9 tipi di piante carnivore

Sempre più persone sono incoraggiate ad avere piante carnivore a casa. Queste specie, che sono caratterizzate dal nutrirsi di insetti e altri piccoli esseri per ottenere azoto, sono molto varie e di molti tipi e sono molto apprezzate per il loro aspetto esotico.

In questo articolo ti lasciamo un elenco con i nomi dei 9 tipi delle piante carnivore più comuni, le loro caratteristiche principali e le foto.

Sarracenia

I Saraceni sono piante carnivore originarie del Nord America. Hanno una caratteristica forma a tubo, alla fine della quale viene generato il nettare che attira gli insetti . Quando entrano nella pianta a forma tubolare, gli insetti non possono più andarsene e vengono digeriti quando intrappolati. Alcune delle sue specie sono:

  • Sarracenia purpurea
  • Sarracenia leucophylla
  • Saracenia flava

drosera

Conosciuto anche come Rocío del sol, questo genere di piante carnivore è una delle più numerose e si distinguono per la loro forma di caccia: generano alcune gocce di un liquido appiccicoso e ricco di zuccheri che le fa rimanere attaccate agli insetti che vengono a nutrirsi esso. A quel tempo, la pianta reagisce chiudendosi sugli insetti intrappolati e finisce per ucciderli per soffocamento o esaurimento. In questo altro post ti diciamo di più su come vengono nutrite le piante carnivore.

Tra le specie di piante carnivore della Drosera sono note:

  • Drosera capensis
  • Drosera rotundifolia
  • Drosera spatulata
  • Drosera Binata
  • Drosera aliciae

Nepenthes

I Nepenthes, chiamati anche piante brocca o tazze di scimmia, sono originari delle regioni tropicali e colpiscono molto per le loro bellissime trappole per brocche, riempite con un liquido sciropposo che attira gli insetti. Uno dei loro nomi comuni deriva dal fatto che a volte sono state viste scimmie che bevono acqua piovana dalle loro trappole. Inoltre, e specialmente in natura, alcuni crescono così tanto che sono conosciuti come piante carnivore giganti, anche se ci sono anche altri spazi più rari.

Alcune specie sono:

  • Nepenthes ventricoso
  • Nepenthes di Bicalcarata
  • Nepenthes Rajah
  • Nepenthes alata
  • Nepenthes ventrata
  • Nepenthes attenboroughii

Cephalotus follicularis

Questa piccola pianta carnivora ha la sua origine in Australia ed è alimentata da tazze o caraffe che formano le sue foglie, in cui annegano gli insetti. È l'unica specie tra le diverse piante carnivore, in cui le foglie e le trappole sono totalmente differenziate.

Aldrovanda vesiculosa

Chiamata anche ruota idraulica, questa è una pianta carnivora acquatica che possiamo trovare galleggiare in acque tranquille. Le loro piccole trappole si trovano all'estremità di ogni foglia, che, quando viene toccata, chiude e intrappola la piccola preda per nutrirsi.

Immagine: BugWoodCloud

Dionaea muscipula o Venus flytrap

Senza dubbio, questo è uno dei nomi di piante carnivore più conosciuti. Il flytrap Venus è uno dei più famosi e rappresentati in tutto il mondo. Le loro peculiari trappole, che assomigliano a mascelle circondate da denti, si chiudono quando rilevano che un insetto o un altro piccolo animale, come un anfibio o un piccolo mammifero, si sono depositati su di loro, iniziando così il suo processo digestivo.

Darlingtonia californica

La Darlingtonia o pianta di cobra, riceve il suo nome popolare dal suo aspetto di serpente alzandosi e sporgendo la lingua, esattamente come un cobra. Le sue foglie tubolari formano caraffe che puntano verso l'esterno e fungono da trappole, perché all'interno di questi insetti vengono intrappolate e digerite in breve tempo.

Drosophyllum lusitanicum

Drosophyllum lusitanicum o Flycatcher è l'unico nel suo genere. Proviene da climi più secchi della maggior parte delle piante carnivore ed è noto per essere difficile da coltivare. Le sue foglie appiccicose sono coperte di mucillagini e attaccando a loro gli insetti finiscono per essere digeriti.

Pinguicula grandiflora

Questa erba insettivora è anche conosciuta con i nomi di violetta d' acqua, unta di fiori di grandi dimensioni, tirana o fontane di fiori . Abita i climi temperati e si distingue soprattutto per il suo grande fiore viola, molto più grande del solito in altre piante delle sue caratteristiche. Non intrappola davvero, ma le sue foglie appiccicose a volte catturano piccoli insetti, di cui si nutre.

Cura delle piante carnivore

La maggior parte delle piante carnivore richiede cure sufficienti per poterle avere a casa o in giardino correttamente. Questi sono alcuni punti chiave della cura delle piante carnivore:

  • Molte di loro sono piante tropicali e richiedono che il loro substrato sia permanentemente umido e che le loro foglie siano cosparse di acqua quasi quotidianamente .
  • Ci sono anche molti che richiedono substrati con un'alta percentuale di muschio, proprio a causa di quegli ambienti umidi e tropicali da cui provengono. Questo è un punto da non trascurare ed è molto probabile che la tua pianta carnivora finisca per avere problemi se non le dai un substrato con muschio .
  • Inoltre, le piante carnivore non tollerano bene l'incidenza della luce solare diretta, specialmente nelle ore più intense. Alcuni di loro, infatti, possono acquisire un'intensa colorazione rossa nelle loro foglie o trappole se esposti alla luce diretta, anche se non dovrebbero mai essere fatti nelle ore più forti della luce.

In questo altro articolo ti mostriamo tutto sulla cura delle piante carnivore.

Se vuoi leggere altri articoli simili a 9 tipi di piante carnivore, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di piante da interno.

Raccomandato

Cosa sono le riserve d'acqua naturali e artificiali?
2019
Cosa fare se il mio cane ha la pelle irritata?
2019
Malattie più comuni nel Doberman
2019