Alimentazione donnola

La donnola, il cui nome scientifico è Mustela nivalis, appartiene al gruppo dei mammiferi mustelidi, che ospita circa 60 specie tra le quali possiamo trovare anche l'ermellino, il tasso, il visone o il furetto.

È il più piccolo mammifero mustelide ed è mobilitato attraverso i salti, tuttavia, nonostante i suoi limiti anatomici, è un cacciatore molto efficiente in grado di uccidere prede che supera di molto le sue dimensioni.

Se vuoi scoprire di più su questo animale, in questo articolo di milanospettacoli.com ti raccontiamo tutto sull'alimentazione della donnola .

L'apparato digerente delle donnole

Per ingerire la sua preda, digerire e assorbire tutti i nutrienti che ottiene attraverso di loro, la donnola ha una caratteristica importante, una mascella inferiore formata solo da un osso e pezzi dentali (in totale ce ne sono 34) altamente specializzati .

La donnola ha un tubo digestivo formato da bocca, esofago, stomaco e intestino, lungo questo condotto diverse ghiandole che svolgono diverse funzioni tutte collegate alla nutrizione, come flusso di ghiandole salivari, gastriche, intestinali, pancreatiche ed epatiche .

Alimentazione donnola

L' alimentazione delle donnole è un'alimentazione carnivora, questi mustelidi ingeriscono principalmente topi, ma anche uova di uccelli e in misura minore insetti, rettili, uccelli, conigli, pesci e anfibi.

Come vedremo in seguito, la donnola è un cacciatore eccezionale come lo è l'ermellino e può nutrirsi in più modi grazie alla sua abilità, mangiando infine una grande diversità di cibo.

Come caccia la donnola?

Come accennato in precedenza, la donnola è la più piccola specie di mammifero mustelide esistente, soprattutto se guardiamo le femmine, il cui peso è inferiore a quello dei maschi. In questo caso, questi vengono introdotti nelle tane di roditori e li sorprendono, riuscendo a cacciare ratti, topi e piccole talpe. Invece, i maschi cacciano conigli e lepri.

Gli uccelli che nidificano sul terreno sono anche preda delle donnole, che non si accontentano di cacciare l'uccello ma saccheggiano anche i possibili nidi che potrebbero trovare.

Le donnole hanno una grande abilità poiché possono arrampicarsi, entrare attraverso piccoli buchi, correre e persino immergersi, quindi non dovrebbe sorprenderci che si nutrano anche di serpenti, crostacei e molluschi.

Tutte le caratteristiche che rendono la donnola un grande cacciatore sono assolutamente necessarie, dal momento che questo animale ha un alto metabolismo e deve essere una grande parte della sua giornata di caccia.

Nutri una donnola in cattività?

Fortunatamente, la donnola non è considerata una specie minacciata, tuttavia, la specie Mustela Nivalis fa parte della fauna nativa della Spagna e, pertanto, la sua cattura e il mantenimento in cattività sono vietati e punibili dalla normativa vigente.

Se questo animale ti attrae come animale domestico, puoi optare per mammiferi mustelidi simili il cui possesso è legale, come nel caso di avere un furetto come animale domestico.

Se desideri leggere altri articoli simili a Weasel Feeding, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Diete bilanciate.

Raccomandato

Centro veterinario di Cartagena
2019
Differenze tra canguro e wallaby
2019
Ioni negativi
2019