Additivi nel cibo per cani, cosa sono?

Vedi i file dei cani

Gli additivi sono sostanze che vengono aggiunte al cibo per cani per standardizzare le loro caratteristiche, preservarle, elaborarle e produrle. A differenza dei nutrienti, gli additivi generalmente non hanno alcun valore nutrizionale e il loro unico uso è quello di conferire determinate caratteristiche fisiche al cibo. Poiché consentono costi di produzione inferiori, migliorano l'aspetto dei pasti, aumentano l'appetibilità e aumentano in modo significativo la loro shelf life, gli additivi sono elementi molto importanti nell'industria alimentare per animali domestici.

Alcuni additivi non hanno alcun effetto sul cane (o su altri animali, inclusi gli esseri umani), ma altri possono essere tossici e persino letali. Sfortunatamente, molte volte i premi in denaro vanno oltre la salute degli animali e ci sono alcuni alimenti per cani con additivi tossici sul mercato. In questo articolo di milanospettacoli.com parleremo in profondità degli additivi negli alimenti per cani .

Problemi con gli additivi negli alimenti per cani

Mentre gli additivi possono essere utili per migliorare alcune caratteristiche degli alimenti industriali, possono anche causare problemi di salute se non utilizzati correttamente o quando vengono utilizzate sostanze tossiche.

Ecco perché esistono norme rigorose sull'uso di additivi negli alimenti per le persone. Alcuni paesi vietano persino per legge l'uso di additivi in ​​alcuni alimenti per l'uomo e il loro uso in altri alimenti è regolato con molta attenzione.

Sfortunatamente, le normative sugli additivi per alimenti per cani sono scarse o nulle. Pertanto, molti additivi che, a causa della loro tossicità, sono proibiti negli alimenti per le persone, sono accettati senza alcun problema negli alimenti per cani.

Uno dei casi più preoccupanti recenti di tossicità da additivo si è verificato nel 2006, quando diversi sacchetti di cibo per cani sono stati letteralmente avvelenati a causa di un additivo. L'impatto maggiore si è verificato negli Stati Uniti, dal momento che si trattava di cibo di marchi riconosciuti e sono morti diversi cani.

Pertanto, meno additivi ha il cibo del tuo cane, meglio è. Potrebbe non durare quanto altri alimenti per animali domestici, ma sarà sicuramente di migliore qualità .

A volte gli additivi sono inclusi dai fornitori di materie prime. In questi casi, i produttori di alimenti per cani non sono tenuti a dichiararli sulle etichette degli alimenti, quindi generalmente non lo fanno.

Additivi tossici negli alimenti per cani

Alcuni produttori di alimenti per animali domestici usano additivi tossici, semplicemente perché sono ammessi e ciò consente loro di produrre, commercializzare o conservare meglio i loro prodotti. Tuttavia, non tutti i produttori lo fanno. Ci sono produttori che si preoccupano della salute dei cani e producono alimenti di qualità (anche se usano additivi).

Di seguito è riportato un elenco non esaustivo di additivi tossici e potenzialmente tossici utilizzati da alcuni produttori di alimenti per cani e altri alimenti per animali domestici:

  • Gliceril monostearato (potenzialmente tossico)
  • Blue 2 (potenzialmente tossico)
  • Rosso 40 (potenzialmente tossico)
  • Tartracin o Yellow 5 (potenzialmente tossico)
  • Giallo 6 (potenzialmente tossico)
  • BHA o butilidrossianisolo (tossico)
  • BHT o Butylhydroxytoluene (tossico)
  • Etossichina (potenzialmente tossica)
  • Propil gallato o acido gallico (potenzialmente tossico)

Si dovrebbe tenere presente che questo elenco non comprende tutti i possibili additivi tossici, ma parliamo solo di quelli più comuni . Nel caso in cui il cibo del tuo cane contenga altri additivi, consulta il veterinario e verifica se sono sostanze tossiche o potenzialmente tossiche.

Additivi potenzialmente dannosi negli alimenti per cani

Alcuni additivi non sono tossici, ma vengono aggiunti in quantità così grandi che possono causare diversi problemi a lungo termine . Alcuni di questi additivi che si trovano comunemente nel cibo per cani sono:

  • Esci
  • fruttosio
  • sorbitolo
  • zucchero

Generalmente gli ingredienti con cui viene prodotto il cibo per cani contengono quantità sufficienti di queste sostanze, ma alcuni produttori ne aggiungono di più per migliorare l'aspetto o il gusto . Se l'aumento è piccolo, non vi è alcun problema, ma è meglio evitare un marchio alimentare se questi additivi sono in grandi quantità.

Additivi non tossici ma senza valore nutrizionale

Esistono anche altri additivi che, senza essere tossici o dannosi (tranne i cani allergici ai loro componenti), non aggiungono alcun valore nutrizionale al cibo. Questi additivi dovrebbero anche essere evitati il ​​più possibile, perché sono spesso usati per dare una migliore "immagine" (appetibilità, aspetto, shelf life, ecc.) Ad alimenti di bassa qualità. Alcuni esempi di questi additivi sono:

  • Acido fosforico
  • Glutine di mais
  • Glutine di grano
  • Biossido di titanio

Ricorda che l'unica voce veramente autorizzata a consigliarti sull'alimentazione del tuo cane è quella del tuo veterinario . Ci sono altri additivi e altri ingredienti nel cibo per cani che possono essere dannosi, ma ci sono anche alimenti di buona qualità che contengono additivi. In caso di dubbi sul cibo del tuo cane, investiga, scopri e consulta il veterinario.

Se vuoi leggere altri articoli simili agli additivi negli alimenti per cani, quali sono?, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Diete bilanciate.

Raccomandato

Ipotermia nei gatti - Cause, sintomi e trattamento
2019
Dove acquistare carne biologica a Barcellona
2019
Epatite nei gatti - Cause, sintomi e trattamento
2019