anche la causa di gravi problemi ambientali. Se vuoi conoscere le migliori alternative per sostituire i sacchetti di plastica, continua a leggere il seguente articolo.

Impatto ambientale dei sacchetti di plastica

Abbiamo già spiegato che l'impatto ambientale dei sacchetti di plastica è enorme, ma sai perché? Principalmente, ciò è dovuto al fatto che sono composti principalmente da polietilene e policloruri, derivati ​​del petrolio a cui vengono successivamente aggiunti plastificanti, coloranti e altri composti di decomposizione difficile. Se prendiamo in considerazione che questi elementi impiegano molto tempo a degradarsi e che molte volte vengono annullati senza alcun controllo, il risultato è che si accumulano nell'ambiente o nel mare causando problemi davvero preoccupanti.

Negli ultimi anni sono state applicate leggi e misure per alleviare questo problema. Tuttavia, per frenare la situazione in modo definitivo, non è sufficiente ridurne l'utilizzo, ma il più consigliabile è la sua totale eliminazione e sostituzione con opzioni più sostenibili. Successivamente, spiegheremo quali possono essere le alternative per sostituire i sacchetti di plastica.

Borse biodegradabili

Sono sacchetti realizzati con una miscela di materiali organici, come mais o fecola di patate e fibre sintetiche degradabili o fibre di petrolio. Si degradano completamente dopo circa 18 mesi senza possibilità di causare alcun tipo di problema ambientale o inquinante. Alcune aziende vedono in loro una delle migliori alternative sul mercato, tuttavia, ci sono studi che mettono in discussione il suo valore ecologico e che affermano che le fibre sintetiche non si degradano completamente ma si scompongono in microplastiche che, sebbene a prima vista sembrino meno Nocivi per l'ambiente, hanno la capacità di entrare nella catena alimentare, causando problemi come il bioaccumulo di metalli pesanti.

Pertanto, sebbene rappresenti un'alternativa migliore rispetto ai sacchetti di plastica, non è anche una soluzione perfetta o definitiva.

Borse di stoffa riutilizzabili

I sacchetti di stoffa sono generalmente di cotone, quindi si degradano in periodi di tempo compresi tra 1 e 5 mesi, a condizione che non siano stampati con inchiostri contenenti piombo o altri metalli pesanti. Per evitare questo errore, o anche dubitare, ci sono sacchi biologici realizzati con cotone organico al 100% proveniente da piantagioni in cui non vengono utilizzati né pesticidi né sostanze chimiche, quindi il suo uso è altamente raccomandato. Inoltre, molti di questi sacchetti si trovano nei negozi del commercio equo e solidale.

I sacchetti di stoffa riutilizzabili garantiscono una maggiore durata rispetto ai sacchetti di plastica e possono essere utilizzati ripetutamente. Inoltre, hanno un peso maggiore e una maggiore capacità. Pertanto, dal momento che presentano molti più vantaggi rispetto ai sacchetti di plastica, è incomprensibile in quanto non sono stati implementati come misura definitiva.

In questa sezione possiamo anche includere l'uso di zaini, cestini di vimini o i noti carrelli della spesa, che oltre a promuovere un consumo sostenibile hanno il vantaggio di facilitare il trasporto senza dover sostenere il peso del nostro acquisto.

Acquisto all'ingrosso

L'acquisto all'ingrosso consente al consumatore stesso di utilizzare i propri contenitori o contenitori senza dover acquistare alcun tipo di borsa nel negozio. Questo tipo di negozi non solo riduce il consumo di sacchetti di plastica per i clienti, ma riduce anche il consumo di plastica globale nell'imballaggio e nell'imballaggio dei prodotti.

D'altra parte, i negozi di prodotti sfusi evitano che gli alimenti vengano sprecati, poiché la persona può acquistare la quantità di cui ha bisogno in qualsiasi momento senza essere costretta ad acquistare in eccesso. Se vuoi saperne di più su questo tipo di stabilimenti, nel prossimo articolo parleremo del supermercato senza imballaggio.

Alternative per ridurre i sacchetti di plastica

La scienza collabora inoltre giorno dopo giorno alla ricerca di nuovi materiali e alternative che consentano la fine dell'uso di sacchetti di plastica. In questo modo, un gran numero di scienziati si aggiunge alla ricerca e alla creazione di nuovi prodotti come, ad esempio, i sacchetti biosolubili . È costituito da sacchi la cui formula chimica è stata modificata, in modo che possano essere smaltiti e diluiti in acqua senza causare danni all'ambiente o al liquido in cui si dissolve.

D'altra parte, ci sono indagini che vanno oltre la scoperta di alternative e materiali che sostituiscono la plastica e si concentrano sulla loro eliminazione. Possiamo evidenziare una delle ultime scoperte, in cui la capacità di un bruco, noto come "worm worm" di biodegradare il polietilene, è stata scoperta relativamente rapidamente rispetto ad altri batteri.

Se desideri leggere altri articoli simili a Alternative per sostituire i sacchetti di plastica, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di riciclaggio e gestione dei rifiuti.

Raccomandato

Perché il mio cane ha molti gas?
2019
Ulcera corneale nei cani - Sintomi e trattamento
2019
I cani possono mangiare mandarino o arancia?
2019