Adattamento del sigillo polare

In entrambi i poli ci sono diverse specie di foche. Tutti hanno in comune che sono perfettamente adattati per vivere in ambienti con temperature radicalmente basse.

È curioso che grazie alle sue caratteristiche fisiche questo bellissimo animale si sia adattato all'ambiente nel modo in cui lo fa. Il freddo e l'acqua sono elementi che altri animali meno preparati non potrebbero sopportare. In questo articolo faremo riferimento alle specie più rappresentative delle diverse specie di foche.

Grazie a milanospettacoli.com puoi informarti correttamente su queste specie e scoprire il motivo dell'adattamento del sigillo polare .

pinnipedi

I Pinnipedi comprendono le tre diverse famiglie che comunemente chiamiamo sigilli. Queste famiglie sono: Otáridos, Fócidos e Odobénidos . Copie delle prime due famiglie popolano le acque dell'Artico e dell'Antartico.

  • Gli Otáridos, o falsi sigilli, si distinguono per avere il padiglione uditivo e le pinne successive dirette in avanti. Con il quale si muovono meglio via terra rispetto ai focidi. I cosiddetti lupi, leoni e orsi marini sono i principali rappresentanti di quella famiglia.
  • La focide è i sigilli stessi. Manca un padiglione uditivo e la disposizione delle pinne posteriori è all'indietro. Ci sono quasi 20 specie di foche.
  • Gli odobenidi consistono solo di una specie non estinta: il tricheco. Vivono solo nella zona artica.

Adattamento alle acque polari

Le foche si adattano perfettamente alle gelide acque polari, grazie allo spesso strato grasso che circonda il tuo corpo. Questo strato, a parte l'isolamento dal freddo, conferisce loro un'ottima galleggiabilità . Questo dà loro una straordinaria agilità nel mare che non hanno a terra, dove sono goffi.

Questo strato di grasso si ottiene consumando alcune specie, circa 5 kg di pesce ogni giorno. Per questo motivo non sono animali amichevoli per i pescatori professionisti. Inoltre, il fatto che alcuni predatori abituali di foche, squali, vengano decimati da una pesca eccessiva, provoca un pericoloso aumento delle popolazioni di foche.

Così pericoloso è l'eccesso di individui di una specie, come un piccolo numero di esemplari. L'eccesso provoca carestie, malattie e degenerazione della razza. Nel mondo scientifico c'è già stata una voce di allarme per questo grave problema.

Sigilli artici

Diverse specie di foche vivono nell'Artico:

  • L' orso marino artico è una delle specie presenti nella zona artica. I maschi sono molto più grandi delle femmine. Vivono in colonie situate sulle coste rocciose. La loro pelle è scura e hanno una testa piccola e una peculiare bocca curva.
  • Il sigillo della Groenlandia, o pio sigillo, vive nella panchina artica e nel ghiaccio groenlandese. Il colore della sua pelle è un argento molto leggero, quasi bianco. Sul retro presenta alcune macchie scure irregolari. È un bellissimo animale.
  • Il sigillo grigio è il più noto al pubblico per essere presente nella maggior parte degli zoo. Il maschio raddoppia la dimensione delle femmine. Questa specie sta espandendo la sua popolazione. Il suo colore varia dal marrone al grigio molto scuro. È una delle specie più voraci nella sua dieta.

Sigilli antartici

Nell'Antartico vivono alcune specie di foche che vivono anche nell'Artico, ma ci sono altre specie la cui distribuzione si trova solo nella latitudine meridionale del pianeta.

  • Il sigillo leopardo è il secondo più grande. Ci sono copie di 5 metri. È un animale molto aggressivo, che attacca persino gli umani. Si nutre di pinguini, pesci e altre foche. Esiste solo questa specie in Antartide e il circolo polare meridionale. Il suo unico predatore sono le orche. È scarsamente studiato perché è pericoloso avvicinarsi a loro.
  • Il leone marino antartico è una specie che si è quasi estinta nel XIX secolo, ma attualmente ne esistono oltre 4.000.000 di copie e la sua espansione continua. Sono più sottili di altre specie di foche. Oltre alla zona antartica, si trovano lungo la costa del continente sudamericano, nell'area al confine con l'Oceano Pacifico.
  • Il sigillo dell'elefante meridionale è il sigillo più grande e più pesante. I maschi raddoppiano in lunghezza rispetto alle femmine e quadruplicano il loro peso. Poter raggiungere 6 m. e 4000 kg. Il soprannome di "elefante" è dato dalle sue enormi dimensioni e da una specie di corno corto che i maschi hanno in faccia. Il suo habitat preferito è il litorale roccioso meridionale.

Morfologia generale delle foche

Tutti i sigilli, anche i più piccoli, sono animali di buona taglia . Pertanto sono forti e non hanno tanti predatori come le altre specie, poiché sono veloci e resistenti.

I loro corpi fusiformi e lo spesso strato di grasso che li protegge dal freddo e fornisce loro galleggiabilità, permettono loro di essere nuotatori straordinari.

Inoltre, possono trattenere il respiro sott'acqua per molti minuti, diventando così cacciatori implacabili dei pesci che sostengono.

Immagine del National Geographic

Se vuoi leggere altri articoli simili a Adattamento del sigillo polare, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

Raccomandato

Cura della magnolia
2019
Ectropion nei cani
2019
Tipi di terreno e loro principali caratteristiche
2019