Alternative al mulino a vento: turbine subacquee o senza lama

L'energia eolica è una delle energie rinnovabili con un presente migliore e tutto indica che avrà anche un futuro luminoso. Gli esperti affermano che crescerà esponenzialmente nei prossimi decenni, anche se il grande sconosciuto rimane il nuovo design che avrà turbine eoliche.

In effetti, la rivoluzione della produzione di energia eolica deve passare attraverso nuovi progetti di turbine che cercano una maggiore efficienza su larga e piccola scala e che soprattutto costituiscono una vera alternativa alle turbine eoliche convenzionali.

Come sarà l'evoluzione delle attuali turbine eoliche ? Sia come sia, galleggianti, sott'acqua, sospesi nell'aria, con o senza pale o qualsiasi altro tipo, per annullare quelli attuali dovranno migliorare l'efficienza, la durata, ridurre i costi e minimizzare l'impatto ambientale.

Turbine sottomarine

Le turbine subacquee sono una realtà e la loro implementazione cresce a passi da gigante. Sfruttano le correnti marine per generare elettricità. Scottish Power ha una fattoria sottomarina in funzione costituita da turbine da 30 metri ancorate al fondo del mare nel nord della Scozia, mentre altre come l'agenzia giapponese New Energy e Industrial Technology Development Organization (NEDO) hanno in programma di farlo a breve con turbine eoliche galleggianti sottomarine.

IHI e Toshiba hanno creato dispositivi oceanici sottomarini galleggianti, il sistema di turbine a corrente oceanica di tipo subacqueo. Consiste in un modulo galleggiante con due eliche che sfrutterà i movimenti delle correnti marine. È ancorato al fondo del mare ed è costituito da una turbina e il corpo e un generatore e trasformatore come elementi elettrici.

Attualmente è in attesa di verificarne il funzionamento in un ambiente reale. Il progetto terminerà nel 2017 e, se si rivelerà, potrebbe finire per essere una soluzione per raggiungere l'autosufficienza energetica giapponese senza dover attingere energia nucleare.

In questi progetti, le turbine non sfruttano l'energia delle onde (che proviene dalle onde) o l'energia delle maree, un tipo di energia marina che sfrutta il movimento delle maree. In entrambi i casi, sono le correnti marine che guidano le turbine, anche se ci sono altri dispositivi che sfruttano il loro potenziale, che amplia ulteriormente le possibilità dell'energia eolica.

Le turbine senza pale

In termini comparativi, in genere le turbine senza pale presentano come vantaggio l'assenza degli inconvenienti di solito dei generatori con pale, come sfruttare al meglio la direzione del vento, operare silenziosamente e ridurre l'impatto ambientale a livello di fauna e emissioni.

Possiamo trovare diversi tipi. Nuove tecnologie emergono costantemente e cercano di sostituire le lame tradizionali con altre soluzioni . Il progetto Vortex, della società spagnola Deutecno, propone una turbina eolica senza parti mobili, simile a un cilindro, che ha vinto il primo premio nella categoria Energia nel prestigioso premio internazionale The South Summit 2014.

La turbina è realizzata con materiali piezoelettrici e fibra di vetro o fibra di carbonio e genera energia elettrica a causa della deformazione di quelle prodotte da una vibrazione indotta dal vento.

Non è un modello noto, perché in effetti è in fase di prototipo e in attesa di miglioramenti, ma se diventasse popolare potrebbe fare una grande differenza in termini di costi e cura ambientale. Non avendo lame, per esempio, molti uccelli potrebbero salvare la vita e anche l'usura sarebbe molto inferiore. Inoltre, secondo i loro produttori, i costi di produzione e la manutenzione potrebbero essere ridotti di oltre la metà.

Funzionamento delle turbine

Le turbine eoliche ad asse verticale sono un'altra alternativa già in funzione. Sono di tipo elicoidale e sono spesso utilizzati per massimizzare l' energia del vento sui tetti, dai tetti delle case o degli edifici a quelli delle industrie, per esempio. Pertanto, ci sono molte applicazioni su scala ridotta.

Un altro esempio interessante di turbina senza pale si trova nel Windwheel olandese, l'ambizioso progetto architettonico che sarà costruito nel porto di Rotterdam, progettato dal consorzio olandese Windwheel Corporation, DoepelStrijkers e Meysters.

Tra i suoi obiettivi principali, cerca di creare una versione moderna dei mulini a vento tradizionali, uno dei grandi simboli dell'Olanda. Come parte della sua struttura, l'edificio ospiterà una colossale turbina eolica dalle caratteristiche molto particolari.

Fondamentalmente, sarà una turbina eolica immobile e, quindi, anche silenziosa, un requisito essenziale per questo progetto, perché accanto ad esso ci sono decine di edifici che, d'altra parte, forniscono l'energia che produce. Cioè, la sua funzione sarà quella di alimentare le esigenze elettriche dell'edificio con la cosiddetta energia eolica elettrostatica .

Oltre alla sua originalità, tiriamo fuori questo progetto perché è un sistema eolico privo di pale tradizionali. L'energia eolica è ottenuta attraverso un sistema chiamato convertitore eolico di energia eolica.

Dietro la complessa nomenclatura troviamo un sistema operativo che segue un principio di base: in primo luogo, in un campo elettrico vengono rilasciate gocce d'acqua molto piccole con carica positiva. Quindi, il vento li porta nella parte caricata positivamente del dispositivo e c'è un cambiamento nella polarità, con il risultato logico : l'elettricità viene generata silenziosamente, senza pale e, logicamente, senza rumore o rischi ambientali. Tuttavia, raggiungere questi risultati su così vasta scala sarà un risultato che, sebbene si preveda che sia raggiunto, oggi rappresenta ancora una grande sfida.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Alternatives to the windmill: turbine sottomarine o senza pale, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di energie rinnovabili.

Raccomandato

Cibo per cani in base all'età
2019
Rinite nei cani - Cause e trattamento
2019
Come fare il bagno per la prima volta un gatto adulto?
2019